Bolzano: top six in pericolo, Vienna in testa, Zagabria allo sbando

Vienna mantiene saldamente la testa della classifica dopo aver espugnato sia il ghiaccio di Linz (2-3 al supplementare) che quello di Znojmo, portando a 5 lunghezze il vantaggio su Graz; gli stiriani, dopo aver espugnato 2-4 il campo del Klagenfurt, cedono in casa 2-5 contro il Villach.

Il KAC, dopo la sconfitta casalinga contro i 99ers, sommerge il malcapitato Zagabria sotto una valanga di 12 reti (a zero); gran mattatore per le “Rotjacken” Andrew Kozek, a referto per 9 volte (6 gol – record della Lega- e 3 assist).

Il Salisburgo interrompe la sua striscia negativa espugnando per 2-4 il Palaonda, riscattando la sconfitta casalinga per 1-2 subita dai Bulldogs di Dornbirn ed agganciando al quarto posto in classifica il Bolzano; continua il periodo no per i Foxes che subiscono la terza sconfitta consecutiva in questo inizio di 2019 davvero disastroso per i campioni in carica.

Eppure il match del Palaonda sembrava essersi messo subito bene per i Foxes, andati in rete dopo soli 45 secondi grazie a Brett Findlay che sfrutta uno dei rari errori della difesa ospite e vicinissimi al raddoppio pochi secondi dopo con Deluca, cui solo un fallo nega la rete. I Red Bull decidono di alzare il ritmo e Jake Smith deve subito fare gli straordinari per cercare di evitare di capitolare; ma alla prima superiorità numerica (out Catenacci) Salisburgo colpisce con Regner e, pochi minuti dopo, John Hughes (3 assist) sfrutta un regalo della difesa del Bolzano per servire un liberissimo Duncan che ribalta il risultato. I biancorossi sprecano due occasioni per il pareggio con Findlay e Bernard, ma vanno in gol al terzo minuto del secondo periodo con Miceli, bravo a spizzare in rete una conclusione dalla blu di Campbell; poco dopo Alex Petan colpisce la base del palo. Quello del Bolzano si rivela però solo un fuoco di paglia perché Martin Stajnoch, dalla media distanza, trova l’incrocio dei pali riportando in vantaggio gli ospiti. La partita diventa nervosa, Bolzano spreca due powerplay, mentre Salisburgo ne capitalizza un altro con Raffl, peccato libero nello slot da Hughes. Nel terzo periodo gli ospiti controllano agevolmente la partita e portano a casa la vittoria senza rischiare più di tanto.

La lotta per il sesto posto si fa entusiasmante: Linz, reduce da due sconfitte casalinghe (2-3 sia contro Vienna che contro il Fehervar), vede il vantaggio sugli ungheresi (che riscattano alla KSA la sconfitta casalinga per 4-6 contro lo Znojmo) ridursi a soli 2 punti. Più sotto troviamo il Dornbirn che, dopo aver espugnato la Volksgarten di Salisburgo per 1-2, cede di schianto in casa 3-6 contro l’Innsbruck che d

anno seguito alla vittoria casalinga per 3-2 all’overtime contro il Bolzano.

In coda, il Villach comincia a dare segni di vita prima sconfiggendo 2-8 Zagabria alla Dom Sportova (doppiette per Sharp, Fraser e Petrik), poi imponendosi a Graz per 2-5; sempre più a fondo invece Zagabria che, dopo gli 8 gol subiti in casa dal VSV, ne subisce 12 sul ghiaccio di Klagenfurt.

RISULTATI GIORNATA 35

AVS – ZNO 4 – 6 (3-4; 1-1; 0-1)

KAC – G99 2-4 (0-1; 1-2; 1-1)

EHL – VIC 2-3 AOT (0-0; 1-1; 1-1; 0-1)

MZA – VSV 2-8 (1-1; 0-3; 1-4)

RBS – DEC 1-2 (1-1; 0-1; 0-0)

HCI – HCB 3-2 AOT (2-0; 0-2; 0-0; 1-0)

 

RISULTATI GIORNATA 36

DEC – HCI 3-6 (0-1; 0-4; 3-1)

G99 – VSV 2-5 (1-1; 1-1; 0-3)

KAC – MZA 12-0 (3-0; 5-0; 4-0)

EHL – AVS 2-3 (1-1; 1-1; 0-1)

ZNO – VIC 5-7 (0-2; 2-3; 3-2)

HCB – RBS 2-4 (1-2; 1-2; 0-0)

Classifica (dopo 36 giornate)

VIC 73

G99 68

KAC 66*

RBS 60*

HCB 60

EHL 57

AVS 55

DEC 52

ZNO 50

HCI 50

VSV 30

MZA 21**

*una partita da recuperare/** due partite da recuperare

Tags: