Bagarre nel Pick Round. Weekend da dimenticare per il Villacher

Nel Pick Round cambio al vertice e testa a testa tra Salisburgo e Vienna Capitals con il Linz pronto a recitare il ruolo di terzo incomodo grazie ad un weekend che ha fruttato sei punti.
Nel Qualifying Round il Villach perde preziosi punti a favore del Graz 99ers e dell’Orli Znojmo

Il weekend del Bolzano si è aperto con la sonora sconfitta per 5-1 a Vienna. La striscia negativa è interrotta con l’Innsbruck battuto 8-5: la formazione austriaca dà battaglia per un tempo con Lammers, il quale prima porta in vantaggio gli Squali, successivamente è chiamato a cucire gli strappi di Metropolit e Gander. Nel secondo periodo la scuola italiana detta legge con Bernard, Insam e Glira, seguiti nel mezzo da Kearney. I tentativi dell’Innsbruck di rimanere in partita con Smith, Spurgeon e Stach sono resi vani da Vallerand e Oleksuk.

La settimana inglese del Salisburgo si è aperta con il recupero della prima giornata contro l’Innsbruck che si è dovuto piegare alla rete iniziale di Kristler e alle doppiette di Hughes e Rauchenwald. Di tenore opposto la gara dei Red Bull con il Linz, persa tra le mura amiche 4-3: sebbene i padroni di casa si illudano con Raffl, nel secondo tempo sono i Black Wings a mettere le ali e scappare via, tuttavia il tentativo viene reso vano da Duncan e Raffl. Lo sforzo costa caro ai padroni di casa che devono inchinarsi a DaSilva. I tre punti non sfuggono contro il Klagenfurt regolati a domicilio da Raffl e Thomas (doppietta). I carinziani, dopo i due successi iniziali, incassano anche la sconfitta contro l’Innsbruck: il goal lampo di Lundmark è reso nullo nel corso della partita da quelli di Smith, Huber e Bishop.
A Linz il Vienna non dà seguito all’ottima prestazione mostrata contro il Bolzano: nonostante un primo tempo favorevole chiuso sul 3-1, i capitolini si smarriscono nelle ultime due frazioni di gioco consentendo ai Black Wings di ribaltare il punteggio con la doppietta di Broda e i goal di DaSilva e Lebler.

Nel Qualifying Round lo Znojmo, perso 3-1 il confronto con il Graz 99ers, si riscatta nello scontro diretto per il secondo posto con il Villacher, il successo (4-2) consente ai cechi di scavalcare in classifica i carinziani, rafforzatisi in settimana con il goalie nel giro della Nazionale René Swette, e di acuire la loro crisi.
Primi punti per Dornbirn e Olimpia Lubiana: i Bulldogs li ottengono con due vittorie di misura contro il Villacher (2-1) e il Fehervar, quest’ultimo battuto all’overtime con l’unico goal della partita di McBride. I magiari, ultimi in classifica, sono vittime anche degli sloveni (4-3 ai rigori), i quali sgambettano la capolista Graz 99ers con un terzo tempo perfetto. 

Risultati EBEL:
martedì 24 gennaio
Master Round
Salisburgo       – Innsbruck       5-2

venerdì 27 gennaio
Master Round
Vienna Capitals  – Bolzano         5-1
Salisburgo       – Linz            3-4
Innsbruck        – Klagenfurter    3-1
Qualifying Round
Graz 99ers       – Orli Znojmo     3-1
Fehervar AV19    – Olimpia Lubiana 3-4 so
Villacher        – Dornbirner      1-2

domenica  29 gennaio
Master Round
Bolzano          – Innsbruck       8-5
Klagenfurter     – Salisburgo      1-3
Linz             – Vienna Capitals 5-3
Qualifying Round
Olimpia Lubiana  – Graz 99ers      4-1
Dornbirner       – Fehervar AV19   1-0 ot
Orli Znojmo      – Villacher       4-2


Classifica EBEL
Master Round

1.Salisburgo      13 punti
2.Vienna Capitals 12
3.Linz            11
4.Klagenfurter     6
5.Bolzano          4
6.Innsbruck        3
Qualifying Round
1.Graz 99ers      13
2.Orli Znojmo     11
3.Villacher        9
4.Dornbirner       6
5.Fehervar AV19    5
6.Olimpia Lubiana  5

 

Tags: