Il Renon alza la sua terza Supercoppa italiana

Milano e Renon si sono ritrovati all’Agorà per contendersi un trofeo dopo due anni e nove mesi dalla finale di Coppa Italia del 2015, questa volta l’occasione è rappresentata dalla Supercoppa italiana. Ancora una volta sono gli altoatesini ad aggiudicarsi il bottino, sebbene il risultato finale non deve trarre in inganno, perché i meneghini, seppur contro una formazione che ha dominato nel primo tempo, hanno lottato mettendo sul ghiaccio tanto cuore e molta grinta.

I Buam tengono fede all’accordo preso con i milanesi e si presentano senza stranieri: con Cole ancora oltreoceano, il posto di Killeen tra i pali è occupato da Hannes Treibenreif, goalie della Nazionale Under 20; in prima linea i gemelli Ahlström vengono rimpiazzati da Traversa e Tudin, mentre Simon Kostner, spostato in seconda linea, lascia il posto a Thomas Spinell. Coach Lehtonen deve rinunciare ad Andreas Alber e Max Ploner. Al completo invece il Milano.

I padroni giocano senza timore reverenziale nei confronti di una formazione di livello superiore, la prima conclusione della partita è del neoacquisto Raimondi, il cui diagonale è deviato dal Hannes Treibenreif. Dalla parte opposta Tura è chiamato a sventare le conclusioni ravvicinate di Markus Spinell e Stefan Mair, tuttavia la formazione altoatesina gioca a memoria e , all’affondo successivo, passa in vantaggio con Tudin, il quale, libero da marcature, tocca quanto basta il disco passatogli orizzontalmente da Thomas Spinell. I rossoblù rispondono con due conclusioni di Radin. Da un errore di Ilic in difesa, Tudin sfiora il raddoppio, ma la traversa gli nega il goal, nel rovesciamento di fronte Perna spreca.  La partita è giocata a ritmi elevati e senza interruzioni di sorta, l’appuntamento con il goal per gli ospiti è rinviato al 7.11, quando Julian Kostner buca la gabbia di Tura con un goal fotocopia del precedente. Il Milano accusa il colpo, la presenza in attacco è rara quanto improduttiva, mentre in difesa Schina, al 14.42, stende Markus Spinell proiettato verso Tura, gli arbitri decretano il rigore, sbagliato malamente dallo stesso giocatore. Al primo power play a favore gli uomini di Lehtonen ne approfittano per allungare con il diagonale di Tudin.

Nel secondo tempo i Buam mettono subito sotto pressione la formazione saimina, la quale, al primo affondo sfiora il goal con Migliore, nel proseguo dell’azione Fink sgambetta un avversario venendo sanzionato dagli arbitri. In superiorità Capitan Re, posizionato davanti allo slot, accorcia finalizzando il passaggio Perna. 1’20” più tardi il Milano rimane con un uomo in meno per il fallo di Terzago, gli ospiti non si lasciano pregare e calano il poker con Tauferer che insacca approfittando del rebound concesso da Tura. I Rittner Buam un pieno controllo della gara devono incassare la fucilata di Borghi che accende le speranze dei rossoblù di tornare in partita. Il goal riaccende i milanesi: Migliore infiamma il PalAgorà con una conclusione ravvicinata finita a lato, preludio dei tentativi di Petrov, Terzago e Schina. In trance agonistica i padroni di casa chiudono nel terzo difensivo il Renon, Borghi ha una chiara occasione da goal, alla quale si oppone Hannes Treibenreif, seguito poco dopo da Perna. Il buon momento dei rossoblù è spento da Traversa, il quale mostra agli spettatori quando il Renon sa essere cinico e, con un magistrale contropiede, buca il five hole di Tura.

In apertura di terzo periodo Dan Tudin, in inferiorità, infila il portiere milanese con un diagonale senza pretese. Tauferer ed Eisath, in poco più di 1’, commettono due falli che lasciano i propri compagni in tre per 41”, il Milano prende possesso del terzo d’attacco senza riuscire a trovare la via del goal. Da una discesa sulla sinistra innescata da Raimondi, Vanetti, su assist di Asinelli, realizza il terzo goal dei padroni di casa, le distanze vengono prontamente ristabilite da Simon Kostner, lesto a deviare il tiro di Borgatello in situazione di quattro contro quattro. Nel finale Frei arrotonda il punteggio sul definitivo 8-3.

Rittner Buam – Milano Rossoblu 8-3 (3-0; 2-2; 3-1)
Rittner Buam: Hannes Treibenreif (Roman Treibenreif); Christian Borgatello – Stefan Mair – Andreas Lutz – Ivan Tauferer – Roland Hofer – Christoph Vigl; Tommaso Traversa – Dan Tudin – Thomas Spinell – Alex Frei – Julian Kostner – Simon Kostner – Kevin Fink – Hanno Tauferer – Johannes Fauster – Philipp Pechlaner – Alexander Eisath – Markus Spinell. Coach: Riku Petteri Lehtonen
Milano Rossoblu: Alessandro Tura (Riccardo Pignatti); Andrea Schina – Stefan Ilic – Andreas Radin – Alessandro Re – Lorenzo Piccinelli – Fabrizio Senoner – Daniel Belloni – Andrea Fadani; Marcello Borghi – Aleksandr Petrov – Andrea Vanetti – Simone Asinelli – Tommaso Terzago – Domenico Perna – Federico Colombo – Tommaso Migliore – Edoardo Raimondi – Andrea Pirelli – Mattia Alario – Davide Xamin. Coach: Massimo Da Rin
Arbitri: Andrea Benvegnù e Patrick Gruber Linesmen: Christian Cristeli e Matthias Cristeli
Penalità: Rittner Buam 12 (0/4/8) – Milano Rossoblu 12 (2/4/6)
Tiri: Rittner Buam 49 (21/14/14) – Milano Rossoblu 35 (9/16/10)
Marcatori: (1-0) 02.46 Dan Tudin (Thomas Spinell); (2-0) 07.11 Julian Kostner (Christian Borgatello – Markus Spinell); (3-0) 18.01 Dan Tudin (Tommaso Traversa – Andreas Lutz) PP; (3-1) 22.47 Alessandro Re (Marcello Borghi – Domenico Perna) PP; (4-1) 25.08 Ivan Tauferer (Alex Frei – Christian Borgatello) PP; (4-2) 30.28 Marcello Borghi; (5-2) 35.21 Tommaso Traversa; (6-2) 41.40 Dan Tudin (Julian Kostner); (6-3) 52.37 Andrea Vanetti (Simone Asinelli – Edoardo Raimondi); (7-3) 53.49 Simon Kostner (Christian Borgatello)(4 contro 4); (8-3) 56.49 Alex Frei (Simon Kostner) PP
Spettatori: 1.549

ALBO D’ORO SUPERCOPPA

2001 HCJ Milano (Asiago – Milano 1-3)
2002 HCJ Milano (Milano – Asiago 5-2)
2003 Asiago HAS (Milano – Asiago 0-1)
2004 HC Bolzano (Milano – Bolzano 3-5)
2005 non disputata
2006 HCJ Milano (Final Four – Finale: Milano – Ritten 6-2)
2007 HC Bolzano (Cortina – Bolzano 0-1)
2008 HC Bolzano (Bolzano – Pontebba 6-3)
2009 Ritten Sport (Ritten – Bolzano 5-1)
2010 Ritten Sport (Asiago – Ritten 0-3)
2011 HC Val Pusteria (Val Pusteria – Asiago 3-1)
2012 HC Bolzano (Cortina – Bolzano 3-4r)
2013 Asiago Hockey 1935 (Asiago – Valpellice 1-0)
2014 Hc Val Pusteria Lupi (Rittner Buam – Val Pusteria 3-4)
2015 Asiago Hockey 1935 (Asiago – Rittner Buam 2-1)
2016 HC Val Pusteria Lupi (Rittner Buam – Val Pusteria 1-3)
2017 Rittner Buam (Rittner Buam – Milano Rossoblu 8-3)

Tags: