La capolista Vienna passa al Palaonda, Bolzano battuto 3 a 1

(Comun. stampa HC Bolzano) – Ai Vienna Capitals bastano poco più di 4 minuti per decidere una gara intera. L’HCB Alto Adige Alperia esce sconfitto per 3 a 1 al Palaonda contro la capolista, brava a sfruttare una lunga serie di powerplay in avvio di seconda frazione: ecco così che dal 22:50 al 27:09 Peter e due volte Rotter segnano le tre reti che bastano a piegare i biancorossi. A nulla vale il goal di Angelidis nel finale. Un Bolzano che esce comunque a testa alta dallo scontro con i campioni in carica, formazione che è a quattro vittorie su quattro in questo avvio di campionato. A testimonianza della buona prova dei padroni di casa l’applauso a fine gara dei 3.442 del Palaonda, numeri incredibili al 17 di settembre.

Primo tempo giocato a ritmi molto alti, con le squadre che si affrontano a viso aperto. I Foxes si fanno vedere spesso dalle parti di Lamoureux nei primi minuti, sfiorando il goal con Austin Smith, Halmo e in powerplay con Alex Petan, autore di una splendida azione personale a saltare un difensore: nell’occasione molto bravo con il gambale l’estremo difensore ospite. Poi i Capitals salgono in cattedra e per quattro minuti prendono totale possesso del proprio terzo d’attacco: la retroguardia biancorossa tiene però benissimo e neutralizza anche il temibilissimo powerplay capitolino. Reti bianche dopo i primi venti minuti.

Nella seconda frazione accade davvero di tutto e il Bolzano si ritrova a giocare in inferiorità numerica di fatto tutti i primi 10 minuti. Il powerplay del Vienna non perdona e arrivano tre reti: prima è Rotter a trovare il varco giusto, poco dopo Peter fa lo stesso con un tiro dalla blu, infine Rotter centra la doppietta personale raccogliendo il rebound concesso da Melichercik. La quaterna arbitrale continua a non far passare nulla ai biancorossi e il pubblico del Palaonda si infuria: nel finale però i Foxes si rendono più volte pericolosi, prima con Halmo e poi con Bernard che da due passi spara clamorosamente fuori. Capitals avanti per 3 a 0 alla seconda sirena.

Vienna che riesce a tenere a bada i Foxes anche nel terzo drittel, rischiando anche di centrare il quarto goal. Poi, con il passare dei minuti, il Bolzano alza il baricentro e mette grande pressione su Lamoureux. Il match si accende nel finale: powerplay per i biancorossi, Melichercik fuori dai pali per il sesto uomo di movimento, Smith serve un disco d’oro a Mike Angelidis che deve soltanto spingere in porta. Distanze accorciate a poco più di due minuti dalla sirena e il Bolzano, ancora con l’uomo in più, sfiora anche la seconda marcatura con Oleksuk che chiama al miracolo Lamoureux. Il K.O. però è ormai inevitabile e il Vienna esce con i 3 punti dal Palaonda.

I Foxes torneranno sul ghiaccio venerdì 22 settembre, alle ore 19:15, in quel di Klagenfurt. Due giorni dopo, domenica 24 settembre alle ore 18:00, il ritorno al Palaonda contro il Fehervar.

HCB Alto Adige Alperia – Vienna Capitals 1 – 3 [0-0; 0-3; 1-0]
Reti: 22:50 Rafael Rotter PP1 (0-1); 24:34 Patrick Peter PP1 (0-2); 27:09 Rafael Rotter PP1 (0-3); 57:46 Mike Angelidis PP1 (1-3)
Arbitri: Berneker, Lemelin / Nothegger, Seewald
Spettatori: 3.442

Intervista a Pat Curcio