NL: grande equilibrio al vertice

Diventa sempre più appassionante la lotta al vertice nel campionato di NL con un quintetto di testa racchiuso in soli tre punti. Comanda lo Zugo, che ha ottenuto due vittorie in questo fine settimana. La formazione di Kreis, ben supportata dalla qualità dei propri stranieri, in special modo Stalberg, dopo aver violato la Valascia (4-1),  si è ripetuta di fronte al pubblico amico, regolando (2-0) un deludente Ginevra, che fatica ad assimilare il nuovo sistema di gioco di coach Woodcroft, grazie alle reti in doppia superiorità numerica di Roe e al rigore del solito Stalberg, al suo settimo sigillo stagionale.

Si mantiene ad un solo punto il Berna (seppur con una partita in meno), che, dopo aver seppellito di reti (9-2) il malcapitato Kloten, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie, per disporre del Friborgo (5-4), sconfitto grazie al gol nell’overtime di Arcobello. I campioni in carica hanno mostrato ancora una volta tutta la loro solidità recuperando tre reti di svantaggio, frutto della partenza lanciata dei burgundi, guidati dall’inossidabile Sprunger e dal rientrante Cervenka.

La formazione di French si mantiene comunque a contatto dei primi, in una settimana che l’ha vista scendere sul ghiaccio per ben tre volte. Martedì nel successo casalingo (5-2) contro il Ginevra e, a Langnau, con una sconfitta un po’ a sorpresa (3-2), in un match deciso nel periodo conclusivo dalla rete di Gagnon.

Chi sta davvero bene è il Lugano, giunto al quarto successo consecutivo. Dopo aver espugnato le Vernets di Ginevra (4-0)  grazie  alle doppiette di Sanguinetti e Hofmann e ad aver ritrovato un power-play convincente, la formazione di Ireland ha replicato contro il Bienne (5-2) seppur con qualche patema all’inizio del periodo conclusivo (leggi la cronaca). Ora la vetta dista solo due punti.

Percorso netto anche per il Davos, che dopo aver sbancato la Tissot Arena di Bienne (3-2), grazie alle reti di Ambühl, Little e Marc Wieser,  ha bissato il successo in casa contro lo Zurigo (4-1), grazie alle due reti a porta vuota nei minuti finali realizzate da Sciaroni e lo stesso Little, con gli ospiti che avevano richiamato in panchina il proprio portiere Flüeler nel tentativo disperato di raggiungere la parità.

Dall’ottavo posto in poi si sta giocando per ora un altro campionato, con la classifica spaccata in due tronconi. Detto del Langnau, ottavo, che dopo il successo contro il Friborgo, ha portato a casa due punti anche da Losanna, grazie al gol in overtime di Dostoinov,  rimane aggrappato alla linea l’Ambrì, nono, che finalmente ha potuto riassaporare il gusto del successo, andando a vincere (5-1) contro il derelitto Kloten, in gol tra gli altri i due “italiani” Plastino e Kostner. Chiudono la graduatoria nell’ordine Losanna, Ginevra (tre sconfitte nella settimana) e Kloten, con il misero bottino di sei punti conquistati. Il campionato, conseguenza di un calendario davvero bizzarro, riprenderà già lunedì prossimo con l’Ambrì impegnato nella difficile trasferta di Zurigo. Il Lugano tornerà in pista invece venerdì a Friborgo.

 
Risultati

martedì 3 ottobre
Friborgo – Ginevra  5-2

venerdì 6 ottobre
Biel     – Davos    2-3
Langnau  – Friborgo 3-2
Ginevra  – Lugano   0-4
Berna    – Kloten   9-2
Ambrì    – Zugo     1-4

sabato 7 ottobre
Davos    – Zurigo   4-1
Kloten   – Ambrì    1-5
Lugano   – Biel     5-2
Losanna  – Langnau  3-4 ot
Zugo     – Ginevra  2-0
Friborgo – Berna    4-5 ot

Classifica LNA (dopo 11 giornate)
1.Zugo      25 punti
2.Berna     24*
3.Lugano    23
4.Davos     22
5.Friborgo  22***
6.Biel      17
7.Zurigo    17
8.Langnau   11
9.Ambrì     10
10.Losanna   9**
11.Ginevra   9
12.Kloten    6
*=una partita in meno
**=due partite in meno
***=una partita in più


Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.A.Ebbett      (Berna)   18     (5+13)
2.V.Stalberg    (Zugo)    15     (7+8)
3.G.Roe         (Zugo)    15     (5+10)
4.G.Haas        (Berna)   14     (5+9)
5.M.Arcobello   (Berna)   14     (4+10)    

Top Goalies
#                     Club     Svs%    GAA
1.T.Stephan          (Zugo)    93,75   1.98
2.J.van Pottelberghe (Davos)   93,75   2.00
3.L.Genoni           (Berna)   93,41   1.88
4.E.Merzlikins       (Lugano)  93,24   2.22
5.G.Senn             (Davos)   91,91   2.31

Gli highlights di Ambrì e Lugano

youtu.be/ZFyuHMajxSU

youtu.be/TCrirBNG5YY

youtu.be/BTuRYd_ITG4

youtu.be/sL1ZXX-cwr4

 

Tags: ,