Bolzano rimontato e sconfitto al Palaonda, il Villach la spunta 4 a 3

(Comun. stampa HC Bolzano) – Dolorosa sconfitta casalinga per l’HCB Alto Adige Alperia, che sciupa un vantaggio di 2 a 0 prima e di 3 a 2 poi, cadendo per 4 a 3 contro il Villach. Doppietta per Robert Hickmott, che nel terzo drittel piega i Foxes, in goal invece con DeSousa, Petan e Halmo. Dopo il match successo comunque per il Family Day, che ha portato sul ghiaccio tanti bambini e ragazzi con i giocatori biancorossi.

La cronaca. Primo tempo strepitoso dei Foxes, che dopo due minuti e 29 secondi passano a condurre: gran disco di Halmo per DeSousa, che approfitta di un cambio delle linee non perfetto degli austriaci per presentarsi davanti a Kickert e batterlo con un siluro all’incrocio dei pali. Poco dopo i biancorossi possono giostrare per la prima volta in powerplay e ancora una volta lo special team è letale: è sempre Halmo il playmaker, questa volta a finalizzare però ci pensa Alex Petan che dalla media distanza fredda ancora l’estremo difensore ospite. Il Villach, incassato l’uno-due biancorosso, prova a reagire, senza però creare grossi pericoli dalle parti di Melichercik, nemmeno con l’uomo in più. E’ ancora Petan poi a sfiorare la rete del 3 a 0, con il puck che si infila sotto il braccio di Kickert e viene poi salvato quasi sulla linea da un terzino biancoblu. Foxes avanti per 2 a 0 alla prima sirena.

Il Bolzano non riesce a concretizzare un lungo powerplay in avvio di periodo centrale ed è poi il Villach a prendere in mano le redini del gioco: con l’uomo in più i carinziani sfiorano il goal con Glenn e Stebih, fermati da un monumentale Melichercik, ma accorciano comunque le distanze in un successivo powerplay grazie a Shields, fortunato a trovarsi il disco sulla stecca su un tentativo di liberazione di Gander. Foxes che fanno un po’ fatica a ritrovarsi dopo il goal incassato, con la linea Petan-DeSousa-Halmo che continua comunque a creare grossi pericoli dalle parti di Kickert. Dall’altra il VSV cerca con insistenza il pareggio e lo sfiora con Schlacher, che viene fermato ancora dall’estremo difensore biancorosso. Bolzano che non concretizza un altro powerplay e squadre per la seconda volta negli spogliatoi sul punteggio di 2 a 1.

Nel terzo drittel accade davvero di tutto. I Foxes partono bene, ma al 44:20 un clamoroso infortunio di Marchetti apre la strada al pareggio austriaco: l’attaccante biancorosso, nel proprio terzo difensivo, cerca di agguantare il puck con il guanto, il disco però gli finisce in bocca e con Marchetti dolorante Leiler recupera il disco e lo spara alle spalle di Melichercik. La reazione del Bolzano però non si fa attendere e 64 secondi più tardi DeSousa lancia Petan, disco in mezzo per Halmo che da due passi fa 3 a 2 mandando in delirio i 3.000 del Palaonda. Ma non è ancora finita. Egger finisce in panca puniti per ritardo di gioco e poco più di un minuto dopo Hickmott in powerplay pareggia nuovamente i conti. E’ sempre l’attaccante numero 16 ad elevarsi a giustiziere dei Foxes: al 52:08 Hickmott salta Tomassoni e batte Melichercik sul suo palo. L’assalto finale del Bolzano non sortisce l’effetto sperato, nonostante una clamorosa occasione sulla stecca di Angelidis all’ultimo istante. Il Villach vince per 4 a 3.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio nel weekend per una doppia trasferta “on the road”: venerdì sera a Vienna, sabato invece a Znojmo.

HCB Alto Adige Alperia – EC VSV 3 – 4 [2-0; 0-1; 1-3]
Reti: 02:29 Chris DeSousa (1-0); 07:12 Alex Petan PP1 (2-0); 29:07 Dave Shields PP1 (2-1); 44:20 Valentin Leiler (2-2); 45:24 Mike Halmo (3-2); 46:45 Jordan Hickmott PP1 (3-3); 52:08 Jordan Hickmott (3-4)
Arbitri: Berneker, Smetana / Bärnthaler, Kontschieder
Spettatori: 3.000

Tags: