Continental Cup: CHL negata a Rittner Buam e Nomad Astana

Dalla stagione 2014/15 la Continental Cup assegna al vincitore del torneo anche il pass per la Champions Hockey League. Così è stato lo scorso anno con i Nottingham Panthers, così non sarà quest’anno se la kermesse sarà vinta da Renon o Astana nella Finale in programma il prossimo weekend a Minsk, il cui posto sarà occupato da una squadra slovacca.

A comunicarlo è la Commissione della CHL che ha preso in esame le quattro finaliste ed ha sentenziato che i britannici dello Sheffield Steelers e i bielorussi dello Yunost Minsk sono idonei a partecipare all’edizione 2018/19 del massimo torneo continentale per club, diversamente dai kazaki del Nomad Astana e Rittner Buam: i primi essendo situati nell’Asia centrale non possono partecipare ad una manifestazione paneuropea, una mera questione geografica che non dovrebbe dar loro modo neanche di partecipare alla Continental Cup. Per quanto concerne i Buam, è ritenuta una squadra di seconda divisione in quanto partecipante all’Alps Hockey League, considerato campionato cadetto della EBEL e quindi senza diritto di partecipazione alla CHL.

Gli altoatesini non potranno neanche appellarsi al titolo italiano vinto lo scorso anno al termine delle Final Four di Asiago, perché l’Italia non è tra quelle Nazioni a cui spetta la Licenza C, quella delle wild card.
Agli uomini di Lehtonen non rimarrà che lottare per il piatto d’argento e migliorare il secondo posto ottenuto dal Milano Vipers nel 2002.