PyeongChang 2018 : la Rep.Ceca sorprende il Canada. OAR ai quarti. La Svizzera risale

Nel Gruppo A la Repubblica Ceca sorprende il Canada e pronto riscatto della Svizzera che supera facilmente la Corea. Nel Gruppo B OAR ai Quarti mentre la Slovenia dimostra di essere la vera sorpresa del Torneo. 

La Rep.Ceca batte a sorpresa il Canada dopo i tiri di rigori, conquistando così il suo secondo successo consecutivo. La partita si era messa subito bene per la formazione di Desjardins che, sfruttando una penalità a carico di Kubalik, trovava già dopo poco più di un minuto la rete del vantaggio con Mason Raymond. Proprio l’attaccante in forza all’Ambrì, però, si riscattava al minuto 06:52 realizzando la rete del pareggio. In chiusura del primo periodo, esattamente allo scadere della penalità inflitta a Nakladal, i nordamericani ritornavano avanti grazie a un gol di Renè Bourque, alla sua terza segnatura in questo Torneo Olimpico. Nemmeno il tempo di rientrare in pista dopo la prima pausa e i cechi si riportavano in parità con Michal Jordan. Nei sessanta minuti le due formazioni non riuscivano a superarsi. Risultava così decisivo il rigore di Kovar che battendo Scrivens dava i due punti alla squadra di Jandac.
Canada-Rep.Ceca  2-3 ( 2-1, 0-1, 0-0, 0-1 ) dopo i rigori
Marcatori : (1-0) 01.13 Raymond (Vey-Gragnani) PP1 ; (1-1) 06.52 Kubalik ; (2-1) 13.30 Renè Bourque (Noreau-Brule) PP1 ; (2-2) 20.25 Jordan (Birner-Horak) PP1 ; (2-3) Kovar Rig.

La Svizzera riscatta la brutta prestazione d’esordio contro il Canada superando agevolmente i padroni di casa della Corea con netto (8-0). Dopo un primo periodo piuttosto equilibrato, in cui la formazione allenata da Patrick Fischer riusciva a passare una sola volta grazie alla rete di Hollenstein, al rientro in pista, i rossocrociati prendevano man mano il largo andando a segno altre due volte. Prima con Du Bois che scagliava un gran tiro dalla linea blu che, grazie al velo di Schäppi davanti allo slot, sorprendeva Dalton, e più avanti al termine di un’azione personale dietro la gabbia di Suter, che trovava l’angolo giusto per infilare il portiere coreano, parso impeccabile tutt’altro che impeccabile in entrambi le situazioni. Nel periodo conclusivo, dopo il rientro dalla panca puniti di Du Bois, arrivava prima la splendida rete realizzata di rovescio da Rüfenacht e, poco dopo quella di Suter, favorita dallo splendido assist di Ambühl. Un gol che costringeva il tecnico coreano a sostituire tra i pali Dalton con Park. Una mossa non certo fortunata perché, poco dopo, Schäppi metteva a segno la sesta rete. Il bottino veniva poi rimpinguato dalla terza rete personale di Suter e dal sigillo finale di Corvi, la cui conclusione veniva involontariamente deviata in rete da un tocco di pattino di Regan.
Corea-Svizzera  0-8 ( 0-1, 0-2, 0-5)
Marcatori : (0-1) 10.23 Hollenstein (Haas-Loeffel) ; (0-2) 27.36 Du Bois ; (0-3) 35.55 Suter (Herzog) ; (0-4) 43.50 Rüfenacht (Untersander-Almond) ; (0-5) 45.17 Suter (Ambühl-Almond) ; (0-6) 46.45 Schäppi (Almond-Geering) ; (0-7) 51.24 Suter (Geering-Ambühl) ; (0-8) 55.10 Corvi (Hofmann-Du Bois)

Classifica Gruppo A: Rep. Ceca p.ti 5; Canada p.ti 4; Svizzera p.ti 3; Corea del Sud p.ti 0

La Russia conquista il primo posto del Gruppo B surclassando gli USA e si qualifica per i Quarti di Finale. Al minuto 07.21 da un‘azione dietro la gabbia di Barabanov si creavano i presupposti per il vantaggio dei sovietici realizzato grazie una deviazione di Prokhorkin, ben servito da Mozyakin. Lo stesso attaccante dello SKA St.Petersburg si ripeteva, in avvio del periodo centrale, fulminando Zapolski con un gran diagonale. Gli USA non riuscivano colpevolmente a capitalizzare un paio di power-play, in una fase del match piuttosto nervosa, facendosi invece battere per la terza volta da un gran gol di Kovalchuk, dopo l’ottimo lavoro in balaustra di Andronov, bravo a liberarsi dalla guardia di Sanguinetti. Appena dopo il rientro dalla seconda pausa, uno scontro fortuito a centro pista tra Sanguinetti e Donato, favoriva la quarta rete, seconda personale di Kovalchuk, che fissava il risultato finale sul (4-0). Shutout di Koschechkin.
OAR – USA 4-0 (1-0, 2-0, 1-0 )
Marcatori : (1-0) 07.21 Prokhorkin (Mozyakin-Barbanov) ; (2-0) 22.14 Prokhorin (Shirokov-Mozyakin) ; (3-0) 39.59 Kovalchuk (Andronov) ; (4-0) 40.28 Kovalchuk (Voynov-Andronov) ;

La Slovenia dimostra di essere finora la vera sorpresa del Torneo Olimpico superando ai rigori la Slovacchia. Dopo un primo periodo senza reti, la formazione di Ramsey sfruttando al meglio una superiorità numerica per l’uscita di Hovorka, passava in vantaggio con una conclusione dalla linea blu di Gregorc che sorprendeva Konrad. Sempre con l’uomo in più per una trattenuta di Starosta, la Slovenia raddoppiava grazie a Kuralt, che deviava nello slot la conclusione di Mursak. Gli slovacchi non si perdevano d’animo e, quasi in chiusura del periodo centrale, capitalizzavano a loro volta un power-play, accorciando le distanze con Bubela che correggeva in rete con la punta del bastone, un tiro dalla linea blu di Ceresnak. La squadra allenata dal finlandese Savolainen aumentava la propria intensità e, con un tiro di polso, Hascak sorprendeva Kroselj riequilibrando il risultato. A tiri di rigore risultava decisiva la trasformazione di Jeglic.
Slovenia – Slovacchia 3-2 ( 0-0, 2-1, 0-1, 1-0) dopo i rigori
Marcatori : (1-0) 21.00 Gregorc (Mursak-Kuralt) PP1; (2-0) 24.16 Kuralt (Mursak-Gregorc) PP1 ; (2-1) 35.43 Bubeka (Ceresnak-Granak) PP1 ; (2-2) 45.56 Hscak (Granak-Ceresnak) ; (3-2) Jeglic Rig.

Classifica Gruppo B: OAR p.ti 6; Slovenia p.ti 4; USA p.ti 4; Slovacchia p.ti 4

Tags: