NL: derby all’Ambrì. Vittorie facili per Berna, Friborgo e Losanna

Esaurita la sosta per gli impegni delle nazionali, dopo ben sei sconfitte consecutive, l’Ambrì si aggiudica alla Valascia il 223° Derby ticinese (secondo stagionale) ai tiri di rigore (2-1), interrompendo così anche la striscia negativa in campionato, dove gli insuccessi erano arrivati invece a cinque. Una vera e propria liberazione per i leventinesi, capaci dapprima di pareggiare con Lauper il gol iniziale realizzato da Hofmann, per poi ringraziare alla fine Conz, autore della parata decisiva sul penalty di Haapala.

Al vertice della classifica di NL si mantiene sempre il Bienne, grazie alla vittoria casalinga (3-2) contro il Langnau, arrivata anche in questo caso dopo i tiri di rigore. Rimontati due volte, l’ultima a 8”dal termine con la rete di Gagnon, i seeländer conquistano comunque due punti preziosi, grazie alla realizzazione decisiva di Tschantrè. A due lunghezze di distanza, ma con una partita in meno disputata, segue sempre il Berna, che ha passeggiato alla Post Finance Arena al cospetto del Ginvera, travolto con un netto (7-0). Il match è stato caratterizzato dall’elevato numero di penalità sanzionate dagli arbitri, con Ebbett e Berthon costretti a finire anzitempo negli spogliatoi. Per Genoni, invece, si è trattato del 55° shutout in carriera.

Tutto estremamente facile anche per il Friborgo, terzo, che ha messo sempre più in luce i problemi del deludente Davos, sconfitto nettamente (6-1), a cui la pausa non sembra essere servita a molto. Per dare l’idea della débâcle dei grigionesi, basta dire che i burgundi conducevano già per (4-0) dopo soli dieci minuti di gioco. Non si ferma più nemmeno il Losanna, giunto al sesto successo di fila, che ha travolto a Malley il fanalino di coda Rapperswil (6-1). I vodesi agganciano al quarto posto il Langnau, con due partite in più disputate. Nel sesto e ultimo incontro della giornata, non è bastata allo Zugo la doppietta realizzata nel periodo iniziale da Diaz, per avere ragione dello Zurigo all’Hallestadion. I Lions, infatti, dopo aver riequilibrato le sorti del match grazie ai gol di Chris Baltisberger e Hollenstein, sono riusciti ad avere definitivamente la meglio all’overtime per merito di Noreau (3-2).

Durante la pausa internazionale, il Losanna ha ingaggiato Tyler Moy, attaccante ventitreenne con passaporto statunitense e svizzero. 
Il Rapperswil-Jona non ha rinnovato il contratto a Radek Smolenak al termine del mese di prova. Il ceco è tornato in forza al Hradec Kralove.

 
Risultati NL:
martedì 13 novembre
Ambrì      – Lugano     2-1 so
Berna      – Ginevra    7-0
Bienne     – Langnau    3-2 so
Friborgo   – Davos      6-1
Losanna    – Rapperswil 6-1
Zurigo     – Zugo       3-2 ot

Classifica NL (dopo 18 giornate)
1.Bienne      36 punti
2.Berna       34*
3.Friborgo    32
4.Langnau     31*
5.Losanna     31°
6.Zugo        30*
7.Zurigo      26**
8.Lugano      25*
9.Ambrì       23*
10.Ginevra    23*
11.Davos      14*
12.Rapperswil  7
*=una partita in meno
**=due partite in meno
°=una partita in più


Top Scorer LNA
#               Club     Punti (reti+assist)
1.J.Junland    (Losanna)   21     (3+18)
2.H.Pesonen    (Langnau)   19     (8+11)
3.D.Kubalik    (Ambrì)     18     (9+9)
4.G.Hofmann    (Lugano)    17     (10+7)
5.J.Sprunger   (Friborgo)  17     (9+8)
6.T.Rajala     (Bienne)    17     (8+9)
7.M.Arcobello  (Berna)     17     (7+10)
8.A.Ebbett     (Berna)     17     (7+10)
9.C.DiDomenico (Langnau)   17     (6+11)

Top Goalies
#                     Club     Svs%    GAA
1.L.Boltshauser      (Losanna) 94,04   2.01
2.L.Genoni           (Berna)   94,02   1.59
3.T.Stephan          (Zugo)    93,28   2.14
4.E.Merzlikins       (Lugano)  93,20   2.19
5.G.Descloux         (Ginevra) 93,13   2.05

Gli highlights di Ambrì-Lugano

Tags: