PyeongChang 2018 Donne: il Giappone stende la Svezia. Svizzera, vita dura contro la Corea

Nelle semifinali di piazzamento, contro ogni pronostico, il Giappone relega la Svezia alla lotta per il 7°-8° posto; combattiva anche la Corea che complica la vita alla Svizzera, ma deve arrendersi nei 60’.
Martedì 20 febbraio Svizzera e Giappone si contenderanno il 5° posto, Corea e Svezia lotteranno per evitare l’ultimo posto del torneo che per le scandinave rappresenterebbe il peggior risultato di sempre.

Le elvetiche hanno dovuto affidarsi al power play concretizzato da Sabrina Zollinger al termine di uno scambio con Nicole Bullo e Laura Benz per sbloccare il risultato. A fine secondo tempo il raddoppio di Evelina Raselli, giunta a rimorchio nella discesa che ha portato Livia Altmann e Dominique Ruegg a mettere in allarme la difesa asiatica.
Svizzera – Corea 2-0 (1-0; 1-0; 0-0)
Marcatrici: (1-0) 16.35 Sabrina Zollinger (Nicole Bullo – Laura Benz) PP; (2-0) 38.52 Evelina Raselli (Dominique Ruegg – Livia Altmann)

Che il Giappone fosse una formazione ostica le svedesi ne avevano avuto prova nella gara di apertura del torneo femminile vinta con il risultato di misura di 2-1. La conferma l’hanno avuta nella semifinale per il 5°-8° posto, quando, dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, hanno incassato il goal in backhand di Shiori Koike in mischia. Lisa Johansson ha rimediato in inferiorità rubando il disco ad Ayaka Toko all’altezza della blu del terzo difensivo ed in contropiede ha battuto Nana Fujumoto. La Toko si è riscattata nell’overtime con un missile dalla blu che si è infilato tra il braccio sinistro e il corpo di Sara Grahn.
Svezia – Giappone 1-2 ot (0-0; 1-1; 0-0; 0-1)
Marcatrici: (0-1) 21.43 Shiori Koike (Haruna Yoneyama – Shoko Ono); (1-1) 26.25 Lisa Johansson SH; (1-2) 63.16 Ayaka Toko (Chico Osawa)

Tags: