Il Losanna arresta la corsa dei bianconeri

Lugano sconfitto 5-3 dopo quattro successi di fila. Vermin e Jeffrey ribaltano il gol iniziale di Hofmann. Pareggia Brunner al suo primo gol stagionale, ma Froidevaux riporta in vantaggio gli ospiti. La seconda rete di Hofmann ristabilisce di nuovo l’equilibrio ma non basta Nel periodo conclusivo Froidevaux e Ryser diventano i protagonisti dell’allungo decisivo.

Dopo quattro successi consecutivi, al Lugano non restava altro che cercare di allungare la sua striscia vincente, battendo alla Resega l’ambizioso Losanna, reduce anch’esso da un periodo positivo. Con il rientro in formazione di Sanguinetti, fondamentale per infoltire le linee difensive ridotte all’osso a causa dei tanti infortuni e con Merzlikins di nuovo tra i pali, l’obiettivo sembrava alla portata dei bianconeri che, invece, hanno dovuto fare i conti con la solidità degli ospiti, che non hanno mai mollato, anche dopo essere stati raggiunti, portando a casa tre punti fondamentali per le loro ambizioni di classifica in chiave playoff.

L’approccio al match dei vodesi è stato fin dall’inizio molto intenso. Già dopo 40”, infatti, Pesonen sfuggiva a tutta velocità dalla marcatura di Morini, impegnando il portiere bianconero a un difficile intervento. Passava qualche altro secondo e lo stesso attaccante finlandese colpiva una traversa clamorosa. Il Lugano, dopo lo scampato pericolo, aveva subito modo di rifarsi potendo sfruttare due minuti di superiorità numerica per un fallo di Mieville, ma non riusciva ad approfittarne. La formazione di Sarault continuava ad esercitare una grande pressione creandosi due altre opportunità con Kneubuehler e Froidevaux. Al minuto 07:42, però, sfruttando un power-play, per l’uscita dello stesso Froidevaux (aggancio), Fazzini, nuovo Top Scorer, trovava tutto solo nello slot Hofmann, che non aveva alcuna difficoltà nel mettere il disco alle spalle di Zurkirchen (1-0). Passati in vantaggio, i bianconeri sfioravano subito il raddoppio con Sanguinetti, ma, nell’azione successiva venivano subito raggiunti dal gol di Vermin (1-1) al minuto 10:21.  Qualche disattenzione difensiva di troppo metteva il Losanna nelle condizioni di far male ai bianconeri ma, sia Zangger che Genazzi, trovavano Merzlikins a sbarrar loro la strada per il gol. Nulla però poteva il portiere lettone, al minuto 17:07, sul Top Scorer biancorosso Jeffrey, che, tutto solo nello slot, ottimamente servito da Genazzi, non doveva fare altro che spingere il disco in rete (1-2) al minuto 17:07.

Nel periodo centrale, in una situazione di penalità differita, in seguito a un fallo fischiato a Ryser, Zurkirchen doveva superarsi, per respingere la conclusione di rovescio di Vauclair, lanciato a rete. I bianconeri non ottenevano però nulla dal successivo power-play, eccezion fatta per un tiro di Fazzini deviato dallo stesso portiere biancorosso. Al minuto 26:10, Fazzini trovava la traiettoria perfetta per lanciare a rete Klasen che, in combinazione con Lapierre, sfiorava solo la rete del pareggio. L’attaccante canadese nel prosieguo dell’azione, finiva in panca puniti per sgambetto, ma nonostante ciò l’organizzazione in box-play dei bianconeri, riusciva a neutralizzare la forza d’urto degli attaccanti del Losanna. L’unico pericolo di rilievo, infatti, lo creava il capitano ospite Froidevaux, sul quale era bravo a chiudere Merzlikins. Il più ispirato dei bianconeri alla ricerca continua pareggio, era ancora una volta Fazzini, che ci provava da tutte le posizioni senza successo. Al minuto 32:20, era la volta anche di Hofmann che, dopo essersi scambiato in velocità il disco con Bürgler, mandava di poco a lato da ottima posizione. Con Pesonen in panca puniti per ostruzione, però, la formazione di Ireland trovava con un pizzico di fortuna la rete del pareggio, grazie a una deviazione “sporca” di Brunner, al suo primo gol stagionale (2-2) al minuto 36:20. Gli arbitri dovevano infatti servirsi delle immagini televisive prima di convalidare la rete. I vodesi non si perdevano comunque d’animo, e, dopo soli 30” si riportavano in vantaggio con un gran diagonale di Froidevaux (2-3). Nemmeno il tempo di ripartire con l’ingaggio a centro pista e Hofmann si inventava l’azione del nuovo pareggio, con una conclusione in diagonale che non lasciava scampo a Zurkirchen (3.3) al minuto 38:09.

Nel periodo conclusivo, Vauclair da una parte e Mieville dall’altra si accomodavano subito in panca puniti. Con più spazi a disposizione, erano le idee a mancare alle due compagini che non riuscivano a superarsi. Con il ritorno in pista dei penalizzati, il Losanna trovava prima il gol del vantaggio, ancora con Froidevaux, al termine di un’azione molto ben costruita (3-4) al minuto 45:22 e, successivamente, assestava un colpo da KO ai bianconeri, al termine di un’azione di contropiede ispirata da Pesonen e conclusa con un tiro sotto l’incrocio da Ryser (3-5) al minuto 48:40.  I bianconeri stentavano a trovare una reazione efficace, facendo così il gioco degli ospiti che, con estrema facilità, potevano controllare il prosieguo della partita. Un paio di tentativi di Bertaggia e Ronchetti non riuscivano a sorprendere l’ottimo Zurkirchen e, a poco più di due minuti dal termine, Ireland provava a togliere dalla gabbia Merzlikins, chiamando un time-out nel tentativo di provare a riaprire una partita che sembrava ormai già ampiamente compromessa. I risultati sperati non arrivavano  e il Lugano era costretto a interrompere così la sua serie di quattro successi consecutivi, in attesa della difficile trasferta di domani sera a Zugo, che potrà dire qualcosa di più sul momento dei bianconeri. La vittoria ha permesso invece al Losanna di raggiungere il Ginevra a 39 punti. I vodesi avranno un impegno difficile dovendo affrontare a Malley la capolista Berna

 

Lugano – Losanna  3 . 5 ( 1 . 2 – 2 . 1 – 0 . 2 )

07 : 42  1 . 0  15.Hofmann (17.Fazzini-98.Brunner)  PP1

10 : 21  1 . 1  91.Vermin

17 : 07  1 . 2  15.Jeffrey (79.Genazzi -91.Vermin)

36 : 20  2 . 2  98.Brunner  PP1

36 : 53  2 . 3  40.Froidevaux (94.Zangger-82.Pesonen)

38 : 09  3 . 3  15.Hofmann (17.Fazzini-6.Ronchetti)

45 : 22  3 . 4  40.Froidevaux (79.Genazzi)

48 : 40  3 . 5  68.Ryser (82.Pesonen)

 

Penalità      :  Lugano  3 x 2                                                Losanna  5 x 2

Arbitri         :  Alessandro Dipietro – Daniel Stricker      Linesman : Franco Castelli – Peter Küng

Spettatori  :  5478

Lugano : Merzlikins, Vauclair(A)-Sanguinetti, Hofmann-Lajunen-Bürgler, Riva-Chiesa(C), Klasen-Lapierre(A)-Fazzini(TS), Ronchetti-Sartori, Bertaggia-Sannitz-Brunner, Kparghai-Reuille, Morini-Romanenghi-Walker. All.Ireland.

Losanna : Zurkirchen, Borlat-Junland(A), Danielsson-Jeffrey(TS)-Vermin, Fischer-Genazzi(A), Pesonen-Froidevaux(C)-Zangger, Frick-Schelling, Herren-Mieville-Ryser, Roberts-Thevoz, Conz-In Albon-Kneubuehler. All.Sarault.

Tags: ,