Bolzano: la terza consecutiva è di rigore, Fehervar battuto 3 a 2

(Comun. stampa HC Bolzano) – L’HCB Alto Adige Alperia centra la terza vittoria consecutiva, battendo il Fehervar AV19 per 3 a 2 ai tiri di rigore. Foxes in vantaggio di due reti, poi rimontati dalla doppietta di Gilbert. Annullato un goal a Domenic Monardo, tra le proteste, a soli 45 secondi dal termine, poi agli shootout le reti di Miceli e Halmo regalano i due punti ai biancorossi. Venerdì sera si replica al Palaonda, quando arriverà il Graz.

La cronaca. Il Bolzano imprime un buon ritmo in avvio di primo tempo, cercando di farsi sentire dalle parti di Carruth, ma senza creare grosse occasioni. I Foxes neutralizzano il primo powerplay ungherese e in inferiorità numerica sfiorano persino il vantaggio: contropiede di Halmo, che stringe verso la porta e si fa fermare dal gambale di Carruth. Tornati in equità numerica, sono gli unghersi ad andare a un passo dall’1 a 0: la retroguardia biancorossa si dimentica di Latendresse, che chiama Tuokkola a un vero e proprio miracolo strappa-applausi. Il match si mantiene sul filo dell’equilibrio, con il Bolzano ancora pericoloso con un contropiede di Miceli e il Fehervar che aumenta la pressione soprattutto nel finale di tempo: alla sirena il risultato è ancora di 0 a 0.

Il goal di Dominic Monardo


Il Bolzano nel secondo parziale prende in mano il controllo del gioco. L’arma in più dei Foxes è il powerplay, sfruttato alla prima occasione: è il minuto 23:11 quando Tomassoni fa partire una conclusione dalla media distanza e sotto porta Angelidis centra il tocco vincente per l’1 a 0. Fehervar indisciplinato e Bolzano in 5 contro 3 pochi minuti dopo: il raddoppio è opera di Domenic Monardo, che non può che appoggiare il disco in rete sul rebound concesso da Carruth dopo il tiro di Angelidis. I padroni di casa continuano a macinare gioco e strappare applausi dal pubblico del Palaonda, poi negli ultimi minuti il Fehervar prova a mettere la testa fuori dal guscio, ma Tuokkola è ancora una volta perfetto prima sul wraparaound di Erdely e poi sulla botta dalla distanza di Uotila. Al 37:49 gli ungheresi riescono però ad accorciare le distanze: tiro di Latendresse nel traffico e ribattuta vincente di David Gilbert. 2 a 1 in favore dei biancorossi dopo 40 minuti.

Bolzano che sfiora più volte il 3 a 1 nel terzo drittel, prima con Tomassoni, che da due passi colpisce in pieno il palo, poi con Halmo che in inferiorità numerica in contropiede spara fuori di pochi centimetri. Con l’uomo in più però gli ungheresi pareggiano i conti, ancora con Gilbert che dalla media distanza beffa Tuokkola tra i gambali. Foxes che resistono poi in penalty killing e a 45 secondi dal termine succede l’incredibile: Monardo va in rete, mandando in delirio il pubblico del Palaonda, ma gli arbitri annullano tutto per un presunto uomo in area di Angelidis.

Il match scivola all’overtime, durante il quale Miceli colpisce in pieno il palo, poi ai rigori lo stesso Miceli e Halmo vanno in goal, Tuokkola ferma due rigori su tre e il Bolzano si porta a casa i due punti.

HCB Alto Adige Alperia – Fehervar AV19 3 – 2 SO [0-0; 2-1; 0-1; 0-0; 1-0]
Reti: 23:11 Mike Angelidis PP1 (1-0); 26:46 Domenic Monardo PP1 (2-0); 37:49 David Gilbert (2-1); 50:58 David Gilbert PP1 (2-2); Rigore decisivo: Mike Halmo
Arbitri: Kellner, Nikolic / Pardatscher, Schauer
Spettatori: 2.460