Le formazioni italiane in AHL, ottengono importanti vittorie.

La diciottesima si era presentata come una giornata molto impegnativa per le formazioni italiane con scontri frontalieri che apparivano molto incerti. Invece, contrariamente a quanto poteva apparire alla vigilia,  Renon,  Val Pusteria e Vipiteno hanno fatto punti sfruttando il fattore ghiaccio, mentre Asiago e Cortina hanno trionfato nei rispettivi matches in trasferta.

La giornata si è aperta con il match delle ore 14,30 nel quale la formazione giovanile del Klagenfurt ha subito (l’ennesima) dura lezione dall’avversario di turno. Questa volta sono stati gli “Orsi del Ghiaccio” di Zell am See a maramaldeggiare contro i giovani Carinziani. Il risultato finale di 4-12 parla molto chiaro. Per i padroni di casa si è salvato (parzialmente) solo Philipp Kreuzer, autore di una doppietta. Tra gli ospiti si sono messi in luce Jan Polata, Florian Dinhopel e Franz Wilfan, tutti autori di due segnature.

I Rittner Buam hanno vinto, in rimonta, contro il Kitzbühel al termine di un match più complicato per i campioni d’italia di quando si potesse prevedere alla vigilia. Gli austriaci sono passati in vantaggio con Henrik Hochfilzer. Il pareggio è arrivato solo a metà gara grazie al terzino Stefan Mair; la segnatura del sorpasso è giunta al 47° quando, sfruttando una situazione di power play, Viktor Ahlström ha superato Tomaz Trelc mentre il goal che ha chiuso il match, due minuti, ha portato la firma di  Thomas Spinell. Con i tre punti faticosamente conquistati, i Buam mantengono la prima posizione in classifica con un punto di vantaggio sul Val Pusteria.

L’Egna cade malamente sul ghiaccio di Dornnbirn ed il Bregenzwald, con i tre punti derivanti dalla larga vittoria ottenuta, lasciano l’ultima posizione di classifica ai giovani carinziani del Klagenfurt. Per la formazione della bassa atesina la battuta d’arresto è decisamente inattesa soprattutto perché arriva quattro giorni dopo la prestigiosa vittoria (all’overtime) ottenuta sul ghiaccio di Lustenau.

Due goals dei difensori Fabian Hackofer e Patrick Mair regalano al Vipiteno tre punti importanti. La vittoria contro il Lustenau conferma il positivo momento della squadra di Clayton Beddoes al suo secondo successo consecutivo. Il Lustenau, invece, giunto alla sua terza sconfitta, conferma di attraversare uno scarso periodo di forma.

In un stadio esaurito in ogni ordine di posto, il Val Pusteria supera per 3-2 il Feldkirch e consolida la sua posizione alle spalle del Renon. A Brunico si festeggiava, stasera, il Family-Day e la risposta del pubblico è stata esauriente per uno spettacolo che non è certo mancato. La formazione austriaca, era arrivata a Brunico con la speranza di sbancare la pista ghiacciata del Lungo Rienza anche perché schierava tra le sue file il capocannoniere del Torneo, il canadese Dylan Stanley (12 goal e 20 assist) ex Egna e Gherdëina, giunto alla sua terza stagione in Austria. Il Val Pusteria passava in vantaggio, ad inizio gara, con un goal di Max Oberrauch, ottenuto, in power play. Poco dopo, sempre in situazione di uomo in più sul ghiaccio, la prima linea, già protagonista nella prima segnatura, confezionava il 2-0, esaltata da una conclusione di Armin Helfer. Il 3-0 arriva nel secondo tempo, al 37°, addirittura con l’uomo in meno, grazie ad una azione personale di Wacey Rabbit che, rubato il disco alla distratta formazione ospite, trasformava una situazione di svantaggio numerico sul ghiaccio, in un momento di grande euforia anche per la numerosa e calorosa tifoseria giallo-nera. Nel terzo tempo, il Feldkirch spingeva a più non posso, cercando in ogni modo di riacciuffare il risultato. Gli austriaci accorciavano le distanze con Patrick Mair. Il match diventava addirittura incandescente allorquando, al 57°, in mischia, Dustin Parks, riduceva ulteriormente lo svantaggio. Negli ultimi tre minuti i giallo-neri stringevano i denti e riuscivano, a proteggere la vittoria,  indispensabile per mantenere la scia dei Buam.

Nel giorno della sua settima vittoria consecutiva l’Asiago strapazza con quello che una volta si definiva un “punteggio tennistico” il povero Valgardena. La formazione di Tom Barrasso dopo due drittel abbastanza equilibrati si è scatenata nel tempo finale sommergendo la formazione Ladina, sotto una valanga di goal.

Nell’ultimo match della serata, il Cortina ha colto una larga vittoria ad Alba di Canazei. Le reti della formazione ospite portano le firme di Nicola Fontanive, Riccardo Lacedelli, oltre a quella di Riley Wilson Brace, autore di una doppietta.

SKY Alps Hockey League, 18° giornata, i risultati:

EC-KAC II – EK Zeller Eisbären 4-12 (0-4, 3-3, 1-5)

(h.14:30), Arbitri: LENDL, K. NIKOLIC, Legat, Miklic.

Rittner Buam – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 3-1 (0-0, 1-1, 2-0)

(h.18:30) Arbitri: LESNIAK, SUPPER, Arlic, Kalb.

EC Bregenzerwald – HC Neumarkt Riwega 4-1 (2-0, 2-1, 0-0)

(Dornbirn, 19:30), Arbitri: MOSCHEN, STERNAT, Bartl, Höller

WSV Sterzing Broncos Weihenstephan – EHC Alge Elastic Lustenau 2-0 (1-0, 1-0, 0-0)

(h.19:30) Arbitri: MARRI, RUETZ, F. Giacomozzi, P. Giacomozzi

HC Pustertal Wölfe – FBI VEU Feldkirch 3-2 (2-0, 1-0, 0-2)

(h.19:30) Arbitri: BAJT, COLCUC, Biacoli, Rezek.

HC Gherdëina valgardena.it – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 1-6 (1-1, 0-1, 0-4)

(h.20:30) Arbitri: HOFER, STRASSER, Manfroi, Pinie.

HC Fassa Falcons – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 0-4 (0-1, 0-2, 0-1)

(h.20:30), Arbitri: PIANEZZE, VIRTA, Rigoni, Stefenelli.

 

CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA:

1 – Rittner Buam 48 punti (differenza reti + 41) 17 gare disputate

2- HC Val Pusteria Lupi / Pustertal Wölfe 47 punti (differenza reti + 33) – 18 gare disputate

3– FBI VEU Feldkirch 37 punti (differenza reti + 24) – 18 gare disputate

4- HDD SIJ Acroni Jesenice 36 punti (differenza reti +34) – 17 gare disputate

5- EHC Alge Elastic Lustenau 36 punti (differenza reti + 25) – 18 gare disputate

6- EK Zeller Eisbären 30 punti (differenza reti +6) – 18 gare disputate

7- Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 29 punti (differenza reti + 9) – 18 gare disputate

8 – Migross Supermercati Asiago 28 punti (differenza reti +6) – 18 gare disputate

9 – HC Egna/Neumarkt Riwega 22 punti (differenza reti -5) – 18 gare disputate

10 – RBJ, EC Red Bull Salzburg 21 punti (differenza reti -2) – 18 gare disputate

11 – WSV Sterzing Broncos Weihenstephan 20 punti (differenza reti -3) – 17 gare disputate

12 – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 17 punti (differenza reti – 22) – 17 gare disputate

13 – HC Fassa Falcons 15 punti (differenza reti – 25) – 16 gare disputate.

14- HC Gherdëina valgardena 14 punti (differenza reti -28) – 17 gare disputate

15 – EC Bregenzerwald 11 punti (differenza reti- 26) – 16 gare disputate

16 – KAC Klagenfurt 2 – 9 punti (differenza reti -59) – 18 gare disputate.

Tags: