NL: Biel a punteggio pieno. All’Ambrì il primo derby stagionale

Con l’inizio della nuova stagione, è scattata subito la caccia al Berna, campione in carica da due anni consecutivi. Dopo l’anticipo conclusosi con il successo del Ginevra (3-1) a spese del Losanna (di Romy la prima rete dell’anno) sono scese in pista tutte le altre contendenti. Gli “Orsi”, impegnati una sola volta nel primo week-end di campionato, hanno subito mostrato un impatto positivo, disponendo con estrema facilità (6-1) del Friborgo che regge solo per un tempo. Dopo la rete di apertura di Alain Berger, che ha finalizzato al meglio il lavoro di Kampf, la partita si è messa tutta in discesa per la formazione di Jalonen, capace di segnare altre cinque volte, in due occasioni addirittura in inferiorità numerica con Haas e Ebbett. I burgundi, che avevano esordito la sera prima con una vittoria (2-1) contro il Ginevra, hanno realizzato l’unica rete con il solito Sprunger.

L’unica formazione a trovarsi a punteggio pieno è il Biel di McNamara, che ha regolato nell’ordine Kloten (3-0) e Langnau (6-3). Decisivo in entrambe le partite è stato il terzo periodo, in cui i seeländer, grazie anche all’apporto fondamentale dei suoi stranieri, hanno messo al sicuro il risultato. Sono già due a testa infatti le reti realizzate da Pouliot, Micflikier e Rajala. Non sono mancate le sorprese, a cominciare dal successo dell’Ambrì (4-3) nel derby ticinese contro il Lugano alla Resega, che uno scherzo del calendario aveva messo subito di fronte. I più quotati bianconeri hanno dovuto soccombere, messi in grande difficoltà dall’aggressività, dal pattinaggio e dalla “fame” della formazione dell’esordiente coach Luca Cereda. Anche qui protagonisti gli stranieri biancoblù, specialmente Matt D’Agostini, deludente nella scorsa stagione, autore di due reti. La formazione di casa è mancata soprattutto in power-play e solo dopo il momentaneo gol del 2-3 di Klasen, ha mostrato di crederci (troppo poco). La formazione di Ireland, tuttavia, ha mostrato però, già dalla sera successiva, di possedere gli attributi espugnando la Bossard Arena contro lo Zugo, finalista della scorsa stagione e reduce dal successo ai rigori contro il Davos (decisivo quello realizzato da Kast). Senza Ulmer, infortunato, i bianconeri, già al primo minuto, hanno trovato il gol grazie a una deviazione sottomisura di  Bürgler, e non si sono abbattuti dopo il pareggio dell’ex NHL Stalberg (già 3 gol all’attivo), realizzando il nuovo vantaggio con Hofmann, in partenza per Carolina. Dopo il nuovo pareggio di Lammer e un po’ di sofferenza, lo scatto decisivo con le reti nel periodo conclusivo di Lajunen, al suo primo gol con la maglia bianconera, e ancora di Bürgler, grazie a un evidente errore di Grossmann che chiudono i conti. La festa per gli 80 anni e  per il ritiro della maglia numero 46 di Paolo Duca non è stata comunque rovinata dal successo del Davos (2-1) alla Valascia. In vantaggio grazie a Sciaroni, ottimo l’assist di Walser, i grigionesi non sapevano approfittare di una doppia superiorità numerica, facendosi raggiungere dal gol dell’austriaco Zwerger. Dopo un rigore fallito da Dino Wieser, il diagonale di Corvi dava nel finale i tre punti agli ospiti. I leventinesi, nonostante la sconfitta di misura, hanno comunque dimostrato di potersela giocare alla pari con formazioni le più accreditate della lega. Tra queste figura sicuramente lo Zurigo che, dopo la sofferta vittoria all’esordio (4-3) all’OT contro il Langnau (dopo aver rimontato tre reti), grazie a un gol di Klein, si è imposto nel derby conto il Kloten (4-2). Una partita caratterizzata dal ritorno al gol dell’ex bianconero Pettersson e dall’incredibile autorete, in situazione di penalità differita, di Shore il cui passaggio non controllato da Klein si è infilato nella porta di Schlegel. Martedì si torna in pista con l’Ambrì impegnato a Berna e il Lugano alla Resega contro il Kloten.

 

Risultati NL:
venerdì 7 settembre
Ginevra  – Losanna  3-1

sabato 8 settembre
Davos    – Zugo     2-3
Lugano   – Ambrì    3-4
Langnau  – Zurigo   3-4
Kloten   – Biel     0-3
Friborgo – Ginevra  2-1

domenica 9 settembre
Zugo     – Lugano   2-4
Biel     – Langnau  6-3
Ambrì    – Davos    1-2
Zurigo   – Kloten   4-2
Berna    – Friborgo 6-1

Classifica LNA (dopo 2 giornate)
1.Biel      6 punti
2.Zurigo    5
3.Davos     4
4.Berna     3*
5.Ambrì     3
6.Friborgo  3
7.Lugano    3
8.Ginevra   3
9.Zugo      2
10.Langnau  1
11.Losanna  0*
12.Kloten   0
*=una partita in meno


Top Scorer LNA
#               Club   Punti (reti+assist)
1.M.D’Agostini (Ambrì)    5     (2+3)
2.A.Erkinjuntti(Langnau)  5     (1+4)
3.E.Eero       (Langnau)  4     (2+2)
4.M.Mauer      (Biel)     4     (0+4)
5.V.Koistinen  (Langnau)  4     (0+4)

Top Goalies
#                     Club     Svs%    GAA
1.J.van Pottelberghe (Davos)   97,14   1.00
2.L.Genoni           (Berna)   96,67   1.00
3.J.Hiller           (Biel)    95,24   1.50
4.C.Bays             (Ginevra) 94,44   1.50
5.G.Senn             (Davos)   95,59   1.85

Tags: ,