IHL: Milano a gonfie vele, inseguono Appiano e Merano

Milano non trova ancora ostacoli lungo il suo cammino, nel terzo turno di IHL anche il Caldaro deve arrendersi ai rossoblù, l’Appiano rimane in scia grazie al successo sul Chiavenna, mentre il Merano, col successo ad Alleghe risale momentaneamente in terza posizione.

Caldaro e Milano regalano un match clou degno delle aspettative con un scoppiettante 5-2 che premia la formazione guidata da coach Massimo Da Rin: la partita si scalda subito con “lo scambio di opinioni” tra Michael Felderer e Lorenzo Piccinelli, spediti nel penalty box. L’avvio di gara di marca caldarese è anche favorito da un power play (Andreas Radin in panca puniti) finalizzato da Bastian Andergassen. Nella frazione centrale la terna arbitrale deve intervenire per anestetizzare i nervi tesi di Thomas Pichler e Andreas Radin, ai quali vengono affibbiati un 2+2 a testa; poco dopo i Lucci giungono al raddoppio con Simon Andergassen, tuttavia Petrov mantiene i suoi in corsa accorciando 16” più tardi. I padroni di casa incassano due penalità, il Milano ne approfitta per pareggiare i conti con Domenico Perna. Il sorpasso saimino nasce dall’ennesima situazione di superiorità con Davide Xamin; nel finale di gara lo stesso attaccante e Petrov,  realizzeranno altre due reti rendendo vani gli sforzi della formazione altoatesina di giungere al pareggio.

Turno di campionato semplice per l’Appiano che regola il Chiavenna 3-0: partita a senso unico per i Pirati, i quali, in 35 tentativi (contro 10 dei lombardi) vanno in rete con Tobias Ebner, Daniel Peruzzo e Stefan Unterkofler.

L’Alleghe deve cedere in casa ad un’altra big dell’Italian Hockey League: dopo il Caldaro, alla seconda giornata, è il Merano a passare all’Alvise De Toni. In un primo tempo equilibrato, ma povero di occasioni le Aquile bianconere trovano la via del goal con Manuel Lo Presti e Pontus Moren, quest’ultimo approfittando di una leggerezza delle Civette in situazione di superiorità, disattenzione che costa cara anche gli altoatesini nella frazione centrale con il goal subìto da Edgar de Toni. L’esperienza di Daniele Veggiato consente ai biancorossi di raggiungere l’agognato pareggio; lo spietato forechecking ospite mette Philipp Beber in condizione di portare le Aquile di nuovo in vantaggio e, nel terzo tempo, di chiudere la contesa con Francesco Turrin e Lorenz Daccordo.

La terza giornata si chiuderà domenica 1 ottobre con Como-Pergine, Feltreghiaccio-Ora e Varese-Fiemme.

Programma e risultati 3a giornata

sabato 30 settembre
Alleghe  – Merano    2-5
Appiano  – Chiavenna 3-0
Caldaro  – Milano RB 2-5

domenica 1 ottobre
Como     – Pergine   5-3
Feltre   – Ora       0-5
Varese   – Fiemme    6-5 dts

Classifica
1.Milano RB   9 punti
2.Appiano     7
3.Ora         6*
4.Fiemme      6*
5.Merano      6
6.Caldaro     5
7.Varese      3*
8.Feltre      0**
9.Alleghe     0*
10.Chiavenna  0
11.Pergine    0*
12.Como       0*
*=una partita in meno
**=due partite in meno

Tags: