ZSC Lions sempre in vetta. Lugano in ripresa

Il largo successo nel derby (6-2, leggi la cronaca), dove sono tornati ad incidere gli svedesi tanto criticati, ha concluso una settimana fantastica per il Lugano, giunto alla sua quarta vittoria di fila. Considerata alla stregua di un malato cronico, la formazione di Shedden ha invece rialzato prepotentemente la testa e, dopo il netto successo (8-1) alla Resega contro il Friborgo dell’ex coach Larry Huras, non sì è più voltata indietro. Le sue vittime sono state innanzitutto il Ginevra, battuto solo dopo i tiri di rigore al termine di una partita vibrante e molto equilibrata, dove il protagonista assoluto, soprattutto nell’overtime, è stato ancora una volta Merzlikins. Per proseguire attraverso il successo esterno di Davos, in cui sono servite una grande prestazione difensiva e il gol decisivo di Bürgler, fondamentale per tornare finalmente a conquistare tre punti in trasferta, dopo l’ultima, ma ormai datata vittoria di Langnau. Ottime le notizie per i bianconeri anche in chiave mercato, con l’annuncio dell’acquisto di Luca Cunti.
La classifica del campionato di LNA parla chiaro, soprattutto al vertice, dove il terzetto composto da Zsc Lions, Berna e Zugo sembra aver preso decisamente il volo. Lo Zurigo capolista, uscito vittorioso dallo scontro contro il sempre tenace Langnau, grazie alla rete all’ultimo minuto di Nilsson, chiude il suo week-end con un’altra vittoria, questa volta sulla pista di casa, all’Hallenstadion, contro il Davos. In doppio vantaggio, i padroni di casa subiscono il ritorno degli uomini di Del Curto che accorciano le distanze con Simion, ma la rete di Thoresen chiude i conti. Lo Zugo di Harold Kreis, è forse la vera sorpresa di questa prima fase della stagione. Dopo aver passeggiato contro il Losanna, liquidato con un netto (5-1) alla Bossard Arena, grazie alla doppietta di Holden e all’ottima prestazione del solito trascinatore Lino Martschini, ha proseguito sulla stessa falsariga, superando in trasferta senza alcun patema il Friborgo, grazie come sempre al contributo decisivo dei suoi stranieri, che mostrano di essere la vera arma in più (due reti nell’occasione per Immonen). Buone notizie non mancano anche dalla capitale, dove i campioni del Berna rimangono a stretto contatto con la capolista Zurigo, vincendo dapprima il derby contro il Langnau, deciso solo nel terzo periodo dalle reti di Kamerzin e dal gol a porta vuota di Martin Plüss, e, successivamente a Kloten, dove il protagonista questa volta è Arcobello, autore di una doppietta. In difficoltà sembra essere il Losanna che, partito alla grande, è giunto ora alla sua terza sconfitta consecutiva. I vodesi, pur tornando a casa a mani vuote dalle due trasferte di Bienne e Zugo, mantengono comunque, per ora, il quarto posto in classifica. Al di sopra delle aspettative viaggia sicuramente il Bienne, che conclude la propria settimana con due vittorie e una sconfitta. Battuto come detto il Losanna, la formazione del nuovo coach McNamara, ha segnato il passo alle Vernets di Ginevra, prima di riscattarsi contro il Kloten (decisivi i gol di Schmutz e Dufner). A cavallo della linea, detto del Lugano ora sesto, è serrata la lotta per gli ultimi due posti utili per la griglia playoff che riguarda ora Kloten, Ginevra e Davos, indicate nell’ordine. Se il Ginevra è riuscito a scalare qualche posizione conquistando quattro punti, si chiude con zero punti e due sconfitte la settimana sia per il Kloten (contro Bienne e Berna) che per il Davos (contro Lugano e Zurigo).
Seppur relegate sul fondo della graduatoria, conservano ancora qualche speranza di risalita Ambrì e Friborgo. La formazione di Hans Kossmann, battuta nettamente nel derby, ma che aveva illuso i propri tifosi con un interessante filotto di vittorie, si è prontamente riscattata sconfiggendo alla Valascia proprio il Friborgo (6-3), in un vero e proprio scontro diretto, condannandolo a diventare il fanalino di coda. I burgundi, che hanno cambiato allenatore in stagione, sembrano essere in evidente calo fisico anche per via degli impegni in CHL. Continua, come da abitudine a lottare sul fondo classifica anche il Langnau, che pur non demeritando, non è riuscito ad ottenere alcun punto contro le corazzate Zurigo e Berna. Il campionato osserverà una settimana di pausa. Si tornerà in pista il 20 dicembre, dove è in programma l’interessantissima sfida tra le prime due della classe ZSC Lions-Berna.

pillole-lna-svizzera-640x320Problemi ad un ginocchio per lo svedese del Ginevra Johan Fransson; il difensore dovrà seguire i suoi compagni di squadra dalla tribuna per due settimane.
Stop di 4-6 settimane per il terzino del Friborgo Sebastian Schild fratturatosi una mano durante uno scambio di “opinioni” con Raffaele Sannitz nell’incontro con il Lugano disputato alla Resega.
I burgundi prolungano il contratto di Flavio Schmutz per altre due stagioni.
Luca Homberger, attaccante del Kloten, ha firmato un contratto di due anni, valido dalla prossima stagione, con il Winterthur, sodalizio di LNB.

Risultati LNA:
venerdì 9 dicembre
Ginevra  – Biel     6-2
Zugo     – Losanna  5-1
Davos    – Lugano   0-1
Langnau  – Zurigo   3-4

sabato 10 dicembre
Berna    – Langnau  4-2
Friborgo – Zugo     2-5
Biel     – Kloten   4-2
Lugano   – Ambrì    6-2

domenica 11 dicembre
Ambrì    – Friborgo 6-3
Zurigo   – Davos    3-1
Kloten   – Berna    1-4

Classifica LNA (dopo 32 giornate)
1.Zurigo    66 punti
2.Berna     65°°
3.Zugo      63°°
4.Losanna   48°°
5.Biel      47
6.Lugano    45
7.Kloten    41°°
8.Ginevra   41°°
9.Davos     41°
10.Langnau  36°
11.Ambrì    32
12.Friborgo 30°°
°=una partita in meno
°°=due partite in meno

Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.L.Klasen      (Lugano)  36     (10+26)
2.M.Arcobello   (Berna)   35     (18+17)
3.D.Hollenstein (Kloten)  34     (21+13)
4.T.Santala     (Kloten)  33     (12+21)
5.L.Martschini  (Zugo)    32     (14+18)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.L.Genoni        (Berna)    93,9   1.96
2.L.Flueler       (Zurigo)   92,5   1.99
3.T.Stephan       (Zugo)     93,2   2.02
4.C.Huet          (Losanna)  91,1   2.50
5.R.Mayer         (Ginevra)  92,3   2.61

Tags: ,