La testa si rimescola. Caldaro, Appiano e Milano che balzo!

La penultima giornata di campionato ha disposto le partite tutte nella serata odierna e i motivi di interesse ci sono soprattutto per le prime posizioni. Già si conoscono le squadre che saranno accreditate alla disputa dei play off, ma non si possono ancora conoscere gli accoppiamenti, i quali si sapranno soltanto al termine dell’ultimo turno da disputare il 5 marzo.

Il match di giornata è stato certamente Milano – Fiemme, due sicure protagoniste dei play off ma soprattutto due squadre che lo saranno ancor più tra un paio di giorni quando a Selva di Val Gardena si contenderanno la Coppa Italia 2016-2017. Non c’è però il tempo di coprire le carte perchè i tre punti potrebbero servire ad entrambe le formazioni proprio per poter beneficiare di una miglior posizione playoff e prediligere un accoppiamento più morbido. L’inizio è “morbido” per i meneghini che passano dopo soli 25″. Ma il primo tempo serve al Milano per arrotondare il bottino e scavare il solco con gli avversari. Il tentativo del Fiemme porta un paio di marcature, ma sul finire Petrov fissa il punteggio sul 5 a 2 per i rossoblù, costringendo i trentini ad uno stop.

Tra Como e Merano chi necessita di maggiori punti sono sicuramente le Aquile altoatesine, alle prese con una classifica che potrebbe assegnare proprio l’accoppiamento con il Milano Rossoblu nei playoff. Il Como è sempre alle prese con il problema palaghiaccio (ancora inagibile al pubblico) e con il problema assenze. Meritatamente vincono gli ospiti che già nel primo terzo mettono in chiaro le cose, chiudendo con un parziale di quattro reti. Nei periodi successivi le Aquile danno corpo al risultato fino all’8 a 1 prima delle rete finale dei lombardi.

Sfida interessante quella che si è giocata sul ghiaccio valtellinese di Chiavenna dove l’Alleghe esce sconfitto 4 a 2. Bella e convincente prova dei lombardi, capaci di portarsi sul 2 a 0 e nonostante il maggior minutaggio in penalty box, riuscire a mantenere il doppio vantaggio fino alla fine nonostante gli agordini si siano riportati sotto a inizio del terzo drittel, prima delle rete finale che chiude definitivamente il match.

Il Caldaro in trasferta a Pergine doveva trovare la vittoria per provare a mantenere la testa della classifica. Primo tempo da dimenticare per i valsugani che capitolano in ben quattro occasioni. Il secondo periodo vede la reazione dei padroni di casa, senza che pero possano raccogliere frutto. Alla fine il Caldaro chiude 5 a 2, ma la sconfitta per le linci non influisce sulla loro classifica.

Il Varese chiude in casa il suo campionato affrontando il temibilissimo Appiano, giunto in Lombardia in cerca assoluta di 3 punti per il primato in classifica. Dopo un primo tempo tirato, gli ospiti sbloccano proprio a 1′ dalla prima sirena e arrotondano poi nel secondo tempo. Il terzo periodo vede un pizzico di nervosismo che non scalfisce però la formazione altoatesina, capace di chiudere sul 7 a 0.

L’Ora si prepara ai playoff affrontando il Feltre. La testa però vola già oltre e la formazione vede l’ingresso di qualche giovanissimo. Primo periodo di totale equilibrio mentre poi una rete per tempo fissa il risultato sul 2 a 0 per la squadra dell’Alto Adige.

 

RISULTATI

Milano – Fiemme 5-2 (3:0 1:1 1:1)

Como – Merano 1-8 (0:4 0:3 1:1)

Chiavenna – Alleghe 4-2 (2:1 1:0 1:1)

Pergine – Caldaro 2-5 (0:4 0:0 2:1)

Varese – Appiano 0-7 (0:1 0:4 0:2)

Ora – Feltre 2_0 (0:0 1:0 1:0)

Riposa Rittner Buam

 

Classifica aggiornata:

Caldaro 54, Appiano, Milano, Merano 53, Fiemme 51, Alleghe 40, Pergine 37, Ora 32, Como, Rittner Buam 19, Chiavenna 18, Varese 17, Feltre 4.

Varese una partita in più

Tags: