IHL: blitz del Merano, duello infinito tra Caldaro e Ora

In attesa del big match tra Milano Rossoblu ed Appiano, nell’altro incontro di cartello della ventunesima giornata il Merano annichilisce il Fiemme a domicilio. Ne approfitta il Pergine, vittorioso ad Ora, che soffia ai fiemmazzi il quarto posto per effetto della differenza reti negli scontri diretti. Della sconfitta dei Frogs se ne avvantaggia il Caldaro tornato al sesto posto. A Feltre quaterna di Riccardo Ambrosoli. Il Varese torna al successo dopo tre sconfitte consecutive. Serata di shutout per Davide Fantini (Caldaro) e Roland Fink (Merano).

Al Merano sono sufficienti i primi 3’ per stendere il Fiemme con i diretti di Sebastian Thaler, Kevin Gruber e Lorenz Daccordo. Una prova di forza sottolineata anche da Ingemar Gruber, Flavio Faggioni e Thomas Mitterer, autori degli altri goal della serata.

L’Ora spreca l’occasione di confermare il sesto posto conquistato nell’antivigilia di Natale: il 2-0 edificato da Ivan Girardi e Alex Gamper in 25’ di gioco è smontato dal Pergine nei successivi 3’ da Andrea Meneghini e Mirco Presti (in power play). Nel terzo tempo agli altoatesini sono fatali gli ultimi minuti di gioco, durante i quali Matteo Mondon Marin li stende con una doppietta.

Non si lascia sfuggire l’occasione di scavalcarli in classifica il Caldaro che, se in Coppa Italia aveva dovuto dare fondo alle proprie energie per rimontare il Chiavenna, in campionato si sbarazza dei lombardi con un netto 8-0 che non ammette repliche, sebbene gli uomini guidati da Karel Blazek giochino alla pari il primo tempo subendo solo la marcatura di Thomas Pichler. Dal secondo tempo i Lucci salgono in cattedra dettando i ritmi di gioco che premiano, su tutti, David Stricker e Michael Feldere autori di 4 punti.

Il Como conferma la propria continuità di risultati, che ha caratterizzato il girone di ritorno, passando a Feltre con il largo punteggio di 6-1: i Picchi tengono testa ai lariani per 16’, gli ospiti per sbloccare il punteggio devono ricorrere al power play, finalizzato da Matteo Formentini; la doppietta di Riccardo Ambrosoli, maturata tra il primo ed il secondo tempo, mette in discesa la gara dei comaschi, i quali prendono il largo con Gianluca Tilaro. Lo scatenato Ambrosoli si fa ammirare anche nelle situazioni speciali con altri due goal, in shorthanded il primo, in superiorità il secondo chiudendo la serata con un bottino personale di quattro goal (più un assist), nel mezzo il goal bandiera feltrino di Riccardo Boschet.

Anche Varese ed Alleghe si ritrovano di fronte a distanza di dieci giorni dal confronto di Coppa Italia e ancora una volta i Bandits conquistano l’intera posta in palio, tuttavia, diversamente dalla partita precedente i bosini hanno sudato le proverbiali sette camicie: dopo essere stati inseguiti nel primo tempo da Diego Soppera e Loris Da Val, capaci di annullare le reti di Salvatore Sorrenti e Daniele Odoni, nel secondo tempo i gialloneri subiscono il sorpasso operato da Daniele Veggiato in power play, tuttavia le Civette, arrivati a Varese con un roster risicato, devono fare a meno di Marco Lorenzini, sanzionato con un 2+5+20 per una carica con bastone alla testa di un avversario. L’immediata reazione consente a Fabio Rigoni (in inferiorità) e Marco Andreoni di mettere in atto il controsorpasso. Nel terzo tempo Da Val manda a monte il piano di fuga disegnato da Riccardo Privitera, il goal non è sufficiente a trovare l’insperato pareggio.

 

Programma e risultati 21a giornata
mercoledì 27 dicembre
Caldaro   – Chiavenna 8-0
Feltre    – Como      1-6
Fiemme    – Merano    0-6
Ora       – Pergine   2-4
Varese    – Alleghe   5-4

giovedì 28 dicembre
Milano RB – Appiano

Classifica
1.Milano RB  57 punti*
2.Appiano    52*
3.Merano     44
4.Pergine    38
5.Fiemme     38
6.Caldaro    32
7.Ora        31
8.Como       26
9.Varese     21
10.Alleghe   17
11.Chiavenna 15
12.Feltre     4
*=una partita in meno

Prossimo turno (22a giornata)
sabato 30 dicembre
Alleghe   – Ora
Appiano   – Varese
Chiavenna – Feltre
Fiemme    – Como
Merano    – Milano RB
Pergine   – Caldaro

Tags: