Fenix Outdoor European Hockey Awards 2018: in corsa c’è anche Kai Suikkanen

La strepitosa stagione di Kai Suikkanen e del Bolzano non è sfuggita all’Alliance of European Hockey Clubs che ha inserito il coach finlandese tra i nominati del premio di miglior allenatore dell’anno. Per aggiudicarselo il cinquantottenne dovrà superare la concorrenza di Sam Hallam (Växjö Lakers), Andrew Lord (Cardiff Devils), Frederik Söderström (Storhamar) e Libor Zabransky (Kometa Brno).

Alle votazioni potranno partecipare anche i tifosi collegandosi a http://www.eurohockeyclubs.com/ .Le indicazioni espresse avranno finalità consultive.

I Fenix Outdoor European Hockey Awards del 2018 saranno assegnati a Praga il 12 giugno.

Le candidature:

Giovane dell’anno
Rasmus Dahlin (Frölunda, SHL) – Olimpico a 17 anni, probabile 1a scelta assoluta al Draft NHL 2018
Miro Heiskanen (IFK Helsinki, Liiga) – convocato ai Mondiali Junior, Olimpiadi e Mondiali nella stessa stagione

Kirill Kaprizov (CSKA, KHL) – Per aver dominato a tutti i livelli a cui ha preso parte (Lega, Mondiali, Olimpiadi incluso il goal decisivo nella finale per l’oro)
Elias Pettersson (Växjö, SHL) – nominato MVP della SHL, Top scorer della stagione regolare e nei playoff 
Eeli Tolvanen (Jokerit, KHL) – Miglior marcatore dello Jokerit e Top scorer della Finlandia alle Olimpiadi di PyeongChang (9 punti in 5 gare)

Allenatore dell’anno
Sam Hallam (Växjö, SHL) – Ha vinto il campionato svedese coi Lakers e raggiunto la finale di CHL
Andrew Lord (Cardiff, EIHL) – nel doppio ruolo di allenatore/giocatore ha guidato i Devils a conquistare la stagione regolare e il titolo di EIHL.
Kai Suikkanen (Bolzano, EBEL) – Ha guidato il Bolzano dall’ultimo posto in stagione regolare alla conquista del titolo EBEL
Frederik Söderström (Storhamar, GET) – Alla prima stagione ha vinto stagione regolare e titolo
Libor Zábranský (Brno, CZE) – Unendo le forze, per la prima volta in undici anni, una squadra ceca ha difeso il titolo in finale.

Club dell’anno
JYP Jyväskylä (Liiga) – Ha vinto la CHL; per la prima volta in 21 anni un club finlandese trionfa in Europa
Kärpät Oulu (Liiga) – Ha conquistato sia la stagione regolare che i playoff, settimo titolo dal 2004
Red Bull München (DEL) – Completo dominio in DEL, 7 giocatori hanno conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi di PyeongChang
Storhamar Hamar (GET) – Ha interrotto la striscia di 6 titoli consecutivi dello Stavanger, primo trofeo in 10 anni
Växjö Lakers (SHL) – Quasi una stagione perfetta, ha perso una partita importante in 9 mesi, finalista in CHL

Warrior Award

Il Premio “Warrior of the year” viene assegnato annualmente al giocatore che meglio esemplifica le qualità di sportività e dedizione, l’eccellenza nella carriera, combinata con un servizio alla comunità e un alto standard di abilità di gioco.

Christian Ehrhoff (Kölner Haie, DEL) – Icona dell’hockey tedesco, la carriera è stata coronate dall’argento olimpico
Martin Erat (Kometa Brno, CZE) – A 36 anni, giocatore decisivo in campionato, quinto marcatore della Lega
Tomi Kallio (TPS, Liiga) – Secondo tra i Top scorer della Lega (55 punti in 58 gare). A 41 anni mostra una sorprendente tenuta
Mathias Seger (Zurich, NL) – Ha raggiunto il Top della carriera con il sesto titolo svizzero, 16 Mondiali, 4 Olimpiadi, una leggenda dello Zurigo
Riikka Välilä (HV71, SDHL) – Membro della Hall of Fame della IIHF, torna alla ribalta mondiale dopo 10 anni di pensionamento.