Asiago e Val di Fassa fermano le prime della classe. Cade il Cortina

La sesta giornata, con le sconfitte, in contemporanea, delle prime della classe, Rittner Buam e Ek Zeller Eisbären, vede accorciarsi la classifica generale. I Buam e gli Orsi Polari, infatti, hanno subito le prime sconfitte stagionali rispettivamente ad Asiago ed in Val di Fassa e di questa contemporaneità ne hanno approfittato l’Olympia Lubiana, lo Jesenice ed Vipiteno che, continuando la loro striscia positiva, si sono avvicinate alla testa della classifica. In coda Egna che Klagenfurt, restano, ancora, malinconicamente al palo, in attesa di giorni migliori.

HDD SIJ Acroni Jesenice – EHC Alge Elastic Lustenau 2:1 (1:1, 0:0, 1:0)
Lo Jesenice vince, soffrendo ed in rimonta, conto i leoni di Lustenau. Gli ospiti subita la sfuriata iniziale degli sloveni, passano in vantaggio nella prima frazione grazie al gol di Dmitry Malgin. Il pareggio arriva prima della conclusione del drittel iniziale grazie a Miha Logar. L’esito della gara si mantiene incerto, il pubblico di casa grida al goal quando una bella conclusione di Markus Piispanen si stampa sul palo della gabbia ospite ma l’equilibrio si spezza a quattro minuti dal termine grazie al goal di Luka Kalan. Inutile il foreckeching degli austriaci che cercano disperatamente il pareggio nell’ultimo minuto, sfruttando l’uomo in più. I tre punti restano nelle mani dello Jesenice, al Lustenau vanno solo i complimenti per aver disputato una gara di gran carattere.

Arbitri: FAJDIGA, PODLESNIK, Bedynek, Bizalj
MARCATORI: 0-1Lustenau: Malgin (12./Wilfan-König); 1-1 Logar (16./Tomazevic-Svetina), 2-1 Kalan (56./pp-Planko-Brus);

EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel – HC Gherdeina valgardena.it 3:2 (0:2, 1:0, 2:0)
Il Val Gardena, reduce da una striscia negativa di tre sconfitte consecutive, parte col botto sul ghiaccio di Kitzbühel e chiude il primo tempo sul doppio vantaggio grazie ai goal di Jan McDonald e Simon Pitschieler. Le Aquile Tirolesi però non ci stanno a subire una sconfitta casalinga e, dopo un primo tempo di netto dominio gardenese, nel prosieguo della gara, si rifanno sotto. Gatis Sprukts accorcia le distanze in power play al minuto venticinque ma è solo nel terzo drittel che riescono a capovolgere il risultato a loro favore. Il pareggio arriva con un goal di Adam Fekti che sfrutta un rebound di Martin Rebanser. Il goal partita arriva, a due minuti dal termine con Jan McDonald in panca puniti è Oleg Sislannikovs a siglare il goal decisivo .
Arbitri: KUMMER, LESNIAK, Arlic, Recek
MARCATORI: 0-1 McDonald (1./G. Vinatzer), 0-2 Pitschieler (13.), 1-1 Sprukts (26./pp-Lenes-Ebner), 2-2 Fekti (44./Ebner-Eriksson), 3-2 Sislannikovs (58./pp-Sprukts-Lenes)

EC KAC II – SSI VIPTENO Bronocs Weihenstephan 0:7 (0:3, 0:1, 0:3)
Il Vipiteno di questi tempi è veramente una oliatissima macchina da goal ed infatti i Broncos, dopo aver rifilato un pesantissimo 8-1 casalingo al Fassa, pagano con ugual moneta i giovani del Klagenfurt andando a vincere per 7 a 0 sul ghiaccio delle Giubbe Rosse ed involandosi al secondo posto della classifica generale ad un solo punto dalla capolista Rittner Buam.
Referees: KUCHER, LENDL, Bärnthaler, Holzer

MARCATORI: Ben Duffy (6./sh-Gschnitzer-Deanesi), Zdenek Bahensky (18./Mantinger-Sotlar, Zdenek Bahensky 20./pp-Oberdörfer-Sotlar), Matthias Mantinger (37./Bahensky-Sotlar, Matthias Mantinger 52./pp-Sotlar-Oberdörfer), Giffen Nyren (55./Bahensky-Sotlar), Markus Trenkwalder (56./Deanesi-Duffy)

FBI VEU Feldkirch – HC Egna/Neumarkt Riwega 1:0 (0:0, 1:0, 0:0)
Con un goal all’inizio di secondo tempo di Stefan Wiedmaier, il Feldkirch fa suo il match casalingo contro l’Egna. Le Oche Selvagge con la sconfitta di questa sera restano, tristemente all’ultimo posto della classifica ancora a secco di punti. A parziale giustificazione di Daniel Morandell, e compagni c’è da dire che la squadra era schierata senza Jakub Muzik, Michael Sullmann e mancava pure il nuovo arrivo, l’americano Joseph Harcharik.
Arbitri: LAZZERI, RUETZ, Bedana, Tschrepitsch
MARCATORE 1-0 Stefan Wiedmaier (23.)

EC Bregenzerwald – Red Bull Hockey Juniors 4:8 (0:4, 1:2, 3:2)
I giovani del Salisburgo sbancano la pista ghiacciata di Bregenz al termine di un match bello ed assai combattuto il cui esito è pesantemente condizionato dal risultato parziale (0-4) di un primo drittel dove gli ospiti, sfruttando la loro maggiore velocità, hanno fatto il bello ed il cattivo tempo.
Arbitri: BENVEGNU, STRASSER, De Zordo, Kalb
MARCATORI: 0:1 Klöckl J. (1./Wachter-Quaas), 0:2 Strodel N. (12./Karhapää), 0:3 Wappis C. (12./Kainz-Egger), 0:4 Witting S. (20./pp-Östling-Wappis), 1:4 Wolf M. (25./pp-Mörsky-Hohenegg), 1:5 Egger M. (29./pp-Östling-Witting), 1:6 Feldner (36./Strodel-Egger), 2:6 Maximilian Hohenegg M. (51./pp-Ban C.-Mörsky), 3:6 Pöschmann P. (54./Wolf R.), 3:7 Postel N. (56./Kittinger), 4:7 Schwinger S. (56./Fussenegger-Haberl) 4:8 Wachter D. (57./Eder-Birnbaum)

HC Fassa Falcons – EK Zeller Eisbären 4:3 (2:1, 0:1, 2:1)

Il Fassa riscatta la pesante sconfitta esterna della Weihenstephan Arena ed infligge la prima sconfitta stagionale allo Zell am See al termine di un match dall’esito assai incerto e grazie ad un fantastico HAT-TRICK dello splendido Monferone . Il vantaggio dei ladini porta proprio la firma di Jari Monferone che raddoppia con due minuti dopo con un tiro che manda il puch all’incrocio dei pali, proprio lì, dove “la mamma nasconde la marmellata”. Gli Orsi Polari accorciano le distanze prima della fine del tempo con Frederik Widen. Il pareggio è cosa fatta al minuto trentatre grazie al goal di Gerd Kragl.
Il Fassa di stasera, però non ci sta e vuole assolutamente la vittoria e con Paolo Bustreo si riportano in vantaggio e reagiscono al nuovo pareggio di Gerd Kragl grazie al terzo goal della meravigliosa serata dell’immenso Jari Monferone che regala ai suoi questa vittoria di gran prestigio.
ARBITRI: MORI, PIANEZZE, Giacomozzi, Piras
Goals Fassa: 1:0 Monferone (13./Soracreppa-Di Diomete); 2:0 Monferone (15./Rothstein-Di Diomete); 3:2 Bustreo (42./SH1); 4:3 Monferone (56./Di Diomete-Heikkinen); Goals Zell am See: 2:1 Widen (17./T.Dinhopel-Tapio); 2:2 Kragl (33./Schwab-Krammer); 3:3 Kragl (48./Laine-Vala);

S.G. Cortina Hafro – HK SZ Olimpija 0:3 (0:1, 0:1, 0:1)
Imprevista ed imprevedibile battuta d’arresto del Cortina che, opposto all’Olimpia di Lubiana, perde la sua prima partita in casa con un secco 0:3. Il vantaggio sloveno arriva dopo appena due minuti in power play con Maks Selan. Gli ospiti, sempre nella prima frazione hanno l’occasione per raddoppiare il vantaggio ma Aljaz Udus sbaglia la trasformazione di un rigore al minuto 13. Il raddoppio è cosa fatta in apertura di secondo drittel e favorito da un liscio difensivo degli scoiattoli, arriva la seconda rete degli ospiti per merito di Andrej Hebar. I troppi minuti di penalità subiti (saranno ben 38 al termine della gara) sfavoriscono la rimonta degli scoiattoli e proprio in powerplay Marks Selan segna il terzo goal, il secondo della sua serata, che chiude definitivamente i conti. Da segnalare il buon momento della formazione slovena giunta alla sua quarta vittoria consecutiva.
ARBITRI: KAMSEK, VIRTA, Cristeli, Snoj
MARCATORI: 0:1 Selan (2./PP1/Kralj-Snoj); 0:2 Hebar (20./Kralj-Zajc); 0:3 Selan (52./PP1/Kralj-Hebar);

Migross Supermercati Asiago Hockey – Rittner Buam 4:3 (0:0, 3:0, 1:3)
Non poteva essere altri se non l’Asiago a mettere in difficoltà la capolista Rittner Buam ed a farle assaporare il sapore amaro della prima sconfitta stagionale. La gara, disputata davanti al solito scenario di pubblico al quale ci ha abituato l’Odegar si decide nel secondo drittel nel quale i giallo – rossi, i appena sette minuti, trovano per tre volte il goal, grazie alle marcature, rispettivamente di Davide Dal Sasso (in powerplay), Antony Bardaro e Marco Rosa. Nel terzo drittel i Buam trovano il goal con Alex Frei. Dopo 53 minuti Anthony Nigro realizza la quarta rete che regala ai padroni di casa un ampio vantaggio e che, ad appena sette minuti dalla fine, sembra far presagire ad una larga vittoria. Di contro nella parte finale del match i Rittner Buam vengono fuori e con Andreas Lutz e Daniel Tudin (indoppio powerplay) trovano due reti che sembrano riaprire, clamorosamente la gara. Gli ultimi quattro minuti sono di sofferenza ma i padroni di casa non mollano, vogliono questi tre punti e li ottengono, inanellando, quindi la loro terza vittoria consecutiva.
Arbirtri: BAJT, MOSCHEN, Markizeti, Rigoni
Goals Asiago: 1:0 Dal Sasso (30./PP1/Casetti-M.Tessari); 2:0 Bardaro (33./Scandella-M.Stevan); 3:0 Rosa (37./Bardaro-Miglioranzi); 4:1 Nigro (53./Scandella-Magnabosco); Goals Ritten: 3:1 Frei (45./Borgatello-H.Tauferer); 4:2 Lutz (54./S.Kostner-O.Ahlstrom); 4:3 Tudin (56./PP2/T.Spinell-Borgatello);

CLASSIFICA:
Rittner Buam (6 gare) 15 punti.
Zell Am See (6 gare) 14 punti,
Vipiteno (6 gare) 14 punti,
Jesenice (5 gare) 13 punti,
Asiago (5 gare) 12 punti,
Olimpia Lubiana (6 gare) 12 punti,
Cortina (6 gare) 11 punti,
Kitzbühel, (5 gare) 10 punti,
Bregenzerwald (6 gare) 9 punti,
Fassa (6 gare) 8 punti,
Val Pusteria (5 gare) 7 punti,
Feldkirch (5 gare) 7 punti,
Salisburgo (7 gare) 6 punti,
Lustenau (5 gare) 3 punti,
Val Gardena (5 gare) 3 punti,
Egna e Klagenfurt (6 gare) 0 punti.

Tags: