EBEL: Bolzano beffato. Vittorie importanti per Innsbruck e Villach

Impressionante l’incedere della EBEL che snocciola giornate una dietro l’altra costringendo le squadre ad un vero e proprio ciclo di assoluta intensità. Si gioca ogni due giorni, a volte anche ogni giorno, come se tutto fosse stato pensato per far terminare obbligatoriamente “il circo” entro una certa data imprescindibile, come fosse vitale. C’è una strana legge non scritta nell’hockey ghiaccio che impone alle squadre di giocare, durante il periodo natalizio, tante partite in tempi molto ravvicinati, al punto che nemmeno si contano più le giornate. Mentre alcuni giocano il turno 36, altri sono già al successivo o addirittura al 38°. Al di là dei numeri, quello che realmente conta è il ghiaccio, perchè dopotutto ai tifosi interessa l’emozione di un gol, di una vittoria, lo stupore per una grande parata o un gesto tecnico ben effettuato.

L’accoppiata di giornate hockeystiche è andata in scena venerdì 30 dicembre e oggi, giorno di Capodanno.

VENERDI’ 30 DICEMBRE 2016

Il giorno 29 dicembre il Vienna ha giocato contro il Dornbirn, vincendo 4 a 1. Un successo che consente alla capolista austriaca di consolidare la prima posizione in classifica, ormai saldamente acquisita, nonostante abbia dovuto attendere oltre la metà del match per avere ragione di un avversario apparso non certo troppo malleabile nonostante provenisse da una serie di 4 sconfitte consecutive. Sono state due reti realizzate nella seconda parte del secondo drittel, a distanza ravvicinata, a spianare la strada ai Capitals.

Facile vittoria per il Villach che si sbarazza del fanalino di coda Ljubljana con il punteggio rotondo di 8 a 2. Il trascinatore per gli austriaci è McGrath, autore di una tripletta con una rete per tempo. Questi tre punti consentono alla compagine austriaca di porsi in una posizione un po’ più tranquilla rispetto alla precedente, grazie anche agli altri risultati maturati nella giornata. Nulla da fare invece per gli sloveni, nonostante il vantaggio iniziale, che chiudono matematicamente all’ultimo posto in classifica.

Vince con fatica e in rimonta il Salisburgo sullo Znojmo, il quale non ha saputo gestire il prezioso vantaggio con cui è andato al riposo al secondo intervallo. Il terzo periodo è stato tutto di marca dei Red Bull, abili a entrare in pista determinati e a mettere le cose a posto immediatamente nei primissimi secondi, per poi allungare fino a 4-2 finale.

E’ nel secondo drittel che il Linz costruisce la propria vittoria ai danno dell’Innsbruck. Dopo il vantaggio minimo alla prima sirena, il secondo periodo si chiude con un netto parziale di 3 a 0. Nel terzo periodo c’è spazio per la marcatura della bandiera da parte della squadra di casa, oltre alla rete siglata in precedenza dagli ospiti. Il 5 a 2 con cui termina l’incontro conferma che la lotta per la seconda posizione è attualmente tra Linz e Salisburgo, che chiudono l’anno appaiate appanda davanti al Bolzano.

Che fatica per il Bolzano! I Foxes chiusono il 2016 con una vittoria di misura, un 2 a 1 sudato e in rimonta su un ottimo Graz che a dispetto della classifica è andato al Palaonda agguerrito e deciso a trovare i tre punti. Dopo un primo periodo di equilibrio, il secondo drittel segna il vantaggio ospite. Il terzo periodo è invece favorevole ai biancorossi: quando le cose non “girano” nel verso giusto serve un episodio che possa “spaccare” la partita. Ciò arriva a una dozzina di minuti dal termine e il merito va tutto a Nick Palmieri, abile prima a servire l’assist vincente a Root, poi a realizzare, dopo 30″, la rete vincente finalizzando un’azione dello stesso Root e regalando una vittoria preziosissima alla compagine altoatesina.

Vittoria casalinga per il Fehervar che smorza l’esuberanza del Klagenfurt, passato in vantaggio dopo 10′ di gioco. Rimontata e superata, la squadra ospite reagisce e chiude il secondo tempo in parità, ma il terzo tempo è di marca ungherese. Due reti realizzate nel terzo drittel consegnano una vittoria che ai magiari appare fondamentale come l’ossigeno.

Risultati

Vienna – Dornbirn 4-1 (1:0 2:1 1:0) gio. 29.12.2016

Villach – Ljubljana 8-2 (2:1 3:1 3:0)

Salisburgo – Znojmo 4-2 (1:1 0:1 3:0)

Innsbruck – Linz 1-5 (0:1 0:3 1:1)

Bolzano – Graz 2:1 (0:0 0:1 2:0)

Fehervar – Klagenfurt 4-2 (0:1 2:1 2:0)

 

DOMENICA 1 GENNAIO 2017

Se si gioca a Capodanno, si gioca tutto l’anno. Con questo simpatico detto apriamo l’anno nuovo con la sintesi della giornata di EBEL che si è disputata in data odierna. Mancano ormai pochi turni al termine della stagione regolare e tutte le squadre sono in cerca di quei punti che potrebbero rappresentare una differenza anorme tra averli e non averli.

Il big match è a Bolzano, dove i Foxes ricevono il Salisburgo. Partita avvincente non solo per il tasso tecnico sul ghiaccio, ma anche per la posizione di classifica. Una vittoria dei biancorossi avrebbe significato l’aggancio alla terza posizione. La formazione bolzanina però può ancora sperare perchè la sconfitta subita oggi al supplementare apporta comunque un punto in classifica. Primo tempo chiuso con il vantaggio austriaco, mentre il compito di impattare il risultato è ancora di Palmieri che in apertura del secondo drittel finalizza un’azione passata per i bastoni di Seymur e Root. A una manciata di secondi dallo scadere dell’overtime arriva la beffa per la compagine italiana e il risultato si fissa sul 2 a 1 per il Salisburgo.

Tra Dornbirn e Villach a perderci maggiormente sulla carta sarebbero proprio gli ospiti. Se infatti ai padroni di casa una vittoria o meno non cambierebbe certo la vita, per gli ospiti potrebbe invece fare la differenza. Così accade infatti, perchè il Dornbirn si fa riacciuffare nel terzo periodo e l’overtime premia gli ospiti che trovano una vittoria per 3 a 2 importantissima dal punto di vista della classifica.

L’impegno per il Graz, dopo la bella prova registrata a Bolzano un paio di giorni orsono, deve essere massimo per poter trovare quei tre punti che gli consentirebbero di poter continuare a sperare in una miglior posizione. Ospiti sono gli sloveni del Ljubljana che non hanno più nulla da chiedere a questo torneo, ma a volte giocare con la mente sgombra può significare una maggior insidia per l’avversario. Non però in questo caso perchè la vittoria per gli austriaci arriva facile facile, con un punteggio che non lascia spazio ad alibi. Graz determinato e deciso ad approfittare del calendario favorevole e il 5 a 0 finale proietta la formazione austriaca ad agganciare in classifica proprio gli ungheresi del Fehervar (sconfitti a Vienna).

Sfida interessantissima tra Innsbruck e Klagenfurt, divise in classifica da soli 3 punti. Nel primo periodo in 5′ succede di tutto: passa il Klagenfurt al 5°, ma deve poi subire il ritorno dell’Innsbruck che in poco più di 3′ fa centro ben tre volte. Partita non soltanto ribaltata, ma incanalata in una via preferiziale difficile da cui è difficile uscirne. Il Klagenfurt crolla ancora e la squadra di casa trova vittoria e aggancio in classifica.

Linz-Znojmo è quella classica sfida il cui risultato appare scritto, ma gli ospiti stanno inseguendo i playoff e per poter prolungare le proprie speranze avrebbero dovuto disputare un primo periodo un po’ più “accorto”. Infatti il primo drittel regala reti a raffica con un parziale di 4-2 inusuale per una partita di hockey. Il doppio vantaggio dei padroni di casa è due volte dimezzato dagli ospiti, i quali poi crollano altre due volte nel secondo tempo e una volta sullo scadere. Sul risultato di 7 a 2  si chiude la sfida che lascia il Linz al secondo posto in solitaria.

Il Vienna può già pensare ai playoff andando a sfidare oggi il Fehervar bisognoso di punti, ma i pensieri playoff non distraggono i leader che dopo una prima frazione chiusa senza reti, trova un uno-due micidiale tra il 28° e il 30°. Nel terzo drittel c’è spazio per la terza marcatura dei Capitals.

Risultati

Bolzano – Salisburgo 1-2 dts (0:1 1:0 0:0 OT 0:1)

Dornbirn – Villach 2-3 dts (1:0 0:0 1:2 OT 0:1)

Graz – Ljubljana 5-0 (2:0 1:0 2:0)

Innsbruck – Klagenfurt 5-1 (3:1 1:0 1:0)

Linz – Znojmo 7-2 (4:2 2:0 1:0)

Vianna – Fehervar 3-0 (0:0 2:0 1:0)

CLASSIFICA: Vienna 87, Linz 75, Salisburgo 74, Bolzano 70,  Klagenfurt, Innsbruck 59, Villach 54, Znojmo 53, Graz, Fehervar, 49, Dornbirn 37, Ljubljana 18

Tags: