Cade il Renon: si fanno sotto Jesenice ed Asiago.

Questa seconda edizione del AHL è decisamente un campionato affascinante!!! E’ un torneo che ha raggiunto un livello tecnico ed agonistico superiore, rispetto a quello, già buono, della scorsa edizione. Un torneo nel quale nessuna partita ha l’esito scontato, nel quale ogni match può costituire un imprevisto ed insormontabile ostacolo.
Anche stasera questa regola è stata ampiamente rispettata e non c’è quindi molto da stupirsi se la capolista Rittner Buam ha perso a Zell am See di fronte ad una squadra che proveniva da tre sconfitte consecutive che l’avevano fatta precipitare, in classifica generale. I Campioni d’Italia ed AHL si erano portati in vantaggio con una segnatura di Ivan Tauferer ma, nei due tempi successivi, hanno sofferto la rimonta dei padroni di casa che sono andati in goal, due volte, con la linea d’attacco di Vala – Widen – Kolar e, poi, consolidato il vantaggio, nel finale, con il goal a porta vuota di Gregor Koblar. I Buam incassano, in terra austriaca, la terza sconfitta stagionale dopo 18 giornate, una sconfitta dovuta, probabilmente, al grande affaticamento legato agli impegni in Continental Cup. Nonostante la battuta a vuoto, il Renon difende la testa della classifica, ma ha ora un solo punto di vantaggio sulla seconda classificata: lo Jesenice.

La sfida in testa alla classifica si sta facendo veramente rovente anche perché alla, imprevista, sconfitta dei Buam, ha corrisposto la larga vittoria dello Jesenice nei confronti del Cortina e quella dell’Asiago che ha rintuzzato le aspirazioni del Feldkirch.

La formazione allenata da Gaber GLAVIC, al Podmezakla, ha surclassato il Cortina che, anche in terra slovena, ha confermato di attraversare un momento un po’ particolare in quanto la (larga) sconfitta di stasera, arriva, infatti, per i ragazzi di Drew OMICIOLI, dopo quella, subita dall’Egna, appena mercoledì scorso.

L’Asiago ha superato largamente il Feldkirch, nel match, che, alla vigilia, pareva avere l’esito più incerto. La partita è sempre stata, nella mani dei giallorossi che, eccezion fatta per l’assenza di Gellert, si sono presentati al face-off con il roster al completo. Il primo goal è arrivato per merito di Pietroniro che, in superiorità numerica, servito sulla blu ha lasciato partire un missile che è finito sotto l’incrocio dei pali. Anche il 2 a 0 dell’Asiago è arrivato in situazione di powerplay: l’azione è partita da una iniziativa di Dal Sasso il cui tiro è stato respinto da Caffi, ma, per gli stellati, è arrivato Simone Oliviero, pronto a recuperare il puck ed a metterlo in rete. Nel terzo drittel con il Feldkirch che non ci stava a perdere, in diverse occasioni, Nigro e compagni si sono affidati alla bravura di Cloutier che ha salvato la sua gabbia dalla capitolazione. Il 3 – 0 di Enrico Miglioranzi a novanta secondi dalla sirena, ha fatto calare definitivamente il sipario sulla partita. La Migross Supermercati Asiago Hockey con questa vittoria rinsalda la sua terza posizione in classifica ma l’attenzione di tutto l’ambiente è già proiettata al prossimo impegno, in programma mercoledì prossimo, sul ghiaccio dell’HK SZ Olimpija di Lubiana.

L’Egna, ha, di contro, confermato il buon momento di forma, bissando la vittoria di Cortina, nella gara calinga che la opponeva al Fassa. La partita, dopo un primo tempo avaro di emozioni, si sbloccava nel secondo drittel che, dopo una altalena di segnature, si concludeva sul 3-2 per gli ospiti. Le Oche Selvagge, nel terzo tempo, con un parziale di 5-1, ribaltavano completamente il risultato e chiudevano la gara con l’empty-net-goal (goal a porta vuota) di Jakub Musik che fissava il punteggio finale sul 7 a 4 in loro favore.

Il Vipiteno, dopo la sconfitta di mercoledì sera a Kitzbühel, conferma il suo momento negativo, perdendo alla Weihentephan Arena contro i Leoni giallo-verdi del Lustenau.

Il Val Pusteria vince contro il Kitzbühel. Il match si è disputato nell’ambito della BWR & HCP Junior Hockey Night, davanti a 850 spettatori. L’allenatore Petri Mattila ha dovuto fare a meno di Maximilian Leitner, Thomas Erlacher e David Laner, mentre Max Oberrauch ha recuperato in tempo record dalla malattia; a difesa della gabbia dei lupi, Alexander Kinkelin ha offerto una prestazione positiva. Prima della partita c’è stato un minuto di silenzio per la scomparsa del signor Siegfried Ausserhofer, da sempre legato alla formazione hockeystica brunicense. Fin dall’inizio, i lupi hanno premuto sull’acceleratore e Eric Pance e Lukas Tauber hanno avuto sulla stecca le migliori opportunità. Eric Johansson ha aperto le marcature al 17 ‘della partita. Il 35enne è andato in goal dopo il lavoro preliminare di Max Oberrauch spingendo in porta il disco dell’1: 0 vicino alla linea su una ribattuta. La squadra di casa ha iniziato alla grandissima la sezione centrale. Solo 27 secondi dopo la pausa, Patrick Bona ha servito un esemplare passaggio a Eric Johansson che ha sbattuto il disco sotto la traversa. Il Val Pusteria ha mantenuto il controllo del gioco e Nate DiCasmirro, Raphael Andergassen e Alex De Lorenzo Meo sarebbero potuti andare in goal. Dopo poco meno di otto minuti, gli ospiti hanno segnato il loro gol. Il tiro del lettone Olegs Sislannikovs ha colpito Armin Helfer, che ha involontariamente indirizzato il disco nella sua porta. Dopo questo infelice episodio, Raphael Andergassen ha fallito il 3-1 così come Simon Berger che ha vanificato una occasione da ottima posizione. Negli ultimi minuti prima della seconda pausa, le Aquile di Kitzbühel hanno messo sotto pressione la difesa del Val Pusteria che ha stretto i denti anche nel terzo tempo portando a casa una preziosissima vittoria che consente alla formazione di arrampicarsi fino al quinto posto della classifica generale.

Il Gherdëina-valgardena, dà ampi segnali di risveglio ed approfitta del difficile momento della giovane formazione di Klagenfurt per rifilare alle giovani Giubbe Rosse, un pesantissimo 8 a 2.

RISULTATI E CLASSIFICA GENERALE:
HDD SIJ Acroni Jesenice – S.G. Cortina Hafro 5 – 1 (2-0, 1-1, 2-0)
25.11.2017, 18:00. Sportna dvorana Podmezakla di Jesenice. Spettatori: 579.
Arbitri: LESNIAK, OFNER, Bärnthaler, Miklic
MARCATORI: 08:01 1:0 Basic; 14:34 2:0 Tavzelj; 26:29 2:1 Brace; 31:14 3:1 Svetina; 51:37 4:1 Planko; 59:35 5:1 Svetina.

HC Egna/Neumarkt Riwega – HC Fassa Falcons 7 – 4 (0-0, 2-3, 5-1)
25.11.2017, 19:00. Würth Arena di Egna
Arbitri: LEGA, MISCHIATTI, F. Giacomozzi, Terragni
MARCATORI: 22:09 0:1 Mattia Bernard; 28:26 1:1 Martin Graf; 33:34 2:1 PP1 Christian Willeit; 34:51 2:2 Jari Monferone; 39:59 2:3 PP1 Mattia Bernard; 44:49 3:3 PP1 Joseph Harcharik; 53:40 4:3 SH1 Michael Sullmann; 54:57 5:3 Jakub Muzik; 56:33 6:3 Tobias Brighenti; 58:41 6:4 Paolo Bustreo; 59:21 7:4 ENG Jakub Muzik.

EK Zeller Eisbären – Rittner Buam 3 – 1 (0-1, 1-0, 2-0)
25.11.2017, 19:30, Eishalle Zell am See. Spettatori: 1132
Arbitri: GRUMSEN, KUCHER, Bedynek, Haurum
MARCATORI: 19:14 0:1 Ivan Tauferer (Traversa – Borgatello); 39:23 1:1 Petr Vala (Widen – Kolar); 47:16 2:1 Frederik Widen (Koblar – Vala); 59:04 3:1 ENG Gregor Koblar (Oraze).

WSV Vipiteno/Sterzing Broncos Weihenstephan – EHC Alge Elastic Lustenau 2 – 4 (2-1, 0-0, 0-3)
25.11.2017, 19:30. Weihenstephan Arena di Vipiteno. Spettatori: 531.
Arbitri: HÖLLER, VIRTA, Bedana, Kainberger
MARCATORI: 03:32 1:0 Ben Duffy; 10:32 1:1 PP1 Jeffy Ulmer; 17:23 2:1 Denny Deanesi; 41:12 2:2 Maximilian Wilfan; 56:39 2:3 PP1 Jason DeSantis (Ulmer – Stastny); 58:34 2:4 EN SH1 Jason DeSantis (Stastny).

HC Lupi Val Pusteria/Pustertal Wölfe – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 2 – 1 (1-0, 1-1, 0-0)
25.11.2017, 20:00. Stadio Lungo Rienza di Brunico
Arbitri: LAZZERI, RUETZ, Piras, Tschrepitsch. Spettatori: 850.
MARCATORI: 16:10 1:0 Eric Johansson (Oberrauch – Althuber); 20:27 2:0 Eric Johansson (Bona – Elliscasis); 27:56 2:1 PP1 Oleg Sislannikovs (Orsagh);

HC Gherdëina valgardena.it – EC KAC II 8 – 2 (2-1, 3-1, 3-0)
25.11.2017, 20:30. Stadio Pranives di Selva di Val Gardena. Spettatori: 320.
Arbitri: KAMSEK, MORI Bergant, Rigoni
MARCATORI: 01:03 0:1 Benjamin Rassl (Hammerle – Steffler); 05:40 1:1 PP2 Linus Lundström (Roupec – Vinatzer); 07:54 2:1 Radek Deyl (Costa – Kostner); 28:27 3:1 PP1 Gabriel Vinatzer (Roupec – Lundström); 36:39 4:1 Gabriel Senoner (Costa D – Nocker); 38:56 4:2 Kevin Schettina (Kern – Kraus); 39:55 5:2 PP2 Colin Long (Roupec – Eastman); 40:18 6:2 PP1 Derek Eastman (Long – Roupec); 43:41 7:2 Derek Eastman (Long – Lundström); 48:01 8:2 Andreas Vinatzer (Senoner – Pitschieler).

Migross Supermercati Asiago Hockey – FBI VEU Feldkirch 3 – 0 (1-0, 1-0, 1-0)
25.11.2017, 20:30. Stadio Hodegart di Asiago
Arbitri: MOSCHEN, STRASSER, Egger, Kalb
MARCATORI: 14:25 1:0 PP1 Phil Pietroniro (Nigro – Scandella); 38:38 2:0 PP1 Simone Olivero (Dal sasso – Miglioranzi); 58:29 3:0 Enrico Miglioranzi (Scandella – Nigro).

Domani, 26.11.2017, 18:00: Sportna dvorana Podmezakla di Jesenice, è in programma la partita fra: HDD SIJ Acroni Jesenice – EC KAC II. Arbitri: DURCHNER, LENDL, Bizalj, Libiseller

CLASSIFICA GENERALE:
1 – Rittner Buam (18 gare) 42 punti.
2 – HDD SIJ Acroni Jesenice (18 gare) 41 punti,
3 – Migross Supermercato Asiago Hockey 1935 (18 gare) 39 punti,
4 – HK SZ Olimpija/Olimpia Lubiana (19 gare) 35 punti,
5 – HC Lupi Val Pusteria / HC Pustertal Wölfe (19 gare) 34 punti,
6 – WSV Vipiteno Broncos Weihenstephan (18 gare) 33 punti,
7 – FBI VEU Feldkirch (18 gare) 33 punti,
8 – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro (19 gare) 30 punti,
9 – EC Bregenzerwald (19 gare) 30 punti,
10 – EK Zeller Eisbären (19 gare) 28 punti,
11 – EHC Alge Elastic Lustenau (18 gare) 25 punti
12 – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel, (18 gare) 24 punti,
13 – Red Bull Hockey Juniors (14 gare) 22 punti,
14 – HC Fassa Falcons (18 gare) 17 punti,
15 – HC Egna /Neumarkt Riwega (19 gare) 15 punti.
16 – HC Gherdëina valgardena.it (19 gare) 15 punti,
17 – EC-KAC II Klagenfurt (19 gare) 2 punti.

Tags: