Il Bolzano batte anche il Linz e conquista i playoff

Il Bolzano sconfigge 4-3 il Linz al Palaonda al termine di una partita molto equilibrata e guadagna i punti che mancavano per l’accesso diretto ai playoff.

Il Bolzano gode quasi subito di una superiorità numerica quando Kristler viene mandato in panca puniti dagli arbitri, ma i biancorossi continuano ad avere grossi problemi nell’impostare il powerplay e nessun tiro arriva ad impensierire Ouzas.

Tornati in parità numerica, gli ospiti cominciano ad esercitare una forte pressione sulla retroguardia biancorossa che, per poco, non deve capitolare quando il disco arriva sulla stecca di Carle, ma Irving riesce a bloccare la conclusione.

Linz sembra più in partita del Bolzano, D’Aversa ci prova dalla blu trovando la parata di Irving, mentre Davies, poco dopo, non riesce ad inquadrare la gabbia biancorossa.

La squadra di casa prova a reagire, un tiro dalla blu di Campbell mette qualche brivido al portiere ospite. Il Bolzano prova a colpire in contropiede, ma Angelo Miceli non arriva puntuale sul disco servito da Frigo dopo una bella combinazione di quest’ultimo con Bernard e Dan Catenacci non riesce a battere Ouzas da buona posizione.

Rischia la frittata Leland Irving che perde il disco dietro la propria gabbia, fortunatamente per lui la difesa riesce a liberare; il portiere del Bolzano si fa perdonare salvando su Davies, Kristler e Kearns.

A 45 secondi dalla sirena, Kristler viene mandato in panca puniti dagli arbitri e, poco prima della fine del tempo, un palo clamoroso nega la rete al Bolzano. Finisce a reti inviolate la prima frazione, con il Bolzano che avrà ancora 1:15 di superiorità numerica da poter sfruttare all’inizio della frazione centrale.

Passano 41 secondi del secondo periodo ed il Bolzano passa a condurre grazie a Mike Blunden che arriva come un falco sul rebound concesso da Ouzas sulla conclusione ravvicinata di Riley Brace; l’esultanza del Palaonda non si è ancora spenta che il Linz trova il pareggio con Kristler che, solo davanti a Irving, lo mette a sedere con una finta prima di insaccare.

I biancorossi reagiscono e vanno vicinissimi al nuovo vantaggio, ma il disco incredibilmente non entra; ci prova anche Deluca, ma nemmeno il giovane attaccante riesce a bucare Ouzas.

La prima penalità ai danni del Bolzano porta anche al gol del vantaggio ospite: Kuparinen va in panca puniti, Linz attacca e muove il disco fino a liberare Kapstad che, dalla blu, fa partire un tiro che termina la sua corsa alle spalle del portiere biancorosso dopo la deviazione vincente di Lebler.

I padroni di casa si gettano in avanti in maniera disordinata ed episodica, mentre gli ospiti approfittano dei camb di linea per cercare di colpire in contropiede.

Un dubbio fallo fischiato ai danni di Frigo condanna il Bolzano ad un’altra inferiorità numerica, ma questa volta il pk biancorosso ne esce vincitore e, poco prima della sirena, Alex Petan riesce a far sedere Ouzas, ma si allarga troppo il disco e non riesce a chiudere in rete. Ospiti in vantaggio alla seconda pausa.

Il Bolzano comincia l’ultimo periodo di gioco all’attacco e, dopo due minuti, trova il gol del pareggio grazie ad Anton Bernard che, di rovescio, beffa Ouzas sul palo lontano.

Il Linz sembra innervosirsi, Brocklehurst e DaSilva si fanno mandare in panca puniti a poco più di un minuto l’uno dall’altro ed il powerplay biancorosso colpisce per due volte in 18 secondi: prima è Campbell con un tiro dalla blu a trovare il nuovo vantaggio biancorosso; il 4-2 lo realizza Alex Petan, servito magnificamente davanti alla gabbia avversaria dal “gemello” Brace.

Dopo il time out chiamato dal proprio allenatore, gli ospiti provano a sfruttare l’uomo in più dovuto alla penalità comminata a Campbell, ma Locke trova la pinza di Irving sulla sua strada; la partita diventa nervosa, D’Aversa finisce nel penalty box e Mike Ouzas evita la disfatta con almeno 2 interventi miracolosi su Petan e Crescenzi.

Un errore di Marchetti in uscita di zona libera davanti a Irving 3 avversari; il portiere biancorosso riesce a salvarsi sulla prima conclusione di Kapstad, ma non può nulla sulla ribattuta vincente di Kearns.

Il Bolzano traballa, D’Aversa ci prova dalla blu, ma Irving blocca in spaccata. Comincia a farsi sentire la fatica e saltano tutti gli schemi; la squadra di casa prima si divora un contropiede, poi rischia grosso sulla ripartenza di Lebler, il cui tiro chiama Irving alla respinta di gambale.

Negli ultimi minuti succede di tutto: Ouzas lascia il posto al sesto uomo di movimento, Bolzano non riesce a trovare l’empty net e rischia la beffa quando ancora Kearns colpisce in pieno la traversa a soli 8 secondi dalla fine; davanti alla gabbia biancorossa si accende una piccola rissa e Michael Davies ne fa le spese guadagnandosi una penalità partita che mette la parola “fine” al match.

Gli ultimi due impegni di regular season per il Bolzano saranno in trasferta: venerdì sera i Foxes sfideranno il ghiaccio del Fehervar, mentre domenica concluderanno la stagione regolare alla Stadthalle di Villach.

HCB – EHL 4-3 (0-0; 1-2; 3-1):20:41 Mike BLUNDEN PP1 (1-0); 21:36 Andreas Kristler (1-1); 28:57 Brian Lebler PP1 (1-2); 41:59 Anton BERNARD (2-2); 44:08 Tim CAMPBELL PP2 (3-2); 44:26 Alex PETAN PP1 (4-2); 53:46 Bracken Kearns (4-3)

Altri risultati:

G99 – AVS 4-3 aps (1-1; 0-2; 2-0; 0-0; 1-0)

RBS – VSV 4-3 aot (0-2; 1-0; 2-1; 1-0)

DEC – VIC 2-9 (0-4; 1-2; 1-3)

KAC – ZNO 5-0 (0-0; 2-0; 3-0)

MZA – HCI 3-5 (2-2; 0-2; 1-1)

Classifica (dopo 42 giornate)

VIC 84 (Q)

G99 82 (Q)

KAC 78 (Q)

HCB 76 (Q)

RBS 73* (Q)

AVS 68

EHL 66

DEC 60

HCI 58

ZNO 56

VSV 31

MZA 21*

Q = qualificate ai playoff

* = una partita da recuperare

Tags: