Il primo straniero di IHL è del Como

Il Como è la prima società di Italian hockey League ad ingaggiare uno straniero, come previsto nella nuova stagione dalle norme federali; la scelta della dirigenza è caduta su Marco Luciani, giocatore canadese di chiare origini italiane.

Attaccante di stecca sinistra originario di Maple (Ontario), il ventitreenne (175 kg x 79 kg.) inizia la trafila nelle leghe giovanili canadesi con i Mississauga Reps Midget AAA  nella Greater Toronto Hockey League, dove, nella stagione 2012/13 mette a referto i primi 7 punti (4 goal e 3 assist) in 22 partite. Il cammino prosegue ad Huntsville in Georgian Mid-Ontario Junior C Hockey League, prima del trasferimento in Northern Ontario Juior Hockey per due anni in cui veste le maglie dei Cochrane Crunch,  Mattawa Blackhawks ed Iroquois Falls Eskimos totalizzando 87 presenze e 40 punti (14 goal e 26 assist). La migliore stagione in carriera di Luciani è quella del 2016/17, quando, ingaggiato dai North York Renegades, lascia il segno in Greater Metro Hockey League grazie ai 65 punti (25 goal e 40 assist) messi a referto in 46 match.
Nell’estate scorsa decide di misurarsi con l’hockey europeo approdando in Svezia nel Lindefallets SK, formazione di Terza Divisione, in cui realizza 24 punti (11 goal e 13 assist) in 33 confronti.

Davide Gosetto


La società comasca deve registrare il ritiro di Davide Gosetto che ha deciso di appendere i pattini al chiodo a 32 anni; per un giocatore che lascia l’hockey giocato, uno rimette i pattini: Mattia Meneghini torna agli ordini coach Pyotr Malkov dopo un anno di stop.

Statistiche
Marco Luciani
Davide Gosetto
Mattia Meneghini