LNA : Berna e ZSC Lions appaiate in vetta alla classifica

Un week-end di campionato con qualche sorpresa inattesa in LNA. A cominciare dal vertice della classifica, dove la capolista Berna ha segnato il passo nel derby di sabato contro il Langnau. Un (4-1) pesante alla Ilfishalle, deciso nel secondo periodo dalle reti di Elo, Randegger e Pascal Berger. I campioni in carica, si riscattavano, anche se solo parzialmente, il giorno successivo regolando a fatica il Kloten, battuto di misura (4-3) solo all’overtime, grazie a una rete di Untersander. Da segnalare le doppiette di Shore e Rüfenacht.  Non hanno fatto di meglio gli Zsc Lions, subendo la stessa sorte alla Swiss Area di Kloten, venendo sconfitti (3-1) dalla formazione di Tirkkonen, ormai in crisi da diverse giornate. Decisive le reti, tutte in power-play, di Von Gunten (doppietta) e Romano Lemm, che hanno ribaltato il vantaggio iniziale siglato da Nilsson. La formazione di Zurigo ha però prontamente rimediato domenica, battendo in rimonta proprio il sorprendente Langnau del giorno precedenti. I “tigrotti” scattati in avanti con Macenauer, venivano primi ripresi dal gol di Marti e quindi superati nel finale da Fabrice Herzog. Le due formazioni si trovano ora appaiate in testa alla classifica con 77 punti. Giornate contrastanti, invece, per le due ticinesi, che nella giornata di domenica hanno saputo entrambe fare meglio di quanto successo il giorno precedente. Da una parte il Lugano, infilato per ben tre volte nei primi quindici minuti dai gol di Kessler, Kousal e Ambühl, reagiva tardivamente finendo sconfitto per (5-3) da un ritrovato Davos alla Vaillant Arena, dall’altra l’Ambrì, sconfitto in casa  (3-2) dallo Zugo, vedeva assottigliarsi sempre più le proprie possibilità di agguantare i playoff. I leventinesi, passati in vantaggio con Guggisberg, bravo a sfruttare un errore del portiere ospite Haller, subivano però le reti di Morant, Marchon e Martschini. Inutile il gol finale di Hall. I risultati delle concorrenti, poi, non hanno giocato certamente a favore della squadra di Kossmann. A piste invertite tutto è però mutato. I bianconeri si riscattavano compiendo alla Resega una piccola impresa. Ancora una volta sotto di tre reti nel primo periodo, il Lugano ribaltava infatti a proprio favore il risultato grazie a una doppietta del solito Fazzini e al gol dell’ex Dario Bürgler, che mandava le due formazioni all’overtime, dove decideva il gol del capitano Chiesa. Due punti che permettevano così ai bianconeri di conservare il sesto posto in classifica. Due punti portava a casa anche l’Ambrì alla Bossard Arena di Zugo. Una piccola iniezione di fiducia per i biancoblu, che, a segno con i suoi stranieri, Pesonen, D’Agostini e Hall, finalmente in evidenza, subivano la rimonta dei padroni di casa, a segno nel terzo periodo con i “soliti” Suri e Martschini. Il rigore decisivo di Fuchs dava però la vittoria ai ticinesi, che potevano così lasciare l’ultimo posto in classifica, scavalcando il Friborgo di Larry Huras. Una vittoria a testa, con identico punteggio (4-2), ha contraddistinto la sfida incrociata tra il Bienne, sempre quinto, e i burgundi.  Continua invece l’ottimo momento del Losanna, che in un’altra delle sfide a “specchio” che ha caratterizzato questa fine settimana, è andato a prendersi due punti importantissimi a Ginevra, espugnando dopo i tiri di rigore (decisivo quello di Walsky), le Vernets. La compagine vodese, ha poi consolidato ulteriormente il proprio quarto posto in classifica, ripetendosi il giorno dopo anche in casa con un perentorio (4-2), che ha preso forma nel periodo finale grazie alle reti di Froidevaux e Walsky, lasciando per il momento ancora sotto “la linea” la squadra di Mc Sorley.

Dopo la pausa natalizia il mercato riprende vigore: il Berna non rinnova il contratto a Maxime Macenauer, l’attaccante canadese, arrivato nella capitale elvetica a metà settembre, si trasferisce al Langnau. Sempre per il reparto offensivo, le Tigri prelevano dal Friborgo Benjamin Neukom che ha firmato un contratto di due anni.
Il Kloten sfoltisce la rosa cedendo al Rapperswill il difensore Jorne Gähler (contratto di due anni) e il portiere Melvin Nyffeler in prestito.
Sul fronte dei rinnovi, il canadese Andrew Ebbett ha prolungato il contratto con il Berna per altri due anni. Philipp Seydoux vestirà la maglia del Langnau per un altro anno, come anche Niklas Schlegel dello Zurigo. I Lions hanno trovato l’accordo anche con Patrick Geering per altre due stagioni.

 

Risultati LNA:
sabato 7 gennaio
Davos    – Lugano   5-3
Ginevra  – Losanna  1-2 so
Ambrì    – Zugo     2-3
Biel     – Friborgo 4-2
Kloten   – Lions    3-1
Langnau  – Berna    4-1

domenica 8 gennaio
Zugo     – Ambrì    3-4 so
Lugano   – Davos    4-3 ot
Losanna  – Ginevra  4-2
Berna    – Kloten   4-3 ot
Zurigo   – Langnau  2-1

Classifica LNA (dopo 38 giornate)
1.Berna     77 punti°°
2.Zurigo    77
3.Zugo      75°°°
4.Losanna   65°°
5.Biel      53°
6.Lugano    50
7.Davos     48°°
8.Kloten    46°°
9.Ginevra   45°°
10.Langnau  42°
11.Ambrì    40°
12.Friborgo 39°°
°=una partita in meno
°°=due partite in meno
°°°=tre partite in meno

Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello   (Berna)   43     (21+22)
2.L.Klasen      (Lugano)  43     (10+33)
3.D.Hollenstein (Kloten)  37     (22+15)
4.J.Sprunger    (Friborgo)37     (17+20)
5.D.Shore       (Kloten)  35     (20+15)
6.L.Martschini  (Zugo)    35     (16+19)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.T.Stephan       (Zugo)     93,5   1.93
2.L.Genoni        (Berna)    93,8   2.05
3.L.Flueler       (Zurigo)   91,6   2.20
4.C.Huet          (Losanna)  91,8   2.40
5.R.Mayer         (Ginevra)  92,4   2.58

Tags: ,