EBEL: Vienna stacca il biglietto per la CHL 2018/19

Con la vittoria casalinga contro lo Zagabria, il Vienna, dominatore della stagione, conquista matematicamente il primo posto nella regular season di EBEL, e stacca il biglietto per la Champions Hockey League 2018/19.

A tre giornate dal termine della regular season giochi fatti per l’ingresso nelle prime sei della classifica di EBEL (posizioni che garantiscono l’accesso diretto ai play off) per Vienna (primo), Linz, Salisburgo e Klagenfurt. Manca solo un punto all’Innsbruck, quinto.

Ancora aperta invece la lotta per la sesta posizione. Lo Zagabria, attualmente sesto, affonda l’Innsbruck in casa (9-3). Mattatori della serata Sondre Olden (1 goal e 2 assist) e il difensore Marko Poyhonen (2 goal). Gli Orsi invece, con in porta il back Vilim Rosandic, a seguito della partenza di Kevin Poulin per Kloten (LNA), dopo essere stati in vantaggio, perdono di misura a Vienna (2-1), ma dimostrano un ottimo stato di forma, in attesa del debutto del nuovo goalie Kevin Carr, arrivato dagli Utah Grizzlies.

In scia ai croati si fa sotto il Graz che, dopo aver battuto lo Znojmo in casa (3-1), conquista un’importante vittoria a Dornbirn (5-6 OT) con un goal all’over time di Anthony Camara (quinto punto in 4 incontri disputati per lui), che permette ai 99ers di scavalcare i Buldogs in classifica e di portarsi al settimo posto ad un solo punto dallo Zagabria. Sebbene reduce da due sconfitte con Linz (5-2) e Graz (5-6 OT), anche il Dornbirn rimane comunque in corsa per la sesta piazza, a 4 punti dallo Zagabria.

Nella rincorsa alla Top Six bilancio altalenante per il Bolzano. Nel confronto di domenica scorsa i biancorossi al Palaonda tengono testa alla capoclassifica Vienna grazie alle reti di Angelidis (1-0) e Frank (2-1), ma vengono raggiunti a una manciata di minuti dal termine da Wukovits (2-2). Dopo un supplementare a reti bianche è l’ex MacGregor Sharp a segnare il penalty decisivo per i Caps (2-3 SO). Grande illusione nell’incontro successivo allo Zimní Stadion di Znojmo, dove i Foxes a metà incontro si trovano avanti di due reti grazie al primo goal stagionale di Gartner con un tiro dalla blu (0-1), e ad un preciso polsino di Halmo presentatosi in contropiede solo davanti a Schwarz (0-2). La gara sembra prendere una piega favorevole per gli ospiti, ma un doppio svarione difensivo permette alle Red Eagles, in soli 90”, di impattare il punteggio con Plihal e Zajic (2-2). Nel terzo tempo lo Znojmo non molla e passa subito con Mrazek, ben pescato da Nemec nello slot (3-2). I Foxes non reagiscono e i padroni di casa chiudono l’incontro con un empty net di Yellow Horn a pochi secondi dalla fine (4-2), risultato che vale la prima sconfitta ai tempi regolamentari per la squadra di Suikkanen nel 2018. Gli altoatesini si rifanno comunque nell’odierno anticipo della 42esima giornata espugnando l’Eissportzentrum Kagran di Vienna per la prima volta in stagione. In vantaggio nel primo periodo con DeSousa, lesto a ribadire in rete un rimbalzo su tiro di Petan (0-1), i biancorossi reggono il ritorno degli avversari e allungano all’inizio del drittel conclusivo grazie a Monardo assistito da un’ottima giocata di Miceli (0-2). I Caps reagiscono ma, dopo che il bomber Holzapfel accorcia le distanze (1-2), è Schweitzer a colpire per gli ospiti con la sua prima rete in EBEL, un preciso diagonale incrociato al sette (1-3). Il Bolzano si difende ordinatamente fino al termine, subendo il goal di Tessier in short-handed che serve solo a fissare il punteggio finale (2-3). Ora il distacco dal sesto posto è di soli 3 punti, ma al Bolzano restano 2 incontri in meno da disputare rispetto allo Zagabria, già in pista domani con lo Znojmo.

In fondo alla classifica la matematica non esclude ancora un improbabile aggancio del Fehervar al sesto posto, mentre a Villach e Znojmo non resta che combattere per la conquista dell’11a posizione, in modo da avere un punto supplementare al via della prossima fase di campionato. I cechi si dimostrano attivi sul mercato acquistando il centro canadese Ryan Olsen (dagli Utha Grizzlies), al suo debutto contro il Bolzano, e il difensore statunitense Cody Corbett (dagli Idaho Steelheads). Parte invece per la Danimarca l’attaccante statunitense Adam Miller (8 punti in 17 gare).

 

RISULTATI

40ª giornata (14/01)
(13/01) EHC Liwest Black Wings Linz – Dornbirner Eishockey Club 5-2
Moser Medical Graz 99ers – HC Orli Znojmo 3-1
HCB Südtirol Alperia – UPC Vienna Capitals 2-3 SO
EC Villacher SV – EC Red Bull Salisburgo 1-4
Fehervar AV 19 – EC Klagenfurter AC 0-3
KHL Medvescak Zagabria – HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’ 9-3

41ª giornata (19/01)
HC Orli Znojmo – HCB Südtirol Alperia 4-2
EC Villacher SV – HC Liwest Black Wings Linz 4-1
UPC Vienna Capitals – KHL Medvescak Zagabria 2-1
HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’ – EC Klagenfurter AC 4-1
Dornbirner Eishockey Club – Moser Medical Graz 99ers 5-6 (OT)
(20/01) EC Red Bull Salisburgo – Fehervar AV 19 2-0

Anticipo 42a giornata (20/01)
UPC Vienna Capitals – HCB Südtirol Alperia 2-3

 

CLASSIFICA

  Team

GP

GD

PTS

1 UPC Vienna Capitals

41

+42

87

2 EHC Liwest Black Wings Linz

41

+28

75

3 EC Red Bull Salisburgo

41

+32

73

4 EC Klagenfurter AC

41

+14

70

5 HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’

41

+13

66

6 KHL Medvescak Zagabria

40

+1

58

7 Moser Medical Graz 99ers

41

-12

57

8 HCB Südtirol Alperia

42

-4

55

9 Dornbirn Eishockey Club

41

-10

54

10 Fehervar AV 19

41

-42

50

11 EC Villacher SV

41

-28

47

12 HC Orli Znojmo

41

-34

46

 

PROSSIMI TURNI

42ª giornata (21/01)
(20/01) UPC Vienna Capitals – HCB Südtirol Alperia 2-3
EC Red Bull Salisburgo – Moser Medical Graz 99ers
HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’ – EC Villacher SV
Dornbirner Eishockey Club – Fehervar AV 19
KHL Medvescak Zagabria – HC Orli Znojmo
EC Klagenfurter AC – EHC Liwest Black Wings Linz

recupero 26a giornata (23/01)
KHL Medvescak Zagabria – UPC Vienna Capitals

Tags: