IHL Serie A: al Renon basta l’overtime per conquistare lo Scudetto

(Collalbo) – Non basta all’Asiago aver dominato i tempi regolamentari per conquistare lo scudetto, agli Stellati è fatale il supplementare che ha segnato il ritorno del Renon, dopo una prestazione in ombra caratterizzata da tre pali, che aveva fatto temere il peggio ai propri tifosi. A 2’54” dai rigori il goal che vale il Tricolore è di Olegs Sislannikovs.

I Rittner Buam guadagnano un power play al primo affondo di Simon Kostner, 14” più tardi Bardaro segue Gellert in panca puniti, tuttavia in situazione di doppia superiorità la manovra dei padroni di casa risulta prevedibile, solo Eriksson riesce ad impegnare Cloutier. Scontate le penalità la risposta dell’Asiago è affidata a Phil Pietroniro, il cui tiro è respinto, e Naclerio, il quale finalizza la discesa di Magnabosco. I vicentini insistono, ma subiscono il pareggio: Quinz recupera il disco all’altezza della blu d’attacco, serve Markus Spinell, il quale lo infila tra palo e il pattino di Cloutier. Neanche il tempo di esultare che Bardaro, con la complicità di Tragust, riporta in vantaggio gli Stellati. La gara prosegue nella sua vivacità, le due difese prendono il sopravvento lasciando inoperosi i rispettivi portieri. La migliore azione ai Buam capita al 16.57, quando Simon Kostner, in inferiorità, scatta in contropiede, nell’uno contro zero il palo gli nega il goal.

Tornati sul ghiaccio l’Asiago impiega 35” per allungare con Tessari sul taglio orizzontale di Gellert. Il goal non dà la scossa ai Rittner Buam, i quali rimangono in balìa dei giallorossi e con un uomo di movimento in meno per il fallo di gancio con bastone di Quinz. Il dominio territoriale ospite è interrotto dalla penalità fischiata a Bardaro per sgambetto; grazie ad essa Sislannikovs mette a referto il primo tiro deviato in porta da un compagno, l’esultanza è strozzata dagli arbitri che annullano il goal per bastone alto dopo aver consultato la prova video. Gli uomini di Lehtonen non si demoralizzano, al nuovo affondo Cloutier respinge corto, Sislannikovs recupera il puck cedendolo all’accorrente Tudin che non sbaglia. Ripreso il gioco il penalty box  accoglie Markus Spinell, Bardaro non si lascia sfuggire l’occasione di ristabilire le distanze deviando davanti allo slot la rasoiata di Gellert dalla blu. Al 34.05 Miglioranzi e Thomas Spinell sono sanzionati per eccessiva durezza, nei 2’ di quattro contro quattro la Dea bendata non aiuta Eriksson e Lescovs, i cui tiri si stampano contro i pali.

L’Asiago rinnova il leit motiv dei periodi precedenti cercando il quinto goal con Bina, mentre Tessari tira alto sulla traversa. Lo spiraglio giusto è trovato al 47.57 da Magnabosco al termine di un’azione insistita che mette K.O. un Renon mai veramente in partita. I veneti non si accontentano: Marco Rosa, in power play, da distanza ravvicinata infila il sesto goal.

Al termine dei 60’ entrambe le squadre, nel computo totale delle due finali, hanno conquistato due punti a testa. Per decidere l’assegnazione dello scudetto è necessario un supplementare di 20’, giocato in quattro contro quattro, e, in caso non si verifichino segnature, i tiri rigori. Il primo pericolo è portato da Naclerio, Tragust è costretto ad intervenire in due tempi anticipando Miglioranzi, pronto davanti allo slot a riprendere il disco. Dal canto loro i Buam si propongono in avanti con più continuità dimostrandosi meno apatici rispetto ai tempi regolamentari, ciò nonostante peccano in un errore difensivo di Lescovs che dà il là ad un’azione imbastita da Naclerio, il quale serve Miglioranzi, la cui conclusione è neutralizzata da Tragust. Con il trascorrere dei minuti il Renon scorrazza nel terzo d’attacco sempre con più insistenza: Thomas Spinell ha l’occasione di chiudere l’incontro, ma per due volte va a sbattere contro Cloutier. Chi non sbaglia è Sislannikovs, il cui diagonale dalla media distanza regala il quarto scudetto consecutivo (quinto totale) ai Rittner Buam.

Anche l’Austria ha vissuto una settimana all’insegna delle Final Four, vinte dal Salisburgo Juniors che in finale ha battuto il Lustenau con il risultato complessivo di 7-4 (2-3 ot, 5-1).

Rittner Buam – Asiago  2-6 (1-2; 1-2; 0-2; 1-0) overtime Scudetto: 1-0
Rittner Buam:
Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Andreas Lutz – Tobias Brighenti – Christoph Vigl – Ivan Tauferer – Patrick Luza – Imants Lescovs – Alexander Brunner – Manuel Oehler: Olegs Sislannikovs – Daniel Tudin – Alex Frei – Henrik Eriksson – Simon Kostner – Stefafn Quinz – Julian Kostner – Markus Spinell – Kevin Fink – Alexander Eisath – Philipp Pechlaner. Coach: Riku Petteri Lehtonen
Asiago: Frederic Cloutier (Andrea Longhini); Phil Pietroniro – Alexander Gellert – Enrico Miglioranzi – Robert Bina – Lorenzo Casetti – Chad Pietroniro; Matteo Tessari – Marco Rosa – Anthony Bardaro – Davide Conci – Mark Anaclerio – José Antonio Magnabosco –Simone Olivero – Davide Dal Sasso – Federico Benetti – Michele Marchetti – Michele Stevan – Fabrizio Pace – Jozef Foltin. Coach: Ron Ivany
Arbitri: Andrea Moschen e Turo Virta Linesmen: Matthias Cristeli e Mauro De Zordo
Penalità: Rittner Buam 10 (2/6/2/0) – Asiago 10 (6/4/0/0)
Tiri: Rittner Buam 30 (6/12/1/11) – Asiago 32 (11/17/2/2)
Marcatori: (0-1) 05.11 Mark Naclerio (Josè Antonio Magnabosco); (1-1) 08.02 Markus Spinell (Stefan Quinz – Juian Kostner); (1-2) 08.24 Anthony Bardaro (Mattero Tessari – Marco Rosa); (1-3) 20.35 Matteo Tessari (Alexander Gellert – Anthony Bardaro); (2-3) 29.52 Daniel Tudin (Olegs Sislannikovs – Thomas Spinell); (2-4) 31.02 Anthony Bardaro (Alexander Gellert – Phil Pietroniro) PP; (2-5) 47.57 Josè Antonio Magnabosco (Michele Marchetti); (2-6) 53.27 Marco Rosa (Mark Naclerio – Anthony Bardaro) PP; (3-6) 77.06 Olegs Sislannikovs (Tobias Brighenti – Simon Kostner)
Spettatori:
1.540

Albo d’oro ultimi anni IHL-Serie A
2000-01 Supermercati A&O Asiago Hockey AS
2001-02 HC Junior Milano Vipers
2002-03 HC Junior Milano Vipers
2003-04 HC Junior Milano Vipers
2004-05 HC Junior Milano Vipers
2005-06 HC Junior Milano Vipers
2006-07 SG Cortina De Vilmont Champagne
2007-08 HC Interspar Bolzano Foxes
2008-09 HC Interspar Bolzano Foxes
2009-10 Supermercati Migross Asiago
2010-11 Supermercati Migross Asiago
2011-12 HC Bolzano Foxes
2012-13 Supermercati Migross Asiago
2013-14 Ritten Sport
2014-15 Asiago Hockey 1935
2015-16 Rittner Buam
2016-17 Rittner Buam
2017-18 Rittner Buam
2018-19 Rittner Buam