Il Bolzano travolge lo Znojmo 7 a 3, domenica si decide l’accesso alla Top Six

(Comun. stampa HC Bolzano) – Grande prova di forza dell’HCB Alto Adige Alperia davanti ai 3.500 del Palaonda. Nella penultima giornata della regular season, i Foxes investono per 7 a 3 l’HC Orli Znojmo, restando in corsa per un posto nella Top Six. Egger e compagni si portano all’ottavo posto in classifica, scavalcando il Graz (K.O. in casa contro il Salisburgo), restando a -1 dal Dornbirn (vittorioso a Klagenfurt) e accorciando a -2 sullo Zagabria (che ha espugnato Fehervar soltanto ai tiri di rigore). Una serata praticamente perfetta per i colori biancorossi: il ritorno con goal di Austin Smith dopo oltre tre mesi di assenza, la grande prestazione di Mike Halmo (MVP con un goal da cineteca), la doppietta di Alex Petan e le reti di Olekusk, Angelidis e Tomassoni. La truppa di coach Kai Suikkanen chiuderà la regular season domenica 28 gennaio, alle ore 17:45, in casa dei Graz 99ers (in diretta su Video33): il Bolzano, per agganciare all’ultimo la Top Six, sarà costretto a vincere e sperare che Zagabria perda a Znojmo (anche all’overtime o ai rigori) e che Dornbirn non vinca nei 60 minuti.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen recupera Austin Smith, out per turnover Michele Marchetti e gli infortunati Markus Gander e Mat Clark. La prima occasione è di marca biancorossa, con Monardo che salta secco un avversario e chiama Halasz alla parata con il gambale. Poi è lo Znojmo, con il passare dei minuti, ad alzare la pressione, senza creare però grossi pericoli dalle parti di Tuokkola. Nei primi due powerplay del match entrambe le squadre non riescono a concretizzare, ma il risultato si sblocca quando il Bolzano si ritrova in doppia superiorità numerica: Miceli si accentra e scarica una conclusione deviata dalla stecca di Alex Petan, per l’1 a 0 biancorosso. E’ il 15:26 e in quel momento la partita cambia. I Foxes macinano gioco e sale in cattedra Mike Halmo: l’attaccante canadese prima inventa un assist d’oro per Travis Oleksuk, che sigla il 2 a 0, poi piazza uno dei goal più belli dell’anno con un’azione da cineteca a saltare due difensori e il portiere. 3 a 0 alla prima sirena.

La musica non cambia nel periodo centrale. Dopo pochi minuti infatti Miceli apparecchia un gran disco per DeSousa, che spara fuori: il puck rimbalza sulla balaustra e il primo ad arrivarci è Austin Smith, che insacca il 4 a 0 proprio al suo ritorno sul ghiaccio dopo l’infortunio. Lo Znojmo prova a rispondere in powerplay, schiantandosi però contro un grande Tuokkola, miracoloso con la pinza sul tentativo sotto misura di Olsen. Quando sono i Foxes ad essere in superiorità numerica, ecco arrivare anche il quinto goal: gran lavoro di Halmo in balaustra, Petan si accentra e serve un disco impossibile da sbagliare a Mike Angelidis. Prima della seconda sirena i cechi riescono ad accorciare le distanze, grazie a Petr Mrazek che risolve una situazione caotica davanti alla gabbia biancorossa. 5 a 1 dopo 40 minuti di gioco.

Nel terzo drittel i Foxes restano in controllo e allungano sul 6 a 1, grazie alla botta dalla blu di Tomassoni che fulmina Halasz. Lo Znojmo risponde comunque segnano altre due reti: la prima con Cip, che trova una deviazione fortunata sul corpo di Tuokkola, la seconda con un siluro di Marek Biro deviato da Ryan Olsen. 6 a 3, ma c’è ancora spazio per una parata sensazionale di Halasz sul tiro a botta sicura di Miceli e per la doppietta personale di Alex Petan, che nel finale in powerplay spara in rete dalla media distanza il disco del definitivo 7 a 3.

HCB Alto Adige Alperia – HC Orli Znojmo 7 – 3 [3-0; 2-1; 2-2]
Reti: 15:26 Alex Petan PP2 (1-0); 17:43 Travis Oleksuk (2-0); 19:48 Mike Halmo (3-0); 22:01 Austin Smith (4-0); 31:29 Mike Angelidis PP1 (5-0); 35:17 Petr Mrazek (5-1); 45:56 Matt Tomassoni (6-1); 47:48 Radek Cip (6-2); 55:04 Ryan Olsen (6-3); 58:55 Alex Petan PP1 (7-3)
Arbitri: Kellner, Stolc / Pardatscher, Tschrepitsch
Spettatori: 3.480