CHL: impresa Liberec, eliminato il Frölunda. Ribaltoni anche per Berna e Växjö

Il Frölunda non potrà più difendere i due titoli di Champions Hockey League conquistati nelle ultime due edizioni della massima competizione europea per club. Fermati dal Liberec, toccherà ai connazionali del Växjö Lakers e Brynäs tenere alta la bandiera svedese. La Repubblica Ceca, oltre alle Tigri bianche, sarà rappresentata dal Trinec e dal Brno.  La Svizzera è rimasta in corsa con Berna e Zurigo, mentre lo scontro fratricida tra formazioni finlandesi ha premiato il JYP Jyväskylä.

Al Liberec riesce l’impresa di eliminare i campioni in carica del Frölunda grazie ad un terzo tempo perfetto. Il parziale di 2-1 per gli Indians e il rigore fallito da Lakatos, dopo 40’ di gioco, non faceva presagire al crollo degli svedesi, i quali, incassato il pareggio di Smid e il capovolgimento di Plutnar, non sono più riusciti a mettere in atto il controsorpasso che li ha costretti al supplementare diventato la loro tomba sigillata da Bulir.  

Il Tappara Tampere si prende la rivincita nel derby finnico, ma a passare il turno è il JYP Jyväskylä che gestisce la gara per due tempi ribaltando lo vantaggio di Kuusela con Suomela e Kalteva. Nonostante l’assedio nell’ultima frazione, e la riaccesa speranza con Jarvinen e Peltola, il Tampere sbatte contro le barricate avversarie senza riuscire più a bucare la gabbia avversaria.

Il Trinec bissa con lo stesso punteggio dell’andata il successo di Malmö. I cechi mettono in chiaro le loro intenzioni con Marcinko, tuttavia gli svedesi, trovato il pareggio con Bryggman in inferiorità a meno di 4’ dalla sirena, sognano di pareggiare il computo totale dei goal; il brusco risveglio, a 18” dalla sirena, avviene per mano di Cienciala a porta vuota.

A Gävle, l’Adler Mannheim colpisce a freddo con Setoguchi, assistito dal nazionale italiano Thomas Larkin (sanzionato nei minuti finali con un doppio 5+20 per una carica pericolosa su Paille) e si illude di poter riaprire il discorso qualificazione contro il Brynäs. Il forechecking praticato dagli scandinavi nel terzo tempo, innervosisce i tedeschi, che chiudono il match con altre due penalità partita, e spegne ogni ardore teutonico con Blomqvist, in power play, e Olund, a porta vuota. 

La scuderia Red Bull abbassa le serrande della Champions Hockey League: a Växjö, il Salisburgo, incassato il goal di Calof, incrementa il 2-1 dell’andata con Harris (in superiorità) e Raffl nella frazione iniziale. La riscossa dei Lakers porta i nomi di Bokk, Rondbjerg e Josefsson. Tornati in partita con Schremp in power play, ogni velleità austriaca è cancellata da Pattersson.
Il Monaco, dopo due periodi chiusi in parità, subisce il cinismo del Berna nella frazione finale concretizzatosi con i colpi di Hischier, Bodenmann ed Ebbett.

Il Kometa Brno si riconferma contro lo Zugo anche in Svizzera: dopo un primo tempo chiuso sull’1-1, i cechi pigiano sull’acceleratore con Mlynar e Mallet (in superiorità) nella frazione centrale, successivamente prendono il largo con Bartejs (in power play) e Nahodil.

Lo Zurigo cala un altro tris ed interrompe la favola del Nottingham Panthers con la doppietta di Pattersson e il goal di Wick.

La Champions Hockey League riprenderà il 5 e 6 dicembre con l’andata dei quarti di finale, il ritorno è in programma il 12 dicembre.

 

Risultati ottavi di finale
                                                andata  ritorno totale
Tappara Tampere (FIN) – JYP Jyväskylä (FIN)       1-3     3-2     4-5
Zugo (SUI) – Kometa Brno (CZE)                    3-4     2-5     5-9
Brynäs (SWE) – Adler Mannheim (GER)               3-2     2-1     5-3
Ocelári Trinec (CZE) – Malmö Redhawks (SWE)       2-1     2-1     4-1
Växjö Lakers (SWE) – Salisburgo (AUT)             1-2     5-3     6-5
Monaco (GER) – Berna (SUI)                        3-2     2-5     5-7
Nottingham Panthers (GBR) – Zurigo (SUI)          1-3     0-3     1-6
Frölunda Indians (SWE) – Bílí Tygri Liberec (CZE) 3-2     4-6ot   7-8

Accoppiamenti quarti di finale (andata 5-6/12, ritorno 12/12)
JYP Jyväskylä (FIN) – Kometa Brno (CZE)
Brynäs (SWE) – Ocelari Trinec (CZE)
Växjö Lakers (SWE) – Berna (SUI)
Zurigo (SUI) – Bili Tygri Liberec (CZE)

Tags: