FG3: i Buam vincono 2-0 e si riportano in vantaggio nella Serie

I Rittner Buam vincono gara tre per 2- 0, sfruttando due situazioni di power play. La vittoria per i campioni d’Italia arriva al termine di match spigoloso che si decide solo al terzo drittel. I Buam, peraltro, nell’arco dei sessanta minuti, hanno sicuramente meritato di più e ciò è evidenziato anche dalla semplice disamina, numerica dei tiri scagliati verso la gabbia avversaria che registra 51 conclusioni a 19 a favore di Borgatello e compagni.
L’Asiago recupera, Josè Magnabosco e Davide Del Sasso, i due giocatori infortunatisi sabato, all’Odegar. La partita, almeno nei primi dieci minuti è molto nervosa ed è costellata da una lunga serie di penalità che spezzano indiscutibilmente il ritmo del gioco. Il primo brivido sulla schiena dei tifosi di Collalbo lo fa correre Anthony Nigro che al 11:50, coglie, su passaggio di Miglioranzi, il palo esterno della gabbia di Killeen. Due “Icing” consecutivi nell’arco di trenta secondi (dal 11:30 al 12:00) danno la misura di una certa difficoltà a costruire gioco della formazione di Riku LEHTONEN. Passato il momento di incertezza, i Buam tornano ad esprimere il loro gioco e, soprattutto negli ultimi cinque minuti del tempo, diventano padroni del ghiaccio. Al 14:40 Oskar Ahlströhm tira dallo slot e Coutier deve salvarsi con grande mestiere, lo svedese si ripete peraltro, su servizio di Christian Borgatello al 15:19. L’Asiago in questo frangente è veramente sotto assedio ed a peggiorare la situazione ci si mette anche Giulio Scandella al quale, per un evitabile sgambetto ai danni di Markus Spinell, viene sanzionata una penalità di 2 minuti. I Buam, con l’uomo in più, proseguono, a maggior ragione, la loro pressione offensiva, vanificata a 16:57 da una penalità subita da Simon Kostner per un gancio con bastone ad Enrico Miglioranzi, che riequilibra il numero dei giocatori sul ghiaccio. A 17:39 in 4 vs 4, su una ripartenza, Viktor Ahlströhm mette un “velenoso” disco nel mezzo sul quale non giunge nessuno a spingerlo in fondo la gabbia.
Nel secondo drittel l’Asiago cala un po’ il ritmo del gioco mentre i Buam partono in quarta, sfiorando in cento secondi, per due volte, il goal del vantaggio. Al 20:42 grande azione di Christian Borgatello che impegna Frederic Cloutier ad una parata molto impegnativa ed al 21:39, su tiro di Alex Frei, Dan Sullivan si sostituisce al suo portiere, immolandosi nel riuscito tentativo di stoppare la conclusione dell’attaccante, destinata all’angolino sinistro della porta. Il computo totale dei tiri in porta di questa frazione di gioco (20 a 5 per i padroni di casa) la dice lunga sulla maggiore presenza in fase offensiva della formazione dell’Altopiano di Renon. Gli Stellati cercano di rompere l’assedio con una conclusione di Casetti che al 24:40, si inserisce in zona d’attacco e dalla blu, impegna Patrick Killeen ad una respinta coi gambali. Al 26:59 Viktor Ahlströhm vince l’ingaggio con Del Sasso in fase d’attacco, scambia il puck col gemello Oskar il quale gli ricambia il favore, servendolo da dietro della gabbia ed il tiro del numero 86 si alza di un nonnulla. Al 28:42 Ebner passa a Traversa sul cui tiro Cloutier offre il rebound, il disco finisce ad Albers che lo serve ancora a Traversa la cui seconda conclusione è parata dall’estremo difensore giallo-rosso. L’Asiago riesce a rompere l‘assedio (29:11) grazie ad un Power Play, con Ivan Tauferer in panca puniti, ed al 29:45 Giulio Scandella colpisce la traversa con il portiere disturbato nell’intervento, dalla presenza di Matteo Tessari nello slot.
Al 33:50 i Buam hanno un’occasione d’oro per segnare: Alex Frei, in velocità, conquista il retro della gabbia e serve all’indietro per Markus Spinell che, nello slot, tira un po’ troppo centrale, facendosi parare la conclusione. Il tempo si conclude su un Power play a vantaggio dell’Asiago per la penalità a Roland Hofer, ma i giallo rossi, un po’ stanchi, non riescono a forzare il penalty killing dei Buam.
Il terzo tempo inizia un po’ sotto ritmo con le due formazioni che cercano di trovare il punto debole dell’altra. Al 43:30 registriamo una insistita azione offensiva dell’Asiago, al termine della quale, mentre gli ospiti chiedono una penalità per fallo su Miglioranzi, il rimbalzo del puck favorisce Matthias Faustner che in controfuga si trova in 1 vs 0 davanti al portierone Asiaghese il quale non si lascia ingannare e blocca la conclusione con una pinzata di mano destra.
Al 47:56 i Buam, in power play (Krystoph Kolanos in panca puniti) passano in vantaggio. Al termine di una prolungata azione offensiva il disco esce dalla zona d’attacco e finisce a Roland Hofer che tira dalla blu, senza pensarci due volte. La conclusione passa attraverso una selva di gambe e si infila in basso, nell’angolo destro della gabbia di Cloutier il quale, sicuramente coperto dai tanti giocatori davanti a sé, probabilmente non la vede né partire né arrivare. Il goal vivacizza ulteriormente l’incontro e nell’arco di sessanta secondi registriamo quattro conclusioni che potrebbero, ulteriormente, cambiare il risultato. Al 51:02 su un tiro di Janis Sprukts il portiere Asiaghese offre il rebound ed il tiro di Markus Spinell sfiora il bersaglio. 23 secondi più tardi la scena si ripete con gli stessi interpreti ad eccezione di Alex Frei che in veste di finalizzatore poco fortunato, prende il posto di Spinell. Al 51:53 dall’altra parte della pista ghiacciata si registra una bella conclusione dallo slot di Benetti e 14 secondi più tardi la sarabanda si interrompe su una ficcante conclusione di Alex Frei, talmente velenosa che Cloutier perde il controllo del puck che resta sulla linea di porta. Al 54:33 un numero di Colin Wesley Long costringe Maxmilian Ploner al fallo, sanzionato da una penalità, ma la sua squadra pur giocando per due minuti con l’uomo in meno, resiste senza affanno agli attacchi dell’Asiago.
Di contro, sulla successiva penalità comminata al 56:46 a Davide Conci, i Rittner Buam costruiscono una seconda segnatura che chiude definitivamente la gara. Il goal arriva, infatti, al 57:27, da un altro tiro di Roland Hofer che viene deviato dallo slot, da Janis Sprukts in modo risolutivo. I due successivi minuti di penalità per “cattivo comportamento della panchina Asiaghese” e scontati sul pancone dei reprobi da Federico Benetti, chiudono, di fatto i conti, almeno per stasera, tra le due squadre che si danno appuntamento a gara quattro, in programma sabato prossimo all’Odegar di Asiago.

SKY Alps Hockey League, 3. Finals (best of seven):
Rittner Buam (1) – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 (3) 2-0 (0-0, 0-0, 2-0)Mercoledì 05.04.2017 ore 20:00. Spettatori: 1356; Tiri in Porta RB – AS 51- 19 (19 : 6, 20 : 5, 12 : 8)
Referees: Daniel GAMPER, Christoph STERNAT; Piero Giacomozzi, Sebastian Tschrepitsch.
MARCATORI: 47:56 1:0 PP1 RIT Roland Hofer (Tommaso Traversa – Thomas Spinell); 57:27 2:0 PP1 RIT Janis Sprukts (Roland Hofer);
Standing best of seven Serie, RIT – ASH: 2:1

youtu.be/_rIIKEOeILw

Tags: