IHL: a Varese e Caldaro i rispettivi derby. Bressanone ammazza grandi

Al termine del secondo turno di IHL, Varese e Bressanone rimangono ancorate alla testa della classifica: i Mastini azzannano il Como, i Falcons piegano il Merano e mietono un’altra vittima illustre dopo l’Appiano. Nell’altro derby di giornata il Caldaro supera l’Appiano lasciando i campioni in fondo alla classifica a zero punti.

Anche nel secondo impegno casalingo consecutivo il Varese sfrutta il fattore campo aggiudicandosi il sempre sentito derby contro il Como. I gialloneri prendono in mano le redini del gioco sin dalle prime battute di gioco che consente il vantaggio di Tommaso Teruggia dopo 5’ di gioco. Nella frazione iniziale i power play non aiutano i lariani, i quali, alla terza superiorità, incassano il raddoppio dei padroni di casa ad opera di Salvatore Sorrenti. Diversamente, nel secondo tempo, Riccardo Ambrosoli riapre la gara, tuttavia nei minuti successivi i Mastini raggiungono il doppio vantaggio grazie a Marco Franchini e Domenico Perna. Nel finale la doppietta di Marco Luciani, intervallata dalla rete di Michael Mazzacane, chiude l’incontro sul definitivo 5-3.

Partenza di gran carriera del Bressanone nella prima di IHL tra le mura amiche contro il Merano: il lungo accerchiamento alla gabbia di Alessandro Tura produce il solo goal di Patrick Bona, mentre le Aquile bianconere pareggiano in meno di due minuti e mezzo, al terzo tentativo, con Manuel Lo Presti. Nella frazione centrale i Falcons piazzano un uno-due che in 27” fissa momentaneamente il punteggio sul 3-1 con il goal dell’ex Lorenz Daccordo, in doppia inferiorità, e il secondo goal della serata di Bona. Il Merano torna in partita al 46’ in power play finalizzato da Pontus Moren, i brissinesi controllano i restanti minuti di gioco ed incassano i tre punti in palio.

Il Caldaro, dopo aver perso due derby d’Oltradige in precampionato contro l’Appiano, vince il primo di campionato per 2-1: Lucci gestiscono la gara per due periodi, ciò nonostante il vantaggio di Florian Massar è annullato in 23” da Alex Jaitner. L’andamento della gara si ribalta nel terzo tempo: nel momento di massima spinta dei Pirati, Manuel Gamper serve la beffa.

Il Pergine ottiene il primo successo battendo l’Ora 3-1: dopo un periodo chiuso a reti bianche, la doppietta di Nick Buonassisi, realizzata nei due periodi successivi, porta le Linci sul 2-0. Trascinati dall’entusiasmo i biancorossi vanno a segno in meno di 2’ con Stefano Piva, ma rischiano di rovinare quanto costruito in precedenza concedendo due goal a Marian Zelger e Hannes Walter che illudono i Frogs. Il ritorno alla realtà è firmato da Matteo Mondon Marin che mette fine alle ostilità.

 
Programma e risultati 2a giornata
 
mercoledì 26 settembre
Valdifiemme    – Alleghe 3-2

giovedì 27 settembre
Bressanone     – Merano  3-2
Caldaro        – Appiano 2-1
Mastini Varese – Como    5-3
Pergine        – Ora     4-2

Classifica
1.Bressanone     6 punti
2.Mastini Varese 6
3.Caldaro        5
4.Pergine        4
5.Merano         3
6.Alleghe        3
7.Valdifiemme    3
8.Ora            0
9.Como           0
10.Appiano       0

Prossimo turno (3a giornata)
sabato 29 settembre
Alleghe – Mastini Varese
Appiano – Pergine
Merano  – Valdifiemme
Ora     – Bressanone

domenica 30 settembre
Como    – Caldaro

Tags: