Rittner Buam prede del Feldkirch. L’Asiago fa 13

A sorpresa i Rittner Buam devono fare i conti con la prima sconfitta casalinga della stagione; il Val Pusteria non si lascia sfuggire l’occasione di accorciare le distanze. Sempre più interessante la lotta a tre per ottenere la qualificazione al Master Round.

I Rittner Buam perdono l’imbattibilità casalinga in AHL ad opera del Feldkirch. Austriaci in vantaggio al 5’ con Parks, gli uomini di Lehtonen faticano a trovare la via del goal, tuttavia riescono ad impattare con Traversa a metà gara. La formazione del Vorarlberg sfrutta un power play per ritornare in vantaggio. Nel finale Killeen è richiamato in panchina per l’uomo di movimento in più, la mossa consente a Mairitsch di congelare la partita a 1” dal suono della sirena (leggi la cronaca completa).

Il passo falso dei Campioni d’Italia è capitalizzato dal Val Pusteria che, in quel di Kitzbühel, piega le Aquile, nonostante lo sgambetto iniziale di Podzins; nei 5’ finali del primo tempo Oberrauch e Rabbit ribaltano il punteggio. L’allungo è firmato da Laner, il quale, dall’alto dei suoi diciotto anni buca la gabbia dell’ex goalie della Nazionale slovena Under 20 Tomaz Trelc. I pusteresi, al settimo cielo, sono riportati presto coi piedi per terra da Lenes, autore del momentaneo 3-2. In chiusura di gara le penalità inflitte a Wiebe e Rabbit potrebbero inficiare la prestazione dei gialloneri, ma nell’ultimo assalto i padroni di casa commettono un errore di cui ne approfitta Wiebe che, scontati i 2’ di riposo forzato, realizza il quarto goal in inferiorità e a porta vuota.

Lo Jesenice è schiantato dal Fassa con il roboante punteggio di 7-2 nella migliore performance stagionale dei Falcons. Sette reti e sei marcatori diversi per i ladini che aprono le danze con DiDiomete, mentre Walker raddoppia a 42” dal primo riposo. Gli ex jugoslavi non danno segni di reazione e gli uomini di Ron Ivany spadroneggiano con Castlunger e Monferone che festeggia, così, il nuovo debutto con i trentini, i quali proseguono a martellare gli avversari con Bustreo, Della Rovere e il secondo goal della serata di Castlunger. Sul 7-0 lo Jesenice ha un sussulto con Oraze e Sotlar, goal che servono solo a ridurre il passivo. La sconfitta costa agli sloveni il terzo posto occupato ora dal Feldkirch.

Il Lustenau difende il quinto posto espugnando la Würth Arena di Egna con un goal per tempo di Wilfan, Cipulis e Vala, mentre l’Asiago, al tredicesimo successo consecutivo e ad un solo punto di distacco in classifica, deve rimandare i propositi di sorpasso, sebbene abbia regolato il Klagenfurter B per 5-2 nel retour match con le Giubbe Rosse a distanza di quarantott’ore. Un partita, durante la quale i carinziani sono riusciti a rimanere in corsa per due tempi con Kraus e Obersteiner facendo fronte alle reti di Sullivan, Tessari e Long. Nel terzo tempo tocca a Conci e Casetti sopire, in 4’, gli animi degli ospiti.

Seconda sfida consecutiva anche per il Cortina che si aggiudica anche il ritorno con lo Zeller Eisbären. Gli Scoiattoli ottengono i tre punti sotto la guida di Torquato, autore di una doppietta, e le reti di Fontanive e Brace. Risulta inutile il tentativo degli ospiti riaprire la partita con Widen. Gli ampezzani rimangono in lotta con gli Stellati e il Lustenau per un posto nel Master Round.

Il Gherdëina lascia la penultima posizione grazie alla vittoria esterna, ai rigori, contro  il Salisburgo. Padroni di casa in vantaggio con Kittinger nel primo tempo. Nel secondo tempo i ladini tengono sotto scacco gli ex asburgici venendo premiati al 39.43 con il goal di Benjamin Kostner. Concluso il terzo tempo e l’overtime a reti bianche è necessario ricorrere ai rigori, quello decisivo è messo a segno dall’esperto Straka.

Risultati
Rittner Buam – Feldkirch 1-3
Egna – Lustenau 0-3
Salisburgo Juniors – Gherdëina 1-2 so
Kitzbühel – Val Pusteria 2-4
Asiago – Klagenfurter B 5-2
Fassa Falcons – Jesenice 7-2
Cortina – Zeller Eisbären 4-1

Classifica

2016-12-29-classifica-ahl-24a-giornata

Tags: