NL: Il Berna rallenta. Lotta a tre per il secondo posto

Nonostante mantenga sempre un ampio vantaggio nei confronti degli inseguitori, il Berna ha dovuto incassare ben due sconfitte nell’ultimo fine settimana. A sorprendere i campioni in carica è stato dapprima lo Zurigo, che si è imposto alla Bern Arena (4-2) rimontando e chiudendo i conti nel terzo periodo con le reti di Pestoni e Pettersson. Stesso esito a Bienne (4-3), dove la formazione di Jalonen, in vantaggio di due reti grazie ad Arcobello e Scherwey, subiva anche qui la rimonta dei seeländer, incassando ben quattro reti nell’arco di soli cinque minuti. Il gol di Raymond nel terzo periodo non è servito per riagganciare i padroni di casa, sempre impegnati nell’appassionante lotta a tre per il secondo posto.

Allo stato attuale, mantiene un leggero vantaggio lo Zugo (con un partita in meno rispetto alle altre due contendenti) che, dopo aver sconfitto ai rigori (decisivo quello di Lammer) sul ghiaccio amico proprio il Bienne (5-4), dilapidando un vantaggio iniziale di tre reti (a segno McIntyre, Stalberg e Klingberg), ha segnato il passo a Friborgo, travolto (6-0)  dalla formazione di French. I Tori sono crollati nel periodo centrale, infilati ben quattro volte nel breve giro di sei minuti. Rimane in scia, a un solo punto di distanza, il Lugano, che dopo aver perso nettamente (4-0) a Langnau, dove Klasen è stato costretto a uscire dal ghiaccio colpito duramente da Barker, si è prontamente riscattato alla Resega travolgendo (7-1) il Ginevra. Da segnalare la doppietta di Cunti e il ritorno al gol di Brunner, nel giorno del rinnovo del contratto a Bertaggia.

Per le altre posizioni utili per l’accesso ai playoff, fatica il Davos, quinto,  che incassa due sconfitte. Se a Ginevra (6-5), a punire la formazione di Arno Del Curto, è stata la rete in overtime di Riat, nell’incontro casalingo, l’impresa l’ha compiuta il Kloten, uscito dai Grigioni con una squillante vittoria (6-2), contrassegnata dalle doppiette di Bieber e del nuovo arrivato Abbott. Sesto rimane lo Zurigo, che non si segnala certo per continuità di rendimento. La formazione da poco allenata da Kossmann, infatti, dopo il colpo a Berna, ha dovuto soccombere sorprendentemente all’Ambrì (3-2), dopo il supplementare. La direzione arbitrale non ha  convinto i leventinesi, penalizzati dalla dubbia espulsione di D’Agostini. Sopra la linea, le ultime due posizioni sono mantenute da Friborgo, uscito vincitore anche a Kloten (2-1) dopo i rigori (decisive le realizzazioni di Mottet) e Ginevra, nonostante la formazione di Woodcroft debba convivere giornalmente con i gravi  problemi societari.

Nelle ultime quattro posizioni della graduatoria, la matematica permette ancora di sognare a Langnau e Losanna. I vodesi, soprattutto, sbancando la Valascia (5-2)  grazie alla doppietta di Danielsson, sono solo a sei punti dalla zona playoff. Un risultato che mette ormai definitivamente la parola fine alle residue speranze di post-season dei leventinesi, apparsi un po’ stanchi. Il Kloten, ultimo, ma ancora vivo, può consolarsi con l’ingaggio fino alla fine della stagione del portiere canadese Poulin, protagonista dell’ultima edizione della Coppa Spengler e selezionato dal Canada per le prossime Olimpiadi invernali.

Nell’ultima settimana il mercato si è vivacizzato con diverse operazioni: il Biel, dopo Künzle, dalla prossima stagione, e per due anni, avrà a disposizione anche Michael Hügli del Rapperswil Jona. Anche il Friborgo pesca dalla Swiss League con gli acquisti di Sandro Forrer (Zugo Academy), con un anno di contratto a partire dalla stagione 2018/19, e Mathieu Maret (Ajoie), ritornato tra i Dragoni causa infortuni che hanno minato il roster. Percorso inverso per i difensori Valentin Lüthi (Biel) e Yves Müller (Langnau), prelevati dalla National League dal Langenthal in ottica della prossima stagione. Lo statunitense Jeremy Morin, tagliato dal Berna si è accasato tra i sangallesi del Rapperswil Jona. Il Langnau, per l’ultima parte di stagione, ha rafforzato il roster con l’inserimento del canadese Cam Baker (Slovan Bratislava), invece a fine campionato si avvarrà delle prestazioni Nolan Diem, attualmente allo Zugo. Il Kloten mette a segno un colpo di mercato con l’ingaggio del canadese Kevin Poulin, miglior portiere alla recente Spengler Cup, convocato per i Giochi Olimpici di PyeongChang, inoltre da settembre, in attacco, potrà contare su Andri Spiller del Thurgau.


Risultati

martedì 9 gennaio
Zugo     – Lugano   2-0
Ginevra  – Biel     1-4

giovedì 11 gennaio
Losanna  – Langnau  0-1 so

venerdì 12 gennaio
Ginevra  – Davos    6-5 ot
Langnau  – Lugano   4-0
Zugo     – Biel     5-4 so
Berna    – Zurigo   2-4

sabato 13 gennaio
Biel     – Berna    4-3
Davos    – Kloten   2-6
Friborgo – Zugo     6-0
Lugano   – Ginevra  7-1
Zurigo   – Ambrì    2-3 ot

domenica 14 gennaio
Ambrì    – Losanna  2-5
Kloten   – Friborgo 1-2 so

Classifica LNA (dopo 40 giornate)
1.Berna     82 punti*
2.Zugo      69*
3.Biel      69
4.Lugano    68
5.Davos     64
6.Zurigo    62
7.Friborgo  59*
8.Ginevra   59
9.Losanna   53*
10.Langnau  52
11.Ambrì    41
12.Kloten   36
*=una partita in meno


Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.D.Jeffrey     (Losanna) 46     (11+35)
2.G.Roe         (Zugo)    44     (11+33)
3.N.Danielsson  (Losanna) 42     (22+20)
4.A.Ebbett      (Berna)   42     (12+30)
5.V.stalberg    (Zugo)    41     (18+23)

Top Goalies
#                     Club     Svs%    GAA
1.L.Genoni           (Berna)   92,88   2.02
2.B.Brust            (Friborgo)92,64   2.26
3.L.Flüeler          (Zurigo)  92,60   1.97
4.T.Stephan          (Zugo)    92,38   2.45
5.E.Merzlikins       (Lugano)  91,89   2.80

Gli highlights di Lugano e Ambrì

 

 

Tags: ,