Mondiali TDB: Repubblica Ceca ai quarti, Francia fuori dai giochi

La Repubblica Ceca batte la Francia (5-2) e affianca il Canada nei quarti di finale del campionato del mondo. Svizzera e Finlandia attendono il responso del prossimo match della Norvegia con il Canada, che potrebbe confermare loro matematicamente il passaggio alla fase successiva.

 

Francia – Repubblica Ceca 2-5 (0-1, 1-2, 1-2)
Indigesto per la Francia il penalty killing della Repubblica Ceca: in ben 10’35” di superiorità numerica i transalpini passano solo una volta, mentre i cechi in soli 2’43” di superiorità passano in ben due occasioni. Questa la più logica chiave di lettura del match odierno. La Repubblica Ceca soffre inizialmente gli attacchi avversari, ricorrendo spesso al fallo, ma la squadra è ben organizzata in difesa attorno ad un ottimo Francouz. Partita in equilibrio fino all’1-1, con i goal di David Pastrnak da una parte, e il pareggio francese di Stephane Da Costa dall’altra. Poi al 26’52” l’incontro cambia faccia. Repik rientra inosservato sul ghiaccio dalla panca puniti, raccoglie il passaggio di Kundratek e con un tiro dalla distanza sorprende Hardy (1-2). Il goal permette ai cechi di prendere il controllo della gara. Con la Francia affannosamente all’attacco alla ricerca del pareggio, gli uomini di Jandac passano ancora due volte chiudendo l’incontro con l’empty net di Zohorna (2-5). La Francia dunque, protagonista di un buon mondiale, viene eliminata, mentre la Repubblica Ceca passa ai quarti.

Marcatori: (0-1) 8.32 David Pastrnak (Roman Horak – Jakub Voracek) PP; (1-1) 20.53 Stephane Da Costa (Damien Fleury) PP; (1-2) 26.52 Michal Repik (Tomas Kundratek); (1-3) 37.01 Jan Rutta (Roman Cervenka) PP; (1-4) 48.03 Michal Repik (Michal Kempny); (2-4) 50.38 Antoine Roussel; (2-5) 58.56 Tomas Zohorna (Roman Horak) EN.

 

Svizzera – Finlandia 2-3 OT (2-1, 0-0, 0-1, 0-1)
Partita delicata ai fini della classifica del girone B, che i finlandesi vincono al supplementare sfruttando un evidente calo fisico degli avversari. La Svizzera parte subito fortissimo e dopo 10’30” è già in vantaggio di due reti. Herzog, in azione manovrata, dalla sinistra lascia partire un polsino che si insacca imparabilmente all’incrocio opposto della gabbia difesa da Korpisalo (1-0). Poi è la volta di Genazzi, che devia in rete una bomba dalla distanza di Loeffel (2-0). Un po’ appagata dal punto di vista psicologico, un po’ stanca la squadra di Fischer arretra il baricentro permettendo alla Finlandia di venire fuori già alla fine del primo tempo con un goal rocambolesco di Hietanen in mischia (1-2). Dopo un secondo tempo senza reti, la Finlandia scende sul ghiaccio molto determinata e raggiunge il pareggio con Rantanen che, in situazione di superiorità, devia in porta uno slap di Lajunen (2-2). Al supplementare è Filppula che, con bella azione personale sulla destra, salta il diretto marcatore, mette a sedere Genoni, e deposita in porta il disco della vittoria (2-3). Passo avanti dunque della Finlandia che con i due punti rafforza il quarto posto nel girone, ultimo utile per passare ai quarti di finale, con 11 punti. Quinta la Norvegia a 8, ma con un incontro in più da giocare.
Marcatori: (1-0) 4.40 Fabrice Herzog (Tanner Richard – Ramon Untersander); (2-0) 10.30 Joel Genazzi (Romain Loeffel); (2-1) 19.01 Juuso Hietanen (Veli-Matti Savinainen – Sebastian Aho) PP; (2-2) 47.40 Mikko Rantanen (Ville Lajunen – Sebastian Aho) PP; (2-3) 62.24 Valtteri Filppula (Veli-Matti Savinainen – Juuso Hietanen).

Classifica: Canada p.ti 13 (5 partite); Rep. Ceca p.ti 13 (6); Svizzera p.ti 12 (6); Finlandia p.ti 11 (6); Norvegia p.ti 8 (5); Francia p.ti 7 (6); Bielorussia p.ti 3 (6); Slovenia p.ti 1 (6).