Oleksuk manda in delirio il Palaonda, Bolzano batte KAC all’overtime e pareggia la serie

(Comun. stampa HC Bolzano) – L’eroe della serata del Palaonda porta il nome di Travis Oleksuk: l’attaccante canadese, dopo 4 minuti di overtime, segna il goal che decide gara 4 contro l’EC KAC, davanti a un Palaonda splendido. I Foxes la spuntano quindi per 3 a 2, pareggiando la serie che si sposta a Klagenfurt per gara 5, domenica 18 marzo alle ore 18 (diretta su Video33 e ServusTV). I tempi regolamentari si erano chiusi sul 2 a 2, con il Bolzano due volte in vantaggio e due volte rimontato, l’ultima volta a soli 31 secondi dalla sirena. Rispetto a gara 3, però, questa volta per i biancorossi c’è il lieto fine.

Una vittoria che garantisce un altro match casalingo, che si terrà martedì 20 marzo: prevendite presso le casse del Palaonda domani, sabato 17 marzo, dalle 10 alle 14, lunedì 19 marzo dalle 11 alle 14 e dalle 17 alle 19 e martedì 20 marzo dalle 11 alle 14.

La cronaca del match. Dopo pochi secondi il Bolzano si ritrova già in inferiorità numerica e nei successivi due minuti deve controllare il powerplay austriaco. Match che fatica a decollare, con il KAC che spinge di più e fa piovere conclusioni dalle parti di Tuokkola. In situazione di 4 contro 4 gli ospiti vanno a un passo dal vantaggio con Ganahl, che solo davanti al goalie biancorosso spara fuori di un nulla. I Foxes provano a rispondere con un fendente di Oleksuk, deviato appena da Madlener e di pochi centimetri a lato del palo. Nel finale di frazione il Bolzano non riesce poi a concretizzare due powerplay a favore e dopo i primi 20 minuti il risultato è sullo 0 a 0.

Bolzano decisamente più arrembante nel periodo centrale e immediatamente vicino al goal con Halmo, che chiama Madlener a un vero e proprio miracolo con la pinza. Dall’altra, proprio su un errore sulla blu di Halmo, il KAC riparte in contropiede e Koch viene fermato da un reattivo Tuokkola. I Foxes continuano ad insistere, con gli austriaci che agiscono di rimessa e i due goalie bravi a non concedere spiragli. Sul finale di frazione Bernard colpisce in pieno il palo, deviando la conclusione dalla distanza di Tomassoni: è l’anticamera del goal, che arriva al 35:12 ad opera di Austin Smith, bravo a sporcare il puck in rete sul tiro di Clark. Bolzano in powerplay subito dopo, ma lo special team non riesce a sbloccarsi, nonostante una buona opportunità per Petan, e le squadre vanno per la seconda volta negli spogliatoi sull’1 a 0.

Dopo 68 secondi del terzo drittel il KAC pareggia i conti: contropiede di Kozek, che si invola sulla destra e fredda Tuokkola con un gran polsino. I biancorossi subiscono il colpo e rischiano di capitolare ancora, sempre con Kozek, che su un’altra ripartenza colpisce in pieno l’incrocio dei pali. I Foxes soffrono più volte con l’uomo in meno, resistendo e cercando poi di uscire nei minuti finali: DeSousa si divora il goal del vantaggio sull’assist di Sointu, ma il 2 a 1 arriva comunque al 54:35 quando Angelidis indovina l’assist giusto per Robin Gartner, che infila il rasoghiaccio alle spalle di Madlener. Ma non è finita. Il KAC prova l’assalto con il sesto uomo di movimento e a soli 31 secondi dalla sirena finale ecco la beffa: tiro non irresistibile di Ganahl, con il puck che rimbalza sulla gamba di Carlisle e finisce in rete. 2 a 2, è overtime al Palaonda.

Il Bolzano scende in pista con la giusta cattiveria, dominando il supplementare e trovando il goal vittoria al 64:06: Tuokkola libera Halmo, disco in profondità per Oleksuk che piazza il puck all’incrocio dei pali, mandando in delirio il Palaonda.

Stefano Marchetti


HCB Südtirol Alperia – EC KAC 3 – 2 OT [0-0; 1-0; 1-2; 1-0] – Serie: 2-2
Reti: 35:12 Austin Smith (1-0); 41:08 Andrew Kozek (1-1); 54:35 Robin Gartner (2-1); 59:29 Manuel Ganahl (2-2); 64:06 Travis Oleksuk (3-2)
Arbitri: Berneker, Nikolic / Schauer, Sparer
Spettatori: 4.570

Tags: