I Buam vincono ancora ed allungano sulle rivali

Undicesima Giornata Alps Hockey League: 21.10.2017:
I Rittner Buam non mollano: stravincono contro il malcapitato Val Gardena ed allungano, approfittando anche di un mezzo passo falso casalingo dello Jesenice. Nelle alte posizioni di classifica spicca la vittoria del Vipiteno che approfittando di un Cortina decisamente penalizzato dalla (lunga) squalifica rimediata da Zachary Torquato, ottiene i tre punti e vola alle spalle delle quattro formazioni (Buam, Asiago, e le due slovene) che, finora hanno mostrato di avere una marcia in più rispetto alle altre.
Nelle bagarre accesasi per la conquista dell’ottava poltrona, spicca la sconfitta del Val Pusteria che viene scavalcata proprio dal Bregenzerwald, vincente sui Lupi, proprio nella gara di Dornbirn.

La lunga serata si apriva già nel pomeriggio allorquando veniva disputata la gara che apriva le danza di questo ricchissimo weekend, si disputava allo Stadthalle di Klagenfurt e si concludeva con (l’ennesima) pesante, sconfitta della formazione di casa, che, dopo un positivo primo drittel chiuso addirittura in vantaggio, subisce, nei seguenti quaranta minuti di gioco, un pesantissimo parziale di sei reti a zero.
EC KAC II – EHC Alge Elastic Lustenau 1-6 (1-0, 0-3, 0-3)
Ore 16.00, Stadthalle Klagenfurt, spettatori: 117. Arbitri: BENVEGNU, BULOVEC, Arlic, Giacomozzi.
MARCATORI: 09:42 1:0 EQ KA2 Matthias Kern; 20:42 1:1 EQ EHC Philipp Koczera; 28:12 1:2 GWG EQ EHC Dominik Oberscheider; 39:33 1:3 EQ EHC Dmitry Malgin 41:54 1:4 PP1 EHC Philipp Koczera; 45:31 1:5 PP1 EHC Jurgen Tschernutter; 56:20 1:6 EQ EHC Dmitry Malgin.

Lo Jesenice recupera una gara che ai due terzi della stessa, pareva assolutamente compromessa. Il Feldkirch, alla fine del secondo drittel, era infatti padrona del ghiaccio, conducendo 4 a 1 al Dvorana Podmezakla di Jesenice. A sorpresa, per, la formazione slovena riusciva con una grande prova di carattere a recuperare il risultato ed a pareggiare il conto ed a portare gli avversari all’extra time. All’overtime, invece, nessuna delle due formazioni riusciva a superare l’altra e l’esito del match si risolveva ai tiri di rigore dove coronando la lunga rimonta, la formazione di casa, riusciva alfine a primeggiare.
HDD SIJ Acroni Jesenice – FBI VEU Feldkirch 5-4 d.t.r. (1-2, 0-2, 3-0, 0-0, 1-0)
Ore 18.00, Dvorana Podmezakla Jesenice, Spettatori: 700, Arbitri: PIANEZZE, RUETZ, Cristeli, Rinker
MARCATORI: 02:59 1:0 EQ JES Luka Basic; 04:27 1:1 EQ VEU Stephan Wiedmaier; 11:45 1:2 GWG EQ VEU Martin Mairitsch; 22:18 1:3 EQ VEU Dylan Stanley; 27:32 1:4 EQ VEU Draschkowitz, 50:19 2:4 EQ JES Cimzar, 56:50 3:4 EQ JES Cimzar, 57:10 4:4 EQ JES Sturm,

I giovani Red Bull di Salisburgo riescono a superare, ai tiri di rigori, le Oche Selvagge di Egna. I padroni di casa, che a metà gara vincevano per 4 a 1, hanno, forse, considerato di aver messo in ghiaccio i tre punti e si sono lasciati recuperare dalla formazione della bassa atesina che si è fatta sotto con un goal di Sullmann ed una doppietta di Harcharik. Il match si decide, quindi ai tiri di rigore dove decide una trasformazione del salisburghese Nicolas Strodel.
Red Bull Hockey Juniors – HC Neumarkt Riwega 5-4 d.t.r. (3-1, 1-0, 0-3, 0.0, 1-0)
Ore 19.15, Eisarena Salzburg, Spettatori: 107; Arbitri: DURCHNER, LESNIAK, Bergant, Libiseller
MARCATORI: 01:25 0:1 EQ HCN Muzik; 07:40 1:1 PP1 RBJ Witting 08:33 2:1 EQ RBJ Jakubitzka; 14:44 3:1 EQ RBJ Jakubitzka; 32:19 4:1 GWG EQ RBJ Kainz; 46:58 4:2 PP1 HCN Sullmann; 49:37 4:3 EQ HCN Harcharik; 52:35 4:4 PP1 HCN Harcharik. GWS 65:00 5:4 PS GWG EQ RBJ Nicolas Strodel.

Il Vipiteno supera il Cortina al termine di una gara molto combattuta e dall’esito assai incerto fino alla sirena. Con i tre punti conquistati, i Broncos saltano al quinto posto in classifica una posizione assai intrigante che premia il lavoro e l’abnegazione dei ragazzi allenati da JAN Ivo. Per il Cortina, inutile negarlo, pesa da morire l’assenza per la lunga squalifica di Torquato.
WSV Sterzing Broncos Weihenstephan – S.G. Cortina Hafro 5-4 (3-1, 0-0, 2-3)
Ore 19.30, Weihenstephan Arena di Vipiteno: Arbitri: BAJT, MISCHIATTI, Bizalc, Rigoni
MARCATORI: 01:05 1:0 PP1 WSV Bahensky; 03:50 2:0 EQ WSV Mantinger; 07:32 3:0 EQ WSV Hackhofer; 14:56 3:1 EQ SGC Ciccarrello; 48:54 3:2 EQ SGC Barnabo; 50:11 3:3 EQ SGC Zandonella; 53:04 4:3 EQ WSV Duffy; 53:22 5:3 GWG EQ WSV Felicetti; 54:52 5:4 PP1 SGC Caletti.

Il Val Pusteria, dopo la positiva prestazione casalinga di mercoledì scorso, esce ridimensionato dalla gara esterna del Messestadion di Dornbirn, dove subisce una pesante sconfitta per 4 a 2. La formazione del Voralberg, grazie ai tre punti conquistati stasera, supera proprio i Lupi in classifica generale
EC Bregenzerwald – HC Lupi Val Pusteria / Pustertal Wölfe 4-2 (2-1, 2-1, 0-0)
Ore19.30, Messestadion, Dornbirn, spettatori: 539, Arbitri: KUCHER, VIRTA, Holzer, Stefenelli
MARCATORI: 02:44 1:0 EQ ECB Ban, 07:19 1:1 SH1 PUS Ringrose; 16:00 2:1 GWG PP1 ECB Haidinger; 27:45 3:1 EQ ECB Pöschmann; 32:37 4:1 PP1 ECB Mörsky; 38:42 4:2 PP1 PUS Patrick Bona,

L’Olimpia di Lubiana stravince all’ Eishalle di Zell am See e si rilancia in classifica generale. La gara, alla vigilia, classifica alla mano, pareva avere un esito assai incerto in quanto solo un punticino separava le due formazione nella tabella generale. Invece, sul ghiaccio gli sloveni hanno dato l’impressione di avere una marcia in più, conquistando, senza apparente sforzo, i tre punti in palio e rintuzzando il tentativo di essere superati dagli gli orsi polari e distanziandoli conseguentemente, in classifica.
EK Zeller Eisbären – HK SZ Olimpija Lubiana 2-5 (0-1, 1-2, 1-2)
Ore 19.30, Eishalle Zell am See; Arbitri: LAZZERI, SUPPER, Legat, Wiest
MARCATORI: 09:34 0:1 EQ HKO Kralj; 20:28 0:2 PP1 HKO Zajc; 22:15 0:3 GWG EQ HKO Hebar; 24:11 1:3 PP1 EKZ Wilfan; 43:58 1:4 EQ HKO Pesjak; 50:14 2:4 PP1 EKZ Laine; 56:28 2:5 EQ HKO Snoj.

Il match del Pranives non ha storia, i Buam sono troppo forti per le furie rosso-blu che, davanti agli attacchi die campioni AHL non possono che opporre una flebile resistenza. Con i tre punti, i ragazzi di Riku LEHTONEN salgono a quota ventinove, e rafforzano la loro leadership sul torneo.
HC Gherdeina valgardena.it – Rittner Buam 2-8 (0-3, 1-4, 1-1)
Ore 20.30, Stadio del Ghiaccio Pranives di Selva di Val Gardena / Wolkenstein; spettatori: 284; Arbitri: PODLESNIK, WIDMANN, Bedynek, Tschrepitsch.
MARCATORI: 05:41 0:1 SH1 RIT Bradley Cole; 08:59 0:2 GWG EQ RIT Alex Frei; 17:57 0:3 EQ RIT Viktor Ahlström; 21:09 1:3 PP1 GHE Gabriel Vinatzer; 24:05 1:4 EQ RIT Alex Frei; 31:44 1:5 PP1 RIT Thomas Spinell; 33:10 1:6 EQ RIT Viktor Ahlström; 34:19 1:7 EQ RIT Simon Kostner; 45:19 1:8 PP2 RIT Bradley Cole; 56:18 2:8 EQ GHE Benjamin Kostner.

L’Asiago vince, soffrendo forse più del preventivabile, il match casalingo contro le Aquile di Kitzbühel. La gara si era messa in discesa per i ragazzi di Tom Barasso che a metà del secondo drittel conducevano 4 a 0. Forse, anche approfittando di un certo, comprensibile, appagamento, gli ospiti si facevano sotto e segnando tre goal in dieci minuti, mettevano pressione ai Leoni dell’Altopiano che chiudevano la gara con Bardaro a meno di un minuto dalla fine.
Migross Supermercati Asiago Hockey – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 5-3 (2-0, 2-1, 1-2)
Ore 20.30, Odegar di Asiago, spettatori 920, Arbitri: LEGA, MORI, Basso, Terragni.
MARCATORI: 14:07 1:0 GWG EQ ASH Giulio Scandella; 15:54 2:0 PP1 ASH Gellert; 25:47 3:0 EQ ASH Conci; 33:21 4:0 GWG EQ ASH Anthony Nigro; 35:55 4:1 PP2 KEC Fekti; 43:41 4:2 EQ KEC Eriksson; 45:23 4:3 EQ KEC Sprukts; 59:10 5:3 PP1 ASH Anthony Bardaro.

CLASSIFICA GENERALE:
Rittner Buam (11 gare) 29 punti.
Jesenice (10 gare) 26 punti,
Asiago (10 gare) 24 punti,
Olimpia Lubiana (12 gare) 24 punti,
Vipiteno (10 gare) 20 punti,
Zell Am See (12 gare) 20 punti,
Cortina (12 gare) 20 punti,
Bregenzerwald (12 gare) 19 punti,

Val Pusteria (12 gare) 17 punti,
Feldkirch (9 gare) 14 punti,
Fassa (10 gare) 14 punti,
Kitzbühel, (10 gare) 14 punti,
Lustenau (10 gare) 12 punti,
Salisburgo (10 gare) 10 punti,
Val Gardena (11 gare) 6 punti,
Egna / Neumarkt (11 gare) 4 punti.
Klagenfurt (11 gare) 0 punti.

Tags: