Bolzano stellare, batte il KAC in un Palaonda gremito e accede alle semifinali di EBEL

(Comun. stampa HC Bolzano) – Una notte magica. Oltre 6.000 spettatori di un Palaonda vestito a festa trascinano l’HCB Alto Adige Alperia verso la partita perfetta, che chiude una serie incredibilmente combattuta: EC KAC battuto per 2 a 0 in gara 6 e Foxes in semifinale di EBEL grazie al 4 a 2 nel computo totale della serie best-of-seven. A vincere soprattutto la prova difensiva biancorossa, capace – anche grazie a un Pekka Tuokkola mostruoso – di portare a casa uno shutout, mentre dall’altra Angelidis e DeSousa risolvono la pratica.

La truppa di coach Kai Suikkanen, così come successo l’anno scorso, affronterà in semifinale i Vienna Capitals, che hanno battuto ai quarti l’Innsbruck. Gara 1 è in programma domenica 25 febbraio, mentre l’esordio al Palaonda è previsto per martedì 27 febbraio.

La cronaca. Bolzano che parte bene e crea la prima occasione dopo pochi minuti con Petan, che colpisce i pattini dell’avversario con un tiro al volo da buona posizione. Il KAC dall’altra risponde con Koch, che impegna Tuokkola, bravo con il gambale. Poco dopo la metà della frazione Fischer e Harand finiscono nel breve volgere di un minuto entrambi in panca puniti e, in 5 contro 3, i Foxes sbloccano il risultato: Gartner serve Tomassoni, che lascia partire una bomba deviata dalla stecca di Angelidis con Madlener battuto. Il Bolzano non riesce a concretizzare altri due minuti di powerplay , nel finale, un’altra superiorità numerica non va a buon fine nonostante un’azione personale di Halmo e Oleksuk vicino al rebound vincente. Foxes più in palla e meritatamente avanti per 1 a 0 dopo 20 minuti.

Nel secondo drittel il Bolzano va subito vicino al raddoppio con DeSousa, ma il Klagenfurt preme di più rispetto al primo tempo e in alcuni frangenti di gioco mette alle corde i Foxes: Talbot e Lundmark sfiorano il pareggio, ma dall’altra i biancorossi provano a colpire in contropiede e Bernard chiama Madlener alla risposta d’istinto dopo un gran lavoro di Frank. Negli ultimi minuti è Tuokkola a immolarsi leggendo bene il movimento di Lundmark, pericoloso con un’azione personale. Ancora 1 a 0 alla seconda sirena.

Nel terzo tempo il Palaonda si aspetta l’assalto del KAC, invece è il Bolzano ad andare più e più volte vicino al goal: prima Halmo viene fermato da Madlener nell’uno contro zero, poi nel giro di un minuto Tomassoni e Frigo colpiscono due clamorose traverse. Gli austriaci fanno fatica a reagire e il goal del meritato 2 a 0 arriva al 51:40: tiro dalla blu di Stefano Marchetti e deviazione vincente di Chris DeSousa, che manda in estasi il pubblico di fede biancorossa. I carinziani non sfruttano il primo e ultimo powerplay del match e negli ultimi minuti provano ad assediare il terzo difensivo bolzanino con il sesto uomo di movimento, ma la difesa e Tuokkola abbassano la saracinesca, portando a casa shutout, la vittoria per 2 a 0 e l’accesso alle semifinali.

HCB Alto Adige Alperia – EC KAC 2 – 0 [1-0; 0-0; 1-0] – Serie 4-2 (Bolzano accede alle semifinali)
Reti: 12:54 Mike Angelidis PP2 (1-0); 51:40 Chris DeSousa
Arbitri: Piragic, Trilar / Hribar, Seewald
Spettatori: 6.010

Tags: