AHL: semaforo rosso per Asiago e Jesenice

Le partite di cartello della venticinquesima giornata, entrambe concluse sullo 3-0, sono ad appannaggio del Val Pusteria e Lustenau. I Lupi brunicensi interrompono la striscia vincente dell’Asiago, mentre i Leoni austriaci piegano lo Jesenice. Riprendono la marcia i Rittner Buam; il Feldkirch consolida la terza posizione.

Dopo tredici successi consecutivi la corsa dell’Asiago s’interrompe ad opera degli acerrimi rivali del Val Pusteria. Al Lungo Rienza la gara rimane inchiodata sullo 0-0 fino al 48’, quando Rabbit finalizza i suggerimenti di Hofer e Andergassen. Gli Stellati, giunti a Brunico senza gli squalificati Casetti e Nigro e l’infortunato Strazzabosco, non sfruttano una superiorità comminata a Tragust per ritardo del gioco. Trascorsi i canonici 2’, Mike Sullivan è invitato dagli arbitri a sedersi nel penalty box, dando la possibilità a Wiebe di raddoppiare. I Lupi gialloneri non si accontentano e 1’30” più tardi arrotondano il punteggio con Oberrauch (leggi la cronaca completa).

Nel secondo match clou di giornata il Lustenau regola lo Jesenice ed aggancia gli sloveni al quarto posto. I Leoni austriaci mettono a segno la prima zampata nel primo tempo con Vala; la reazione degli ex jugoslavi si fa attendere e gli austriaci ne approfittano allungando con Cipulis e Devecka.
Prosegue il lento declino dello Jesenice che rischia di mettere a repentaglio la partecipazione al Master Round.

I Rittner Buam tornano alla vittoria e la ottengono in casa del Fassa: i gemelli Ahlström raggiungono il doppio vantaggio a cavallo dei primi due periodi, i Falcons rimangono in partita grazie a Della Rovere, ma l’uno-due di Julian Kostner e Borgatello mette fine alla disputa tra le due formazioni.

Il Feldkirch prosegue il suo stato di grazia e non fa sconti al Klagenfurter B, ultima della classe, schiacciato con il largo punteggio di 8-2: le Giubbe Rosse resistono 12’ trovando anche il vantaggio con Kreuzer in power play, presto annullato da Stanley. Le polveri delle bocche di fuoco della formazione del Vorarlberg s’incendiano consentendo a Draschkowitz e Puschnik di allungare fino al 3-1. La furia del Feldkirch si attenua nella frazione centrale limitandosi alla rete di Lindgren in situazione di uomo in più, tuttavia, nel terzo tempo, la seconda rete realizzata dagli ospiti in inferiorità, scatena l’ira della formazione guidata da  Lampert si concretizza con Puschnik (autore di altre due reti in power play), Samardzic e Fekete.
Al Feldkirch manca una sola vittoria per ottenere la matematica qualificazione al Master Round.

Nella parte bassa della classifica, serata favorevole per Kitzbühel, Gherdëina e Bregenzerwald: le Aquile tirolesi replicano contro lo Zeller Eisbären il successo di esterno di ottobre; vantaggio firmato da Brunner nel primo tempo, gli ospiti raggiungono il pareggio nella frazione centrale con Dinhopel, tuttavia, quando si prospetta il secondo intervallo, il Kitzbühel trova con Podzins il momentaneo 2-1. I salisburghesi si giocano la carta dell’uomo di movimento in più subendo la rete, a porta vuota, di Burlin ed incassano la settima sconfitta consecutiva.
Il Gherdëina mette in gabbia le Oche Selvagge, dopo averle inseguite per buona parte della gara: nel primo tempo l’Egna si affida ai fratelli Sullmann per chiudere il periodo in vantaggio, nonostante Ivan Demetz tenga in corsa i ladini, i quali pareggiano, nella frazione centrale, con Benjamin Kostner in power play. L’equilibrio dura poco, e 3’18” più tardi Gaspar progetta la fuga fermata, nel terzo tempo, da Fabrizio Senoner (in power play) e Iori.
Con un magistrale primo tempo il Bregenzerwald stende il Salisburgo Juniors con le reti di Poschmann, Putnik, Haidinger e Nordh. Incanalata la partita sui binari del successo, nel secondo tempo i padroni di casa chiudono la partita con Putnik e Schwinger dando spazio a Jorgensen per il goal della bandiera dei salisburghesi.

Rinviata Vipiteno-Cortina, a causa dell’improvviso lutto che ha colpito uno dei giocatori dei Broncos. La partita sarà recuperata martedì 10 gennaio alle ore 20.30.

Risultati

02.01.2017: HC Neumarkt Riwega – HC Gherdeina valgardena.it 3:4 (2:1; 1:1; 0:2)
Goals Neumarkt: 1:0 A. Sullmann (3./M.Sullmann); 2:1 M.Sullmann (15./Willeit); 3:2 Gaspar (36./Lundstrom);
Goals Gherdeina: 1:1 I.Demetz (7./Eastman-F.Senoner); 2:2 B.Kostner (32./pp1/I.Demetz-D.Iori); 3:3 F.Senoner (43./pp1/G.Vinatzer-Straka); 3:4 Iori (46./Straka-Ellis);

02.01.2017: EC Bregenzerwald – Red Bull Hockey Juniors 6:1 (4:0, 2:1, 0:0)
Goals Bregenzerwald: Pöschman (2./D. Ban-Wolf), Putnik (3./Koczera-Haidinger, 26./ Koczera-Haidinger), Haidinger (10./Koczera-Nordh), Nordh (13./Putnik-Koczera), Schwinger (39./Judex-C. Ban)
Goal Juniors: Jörgensen (33./Wappis-Valach)

02.01.2017: FBI VEU Feldkirch – EC KAC II 8:2 (3:1, 1:0, 4:1)
Goals Feldkirch: Stanley (12./Mairitsch-Puschnik), Draschkowitz (15./Winzig-Breuß), Puschnik (18./PP1-Birnstill-Stanley, 44./PP1-Stanley-Mairitsch, 54./PP1-Stanley-Birnstill), Lindgren (26./PP1-Draschkowitz-Parks), Samardzic (46./Schonaklener-Sticha), Fekete (50./Maier-Parks)
Goals KAC: Kreuzer (11./PP1-Schettina), Kurath (44./SH)

02.01.2017: EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel – EK Zeller Eisbären 3:1 (1:0, 1:1, 1:0)
Goals Kitzbühel: Brunner (4./Sarkanis-Lenes), Podzins (39./Hochfilzer), Burlin (60./en)
Goal Zell am See: Dinhopel (32./Pöck-Polata)

02.01.2017: HC Lupi Val Pusteria – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 3:0 (0:0, 0:0, 3:0)
Goal Pustertal: 1:0 Rabbit (47./Hofer-Andergassen); 2:0 Wiebe (55./pp1/Helfer-Bona); 3:0 Oberrauch (57./Bona);

02.01.2017: HC Fassa Falcons – Rittner Buam 1:4 (0:1; 0:1; 1:2)
Goal Fassa: 1:2 Della Rovere (42./Walker-Bustreo);
Goals Rittner Buam: 0:1 O. Ahlströhm (9./S.Kostner); 0:2 V. Ahlströhm (27./pp1/Borgatello- O.Ahlströhm); 1:3 J.Kostner (52./I.Tauferer-Frei); 1:4 Borgatello (56./Sprukts);

02.01.2017: EHC Alge Elastic Lustenau – HDD SIJ Acroni Jesenice 3:0 (1:0, 0:0, 2:0)
Goals Lustenau: Vala (16./Wiedmaier-Hrdina, Cipulis (46./ Auer-Gricinskis), Devecka (58./EN-Wilfan-Witting)

Classifica

2016-01-02-classifica-ahl-25a-giornata

Tags: