AHL SFG3: sorpasso di Renon e Jesenice

Renon e Jesenice ottengono due fondamentali successi per chiudere, martedì 28 marzo, le serie in cui sono impegnate. I Buam dominano e travolgono il Cortina, gli sloveni piegano l’Asiago a domicilio.

Rittner Buam – Cortina 7-1 (3-0; 2-1; 2-0)
Serie: Rittner Buam 2-1
Agli uomini di Lehtonen, senza Fabian Ebner tra gli effettivi, basta un tempo per indirizzare la gara verso un’ampia vittoria: il primo squillo è di Oscar Ahlström, in power play, dopo 6’, a cui segue il raddoppio di Janis Sprukts al termine di un’azione personale. I padroni di casa insistono e 91” più tardi allungano con Tommaso Traversa che ribadisce in rete il disco scagliato sul palo da Dan Tudin. Il Cortina, senza lo squalificato Francesco Adami e l’infortunato Ronny de Zanna, ritrova Nicola Fontanive che non riesce ad incidere; la serata negativa degli ampezzani ha un lampo quando Brace, in penalty killing, batte Patrick Killeen. Neanche il tempo di ripartire che Thomas Spinell ristabilisce le distanze, mentre Traversa conferma l’intesa con Tudin realizzando il quinto goal della serata. A risultato ampiamente acquisito Tudin, in superiorità, e Victor Ahlström arrotondano il punteggio.
Marcatori: (1-0) 05.24 Oscar Ahlström PP; (2-0) 11.10 Janis Sprukts (Andreas Alber – Ivan Tauferer); (3-0) 12.31 Tommaso Traversa (Dan Tudin – Thomas Spinell); (3-1) 22.16 Riley Brace (Jordan Ciccarello) SH; (4-1) 23.31 Thomas Spinell (Andreas Alber – Janis Sprukts); (5-1) 32.28 Tommaso Traversa (Dan Tudin); (6-1) 41.30 Dan Tudin (Janis Sprukts – Thomas Spinell) PP; (7-1) 49.15 Victor Ahlström (Oscar Ahlström – Simon Kostner)

Asiago – Jesenice 2-4 (0-0; 1-3; 1-1)
Serie: Jesenice 2-1
Servono 25’ per rompere l’equilibrio tra Asiago e Jesenice: dopo un primo tempo combattuto, chiuso a reti inviolate, nella frazione centrale gli sloveni aprono le marcature con Jaka Ankerst. Gli Stellati sprecano 33” di doppia superiorità, ma concretizzano in superiorità semplice con Tessari, il quale dalla breve distanza fredda Stojanovic. Le penalità da alleate diventano acerrime nemiche nel volgere di poco: Anthony Nigro e Colin Long si accomodano nel penalty box, gli sloveni ringraziano e, prima, ritrovano il vantaggio con Ankerst che, in cinque contro tre, sfrutta il traffico davanti alla gabbia di Frédéric Cloutier e, successivamente, raggiungono il doppio vantaggio con la sassata dalla blu di Martin Oraze. In chiusura di periodo Luka Kalan è atterrato da Dan Sullivan, il rigore, ineccepibile, è trasformato dallo stesso attaccante. Nel terzo tempo il palo nega il goal a Giulio Scandella; negli ultimi minuti di gioco i vicentini hanno ancora a disposizione una doppia superiorità, coach Tom Barrasso richiama in panchina il portiere per l’uomo di movimento in più, la mossa frutta il definitivo 2-4, in superiorità semplice, con Krys Kolanos.
Marcatori: (0-1) 24.36 Jaka Ankerst (Marjan Manfreda); (1-1) 28.20 Matteo Tessari (Giulio Scandella) PP; (1-2) 35.42 Miha Logar (Nejc Berlisk – Jaka Ankerst) PP2; (1-3) 36.31 Martin Oraze (Eric Pance – Jure Sotlar) PP; (1-4) 40.00 Luka Kalan (rigore); (2-4) 57.55 Krys Kolanos (Stefano Marchetti – Colin Long) PP EA

youtu.be/eJw-cPsNkXM

Tags: