EBEL: Dopo Vienna anche Linz e Salisburgo centrano i play off

Una 39a giornata di EBEL senza sorprese porta buone notizie per Linz e Salisburgo che, grazie a due vittorie, seguono il Vienna ai play off. Ancora 5 punti separano il Bolzano dallo stesso traguardo.

Alla Albert Shultz Eishalle Vienna mette in fila la decima vittoria consecutiva facendo suo anche l’incontro di cartello della 39a giornata di EBEL. Innsbruck battuto e primato in classifica consolidato con 13 punti di vantaggio sul Linz secondo, a 5 incontri dalla fine della regular season. Gli ospiti reggono un solo tempo, chiuso in vantaggio grazie alla rete di Lamoureux (0-1). Nel periodo centrale i padroni di casa aumentano il ritmo pareggiando con un polsino di Taylor Vause sul primo palo (1-1). Gli squali non riescono a contenere l’esplosivo attacco giallonero che passa ancora con Kelsey Tessier dalla distanza (2-1) e Sascha Bauer con un forte tiro al volo all’incrocio (3-1). Nel dritte finale si attende la reazione dell’Innsbruck, ma sono ancora i Caps a condurre il gioco, arrotondando il punteggio a 3’ dalla fine con Mario Fischer (4-1). Vienna raggiunge così il primato di 31 vittorie in regular season detenuto dal Salisburgo nella precedente stagione.

Alle spalle di Vienna, Linz sembra avere, al momento, la meglio su Salisburgo. I Black Wings inanellano la loro terza vittoria consecutiva espugnando il Merkur Eisstadion di Graz, nonostante l’iniziale vantaggio dei padroni di casa siglato da Beach (1-0). Nel secondo periodo il Linz si riorganizza e ribalta il risultato prima con uno slapshot dalla distanza di Lebler (1-1), poi con DaSilva (1-2). I 99ers le provano tutte nel tempo finale, ma un Linz molto ordinato e concentrato in difesa gestisce senza affanno, arrotondando il punteggio con l’empty net di Broda (3-1). Fatica invece più del previsto il Salisburgo, che strappa 2 punti al supplementare in casa del Klagenfurt. I Red Bulls si trovano addirittura sotto all’inizio del terzo periodo (2-1), ma acciuffano il pareggio che vale il supplementare grazie a Thomas Raffl, che insacca il rimbalzo dopo un tiro dalla distanza di Flood (2-2). All’overtime, dopo due salvataggi di Gracnar, risolve il bomber Hughes, al suo 22esimo centro stagionale (2-3).

Bolzano perde la terza gara su quattro con il Dornbirner, a conferma che i Bulldogs sono la vera bestia nera degli altoatesini. Primo tempo a ritmi alti chiuso a reti inviolate grazie agli interventi di Melichercik e Hardy, entrambi in serata di grazia. La seconda frazione vede i padroni di casa andare avanti con Cody Sylvester che sottomisura devia in rete un passaggio di McBride (1-0). Il Bolzano reagisce, ma sono ancora i padroni di casa a passare in contropiede con Macierzynski, lesto a ribadire in rete un suo stesso tiro rimpallato da Gellert (2-0). Al 36’04”, con Magnan in panca puniti, i biancorossi hanno una buona occasione per accorciare, ma perdono con leggerezza un disco in zona neutra e vengono puniti in contropiede da Dustin Sylvester in short handed (3-0). Il drittel conclusivo, con il punteggio già deciso, vede solo il goal di Ryan Glenn in powerplay che fissa il risultato finale (3-1). Nonostante la sconfitta il Bolzano conferma il quarto posto in classifica con 10 punti di vantaggio sul Klagenfurt, in attesa dell’inserimento in difesa del nuovo acquisto Mikko Luoma.

Nella lotta per l’accesso ai play off, importante vittoria dello Znojmo con il Villach (3-1), che porta i cechi a soli tre punti dal sesto posto occupato dall’Innsbruck, ultima posizione utile per l’ingresso diretto alla fase finale. Ancora nei giochi anche il Villach, che perde però il difensore canadese Matt Kelly passato allo Stoney Creek Generals (ACH).

 

(39a giornata)
HC Orli Znojmo – EC Villacher 3-1
HDD Olimpija Ljubljana – Fehervar AV 19 2-3 OT
Dornbirner Eishockey Club – HCB Südtirol Alperia 3-1
Moser Medical Graz 99ers – EHC Liwest Black Wings Linz 1-3
EC-Klagenfurter – EC Red Bull Salzburg 2-3 OT
UPC Vienna Capitals – HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’ 4-1

 

Classifica

Tags: