IHL: Il Milano è la quarta semifinalista

Nella quinta gara dei quarti di finale il Milano piega il Caldaro 5-1 e si qualifica alle semifinali, merito di un secondo tempo giocato con grande concretezza. Prossimo avversario dei rossoblù sarà l’Appiano. Da domenica 18 marzo riprende la caccia alla finale.

Padroni di casa ancora senza Lorenzo Piccinelli, nelle fila dei Lucci Massar prende il posto di Giovanni Reffo.
Come a Caldaro il Milano subisce una penalità dopo pochi secondi da inizio gara, diversamente da Gara 4, il penalty killing regge l’onda d’urto altoatesino sfiorando anche la beffa in contropiede con Petrov. Le due squadre non si risparmiano sul ghiaccio, ad andare maggiormente vicino al goal è il Milano che, con Terzago, ha la migliore occasione; il break dei Lucci matura dalla stecca di Gamper. L’equilibrio instauratosi nei minuti successivi perdura anche nei 2’ di quattro contro quattro, mentre durante la penalità inflitta a Terzago per una carica in balaustra a Waldthaler, costretto ad uscire in barella,  Re risponde a Volcan sprecando una ghiotta occasione. Chi non sbaglia è Borghi, al 14.34, lesto a deviare nel traffico il rebound concesso da Andergssen sul diagonale dalla blu di Ilic. Nel finale c’è spazio anche per Tura chiamato a neutralizzare in due occasioni i tentativi di Quinz.

In apertura di secondo tempo, Xamin raddoppia con uno slapshot centrale dalla media distanza; i Lucci non ci stanno e si gettano subito in avanti impensierendo Tura con l’incursione di Stricker. Tornati in attacco i rossoblù allungano con Perna, a segno dopo uno scambio con Borghi. Coach Anderlan chiede il time out per richiamare la squadra all’ordine, la mossa non sortisce gli effetti desiderati: un ispirato Borghi percuote gli avversari con uno splendido assist per Vanetti che vale il 4-0. Gli ospiti tornano a dare segni di vita nei  41” di doppia superiorità che premiano Gamper. La penalità comminata a Raimondi costa ai meneghini altri 44” di cinque contro tre. A 24” dalla fine della penalità semplice, Terzago innesca un contropiede concluso con il rebound di Andergassen non sfruttato dall’accorrente Petrov. Al 16.45 una carica da dietro di Volcan ai danni di Radin è sanzionata dagli arbitri con un 2+10, il serpeggiante nervosismo tra gli altoatesini spinge Waldthaler nel penalty box, tuttavia i padroni di casa non concretizzano il 1’39” di doppia superiorità e i restanti 21” di superiorità semplice.

Nel terzo tempo l’ampio vantaggio consente ai saimini di amministrare la partita, favoriti anche da un ritmo di gioco più blando. Le numerose penalità spezzano sovente la partita che si ravviva durante quella comminata a Senoner con il botta e risposta tra Michael Felderer e  Petrov. Successivamente in situazione di quattro contro tre i rossoblù non trovano varchi per mettere a referto il quinto goal della serata. L’appuntamento è posticipato al 56.53 in power play con Andrea Schina, il quale chiude la lunga Serie tra le due formazioni.

Milano Rossoblu – Caldaro 5-1 (1-0; 3-1; 1-0)
Milano Rossoblu: Alessandro Tura (Riccardo Pignatti); Andrea Schina – Stefan Ilic – Alessandro Re – Andreas Radin – Fabrizio Senoner – Andrea Fadani – Daniel Belloni; Davide Xamin – Aleksandr Petrov – Tommaso Terzago – Marcello Borghi – Andrea Vanetti – Domenico Perna – Federico Colombo – Edoardo Raimondi –Simone Asinelli – Andrea Pirelli. Coach: Andrea De Zordo
Caldaro: Alex Andergassen (Michael Mair); Michael Sölva – Thomas Waldthaler – Benjamin Bregenzer – Michele Volcan – Mattia Micali – Christian Tröger – Florian Massar; David Stricker – Thomas Pichler – Michael Felderer – Patrick Gius – Manuel Gamper – Martin Pircher – Bastian Andergassen – Patrick Tomasini – Mirko Quinz – Massimo Ziliani – Raphael Felderer – Leopold Moling. Coach: Karl Anderlan
Arbitri: Andrea Benvegnù e Simone Mischiatti Linesmen: Jacopo Pace e Antonio Piras
Penalità: Milano Rossoblu 26 (6/8/12) – Caldaro 34 (6/14/14)
Tiri: Milano Rossoblu 41 (14/13/14) – Caldaro 32 (14/12/6)
Marcatori: (1-0) 14.34 Marcello Borghi (Stefan Ilic – Domenico Perna); (2-0) 21.50 Davide Xamin (Aleksandr Petrov – Tommaso Terzago); (3-0) 22.42 Domenico Perna (Marcello Borghi – Andrea Vanetti); (4-0) 25.59 Andrea Vanetti (Marcello Borghi – Domenico Perna); (4-1) 28.21 Manuel Gamper (Michael Sölva) PP2; (5-1) 28.21 Andrea Schina (Stefan Ilic – Tommaso Terzago) PP
Spettatori: 740

 

Programma

domenica 4 marzo (Gara 1)
Merano – Alleghe    9-1
Serie: 1-0 Merano
Milano RB – Caldaro 5-2
Serie: 1-0 Milano RB
Appiano – Ora       4-1
Serie: 1-0 Appiano
Pergine – Fiemme    4-2
Serie: 1-0 Pergine

mercoledì 7 marzo (Gara 2)
Alleghe – Merano    0-8
Serie: 2-0 Merano
Ora – Appiano       1-5
Serie: 2-0 Appiano
Caldaro – Milano RB 3-1
Serie: 1-1
Fiemme – Pergine    2-3 rig.
Serie: 2-0 Pergine

venerdì 9 marzo (Gara 3)
Merano – Alleghe    8-2
Serie: 3 – 0
Milano RB – Caldaro 8-3
Serie: 2 -1 
Appiano – Ora       4-2
Serie: 3 – 0
Pergine – Fiemme    3-2 rig.
Serie: 3 -0

domenica 11 marzo (Gara 4)
Caldaro – Milano RB 4-2
Serie: 2-2 

mercoledì 14 marzo (Gara 5)
Milano RB – Caldaro 5-1
Serie: 3-2 Milano RB

Tags: