EBEL: Vienna allunga, per Bolzano buona la settima

La 30a giornata di EBEL vede il Linz vittorioso nella partita di cartello son il Salisburgo. Ne approfitta Vienna che regola di misura il Villach e porta a +5 il proprio vantaggio in classifica sulla prima delle inseguitrici. Al Palaonda il Bolzano fatica fino al supplementare con il Fehervar ma registra la settima vittoria casalinga consecutiva e mantiene in solitario il quarto posto.

Nel big match di giornata i campioni in carica di Salisburgo reggono solo due tempi alla Keine Sorgen Eisarena, contro un Linz apparso più tonico dal punto di vista fisico. Red Bulls avanti al secondo power play con Olson, che non deve far altro che spingere in porta un tiro in diagonale di Raymond (0-1). Il pareggio del Linz arriva sempre nel primo tempo e sempre in power play con Broda (1-1). Nel secondo periodo Duncan approfitta di un errore della difesa per riportare Salisburgo ancora avanti (1-2), ma padroni di casa riagguantano il risultato con Schofield che dalla blu beffa Gracnar coperto dal traffico (2-2). In un drittel finale caratterizzato da alti ritmi con continui ribaltamenti di fronte è il Linz ad avere la meglio prima con Broda che insacca un rimbalzo su tiro di Hofer (3-2), poi con DaSilva in mischia (4-2), con l’arbitro che convalida dopo aver visto il filmato al tavolo. A 3’ dalla fine coach Gregg Poss cerca di aumentare la pressione con l’uomo di movimento in più ma la mossa porta solo all’empty net di Broda (5-2), che firma cosi l’hai truck personale.

Vienna, dopo la sconfitta di Znojmo e il mezzo passo falso in casa con il Klagenfurt, torna a vincere battendo al di là del punteggio il Villach. Carinziani avanti al 14’27” con Hunter (0-1), ma i padroni di casa prendono le redini del gioco e prima pareggiano in inferiorità numerica con un contropiede di Tessier (1-1), per poi chiudere Sharp, perfettamente servito nello slot da Ferland (2-1). Salgono così a 5 i punti di vantaggio dei Capitals sul Linz secondo in classifica.

Bolzano approfitta dell’inattesa sconfitta casalinga dell’Innsbruck, e con la settima vittoria casalinga consecutiva consolida il quarto posto a 3 punti dal Salisburgo. I biancorossi devono comunque faticare per avere ragione di un Fehervar mai domo, e avanti nel punteggio fino al 37’40” quando Reid spara un missile sotto alla traversa impattando sul 3-3. Nel drittel finale sembra fatta per gli altoatesini che al 46’43” passano con Anton Bernard abile a mettere alle spalle di Hetenyi dopo i tentativi in sequenza di Gander e Kearney (4-3). Gli ungheresi hanno però ancora la forza di reagire e pareggiano con Beauregard da distanza ravvicinata (4-4). Negli ultimi 5’ il Bolzano non sfrutta la situazione di superiorità dovuta all’espulsione di Koger per carica alla testa su Palmieri. Il supplementare si apre con un clamoroso incrocio colpito da Sofron che fa tremare il Palaonda, e si chiude con la rete in contropiede di Marco Insam che vale i due punti per i Foxes (5-4).

In coda da segnalare la decima sconfitta nelle ultime 11 gare per il Graz, che fa piombare i 99ers al decimo posto in classifica, e la netta vittoria del Dornbirner sul Lubiana (7-2) che inanella così la 23esima sconfitta stagionale su 30 incontri.

 

30ª giornata

Dornbirner Eishockey Club – HDD Olimpija Ljubljana 7-2
Moser Medical Graz 99ers – EC-KAC 1-4
UPC Vienna Capitals – EC VSV 2-1
HC TWK Innsbruck ‘Die Haie’ – HC Orli Znojmo 1-4
EHC Liwest Black Wings Linz – EC Red Bull Salzburg 5-2
HCB Südtirol Alperia – Fehervar AV 19 5-4 OT

 

Classifica

2016-12-14-classifica-ebel-30a-giornata

Tags: