AHL: fumata bianca a Jesenice

Il Presidente Anze Pogocar ha sventato la minaccia di chiusura dello Jesenice; l’appello lanciato il mese scorso, con il quale sollecitava potenziali sponsor a sostenere la squadra per incrementare i fondi disponibili per proseguire l’attività in Alps Hockey League, sempre più onerosa,  ha dato i suoi frutti: la massima carica del sodalizio sloveno non se l’è sentita di abbandonare la società nell’anno del settantesimo anniversario dalla fondazione privando dell’hockey la città e la regione di Gorenjska; non solo è stata confermata la partecipazione alla AHL, ma è stata alzata l’asticella puntando alla EBEL, grazie a Bostjan Noc, Presidente dell’Associazione Apicoltori slovena, Branko Polanc, Amministratore delegato dell’Acroni e Sara Wagner del gruppo Sij coi quali si sono svolte riunioni costruttive allo scopo di trovare soluzioni per lo Jesenice. Maggiore sarà anche il contributo che il Sindaco verserà alle casse della società. Nell’Assemblea Generale del 14 giugno, Pogocar illustrerà quanto emerso negli incontri dei giorni scorsi.
Rimane così invariato il numero di diciassette partecipanti all’edizione 2018/19 della Alps Hockey League che ha registrato l’ingresso del Milano Rossoblu e il ritiro dell’Egna.

Tags: