Continental Cup: i Rittner Buam strapazzano lo Jesenice

(Collalbo) – Il Renon apre con una schiacciante vittoria contro lo Jesenice il proprio girone di Continental Cup. La sfida contro gli sloveni era da considerarsi una già decisiva, dato che entrambe sono le favorite al passaggio del turno. L’ottima prestazione degli uomini di Lehtonen riscattano la mancanza di risultati in AHL.

Le prime avvisaglie si materializzano nel primo tempo con un forechecking asfissiante che mette in difficoltà gli sloveni facendoli cadere nella trappola delle penalità con Glavic per carica con bastone: alla prima conclusione Andreas Lutz supera Saunders dalla blu. La reazione ospite non si lascia attendere, il più pericoloso nella prima parte del periodo è Brus in diagonale. Respinto l’assalto, il raddoppio dei padroni di casa nasce da un’azione personale di Lescovs. Poco dopo è ancora Brus ad avere una ghiotta occasione sul suggerimento di Kalan, l’attaccante, sottoporta, spedisce il puck oltre la traversa. L’errore è punito poco dopo in contropiede da Frei, concluso con il terzo goal della serata. Gli uomini di Lehtonen si dimostrano imbattibili anche nel primo power play a favore dei balcanici, durante il quale Tragust sventa ripetutamente su Cimzar, Tavzelj e Basic.

Messa una serie ipoteca sulla vittoria, in apertura di secondo tempo Eriksson cala il poker sul taglio di Sislennikovs a conclusione di un’azione fulminea. Superata indenne anche la seconda penalità, il Renon riprende il controllo della partita e, come nel primo tempo, alla prima occasione utile in power play Tudin lo finalizza in diagonale dalla media distanza. Coach Glavic prova a dare una scossa alla sua squadra sostituendo il portiere, tuttavia lo Jesenice si dimostra ancora impalpabile in attacco e ricade in un’altra penalità che costa il secondo goal di Tudin a segno con una botta centrale di prima intenzione. Il neo ad una serata perfetta è rappresentato dal colpo di bastone di Kostner che gli costa un 5+20 e consente agli ospiti di ritrovare ossigeno e di andare in goal con Kalan al termine di uno scambio davanti allo slot di Tragust con Sodja.

A risultato acquisito al Ritten Sport nel terzo tempo non rimane che gestire gli avversari, anche se Eisath,  Lehtinen,quest’ultimo in inferiorità, e il giovane Ohler impegnano Kogovsek in cerca del settimo sigillo. La gara, senza più sussulti, si trascina fino al suono della sirena.
L’importante successo inietta rinnovata fiducia ai padroni di casa che possono guardare alla qualificazione con molto ottimismo.

Nell’incontro pomeridiano il MAC Budapest ha superato con un eloquente 8-0 i serbi della Stella Rossa; in evidenza Chris Langkow, autore di 4 punti (2 goal e 2 assist), e Jared Brown, a referto con 3 punti (1 goal e 2 assist)

Jesenice – Rittner Buam 1-6 (0-3; 1-3; 0-0)
Jesenice: Clarke Saunders (dal 26.58 Ziga Kogovsek); Andrej Tavzelj – Nik Pem – Aljosa Crnovic – Nejc Stojan – Ziga Urukalo – Lan Brun Rauh; Erik Svetina – Luka Basic – Tadej Cimzar – Gasper Sersen – Urban Sodja – Gasper Glavic – Luka Kalan – Miha Brus – Blaz Tomazevic – Rok Avsenek – Jaka Sturm – Patrik Rajsar – Jaka Sodja. Coach: Gaber Glavic
Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer – Kai Lehtinen – Christoph Vigl – Imants Lescovs – Alexander Brunner – Andreas Lutz; Simon Kostner – Henrik Eriksson – Olegs Sislannikovs – Daniel Tudin – Alex Frei – Thomas Spinell – Julian Kostner – Markus Spinell – Kevin Fink – Jakob Prast – Stefan Quinz – Alexander Eisath – Manuel Ohler – Philipp Pechlaner. Coach: Riku-Petteri Lehtonen
Arbitri: Stefan Siegel e Tim Tzirtziganis Linesmen: Matthias Cristeli e Piero Giacomozzi
Penalità: Jesenice 8 (2/4/2) – Rittner Buam 35 (2/31/2)
Tiri: Jesenice 40 (14/13/13) – Rittner Buam 27 (13/7/7)
Marcatori: (0-1) 01.32 Andreas Lutz (Olegs Sislannikovs – Kai Lehtinen) PP; (0-2) 09.00 Imants Lescovs (Daniel Tudin); (0-3) 12.15 Alex Frei (Thomas Spinell); (0-4) 20.36 Henrik Eriksson (Olegs Sislannikovs); (0-5) 26.58 Daniel Tudin (Thomas Spinell – Julian Kostner) PP; (0-6) 28.51 Daniel Tudin (Thomas Spinell – Imants Lescovs) PP; (1-6) 34.28 Luka Kalan (Urban Sodja) PP
Spettatori: 812
MVP: Luka Kalan (Jesenice) e Thomas Tragust (Rittner Buam)

Classifica: MAC Budapest (HUN) p.ti 3; Rittner Buam (ITA) p.ti 3; Jesenice (SLO) p.ti 0; Stella Rossa (SRB) p.ti 0

Gli highlights

Tags: