Varese spreca e un concreto Alleghe vince

Sfida amarcord al Palalbani per questa decima giornata di campionato di Serie B: Varese e Alleghe fanno riassaporare ai loro tifosi antichi sapori ormai sopiti che rimandano la mente alla Serie A. Ma questa è acqua passata ed è bene per le realtà di oggi saper onorare le rispettive casacche proprio come facevano i colleghi passati.

Nei Mastini pesano le assenze di Frizzera, Gaggini e Andreoni, mentre nelle Civette manca Luca De Toni. Varese deve assolutamente provare a vincere per poter accorciare la classifica e raccogliere finalmente con qualche risultato positivo, ciò che viene seminato in quel progetto di gioco che l’allenatore Fedrizzi sta provando ad impartire. Gli agordini hanno avuto invece una partenza sprint, sorprendente, interrotta soltanto nelle ultime due sfide al cospetto di Caldaro e Milano.

michelin-salomonL’inizio è piuttosto lento e di studio, ma a rompere l’equilibrio ci pensa Michelin Salomon (nella foto) che lascia partire un rasoghiaccio dalla linea blu da posizione molto defilata che si infila nell’angolino basso della gabbia difesa da Manfroi. Col Varese in vantaggio il copione però non sembra mutare e la sfida si gioca su ritmi piuttosto blandi. Le squadre appaiono però molto attente e gli errori sono veramente pochi. Una disattenzione in attacco del Varese lascia spazio libero ad un avversario che si invola verso la gabbia di Tesini ma viene strattonato da F. Borghi che si prende penalità. Nel powerplay Tesini è bravissimo a bloccare su De Toni. Negli ultimi 5′ la sfida si infiamma nel gioco. Una tambureggiante azione agordina porta al tiro Veggiato, bravo a riprendere una respinta di Tesini: col portiere a terra spara in porta ma il colpo di reni dell’estremo difensore giallonero vale un gol perchè al volo allontana il disco che stava entrando in porta. Il Varese si ributta in avanti e spreca una ghiotta occasione su una combinazione M. Mazzacane – Silva e il portiere Manfroi è bravo a parare la battuta di Rivoira.

All’ultimo secondo, da un passaggio errato dall’attacco giallonero, nasce in inferiorità numerica il contropiede agordino con un rapidissimo Veggiato che solissimo si presenta a tu per tu con Tesini il quale compie un vero e proprio miracolo impedendo il pareggio.

L’inizio del secondo periodo è tutto di marca agordina e Tesini (nella foto) tesini-federicoè chiamato più volte a sbrogliare situazioni intricate con l’aiuto della difesa giallonera che appare comunque compatta.

Il pareggio giunge al 24’13” con Testori: Papalillo viene contrato in balaustra e ne esce Scopelliti che scambia con Martini il quale serve subito al centro il numero 18 alleghese, che stoppa il puck e batte all’incrocio dei pali. Dopo qualche altro tentativo dell’Alleghe, non finalizzato, è il Varese che ha modo di riaffacciarsi in avanti grazie ad un paio di penalità a favore. Anche un minuto con una doppia superiorità non è sufficiente ai Mastini per riportarsi in avanti, anche perché il portiere Manfroi appare sicuro e preciso negli interventi. Qualche insidia apportata dalla blu da parte di Rivoira e F. Borghi non impensierisce più di tanto. Al 34’39” arriva il raddoppio agordino con De Val, bravissimo a battere Tesini con un tiro secco e preciso sul secondo palo, da circa 5 metri. Il Varese ha ancora un powerplay a favore e ancora oltre un minuto di doppia superiorità, senza però che i pericoli fiocchino per la porta della civette. Odoni due volte, F. Borghi e poi Silva trovano sempre il bastone o il gambale di Manfroi che allontana la minaccia. Ancora una superiorità numerica successiva viene sprecata dai Mastini i quali non riescono oggi a dare continuità agli schemi del powerplay nonostante il disco giri piuttosto bene, ma lentamente.

Hc Alleghe serie B 2015-2016La terza frazione inizia ancora con una superiorità non sfruttata da parte dei Mastini i quali poco dopo subiscono a loro volta il powerplay avversario che porta alla rete agordina con Lorenzi, il quale indovina da lontano l’incrocio dei pali lasciando di stucco il goalie varesino.

Ancora l’Alleghe che preme anche perchè il Varese viene penalizzato dalle eccessive penalità che non consentono ai Mastini di giocare in cinque. Per diversi minuti il Varese è costretto sul ghiaccio a difendersi con l’uomo in meno e capitola ancora, proprio in una di queste occasioni, per merito di De Val, ben servito da Veggiato. Il gioco delle civette è continuo proprio perchè i gialloneri faticano in quattro ad impostare qualunque azione, ma quando reuperano la parità numerica sul ghiaccio hanno modo di provare a riportarsi in avanti. Negli ultimi secondi di gioco la superiorità numerica viene questa volta sfruttata da Riccardo Privitera (nella foto) privitera-riccardoche trova la rete.

Gli ultimi secondi di partita giocati senza il portiere non riescono a consentire ai Mastini di accorciare ulteriormente il divario e rendere meno amara la sconfitta.

L’Alleghe ha avuto il merito di avere una difesa compatta che non si è mai disunita nemmeno quando il forcing varesino, soprattutto nella seconda parte della ripresa ha riversato i Mastini nel terzo di difesa agordino e tale compattezza si è mostrata a difesa della gabbia nelle tante occasioni di inferiorità.

Il Varese non ha saputo sfruttare adeguatamente le diverse situazioni con l’uomo in più e alla fine la differenza è tutta qui, per una partita che non passerà certo agli annali dei ricordi.

VARESE – ALLEGHE 4-2 (1:0 0:2 1:2)

FORMAZIONI:

HC VARESE: 40 Tesini (29 Bertin), 11 Papalillo, 34 F. Borghi, 42 Termanini, 58 Rivoira, 59 Salomon, 8 Principi, 14 R. Mandelli, 18 Merzario, 19 Ziliani, 21 M. Mazzacane, 22 E. Mazzacane, 27 Sorrenti, 32 P. Borghi, 67 Silva, 71 L. Mandelli, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 97 Odoni. Coach: Massimo Fedrizzi

HC ALLEGHE: 44 Manfroi (30 De Silvestro), 14 Lorenzi, 16 Moretti, 23 Ganz, 55 Soppera, 6 Veggiato, 8 Meneghetti, 9 Scopelliti, 10 De Val, 17 Moling, 18 Testori, 28 M. De Toni, 39 Fontanive, 54 Vittuari, 88 Luviani, 89 Martini. Coach: Alessandro Fontana

MARCATORI

 (1-0) 3’14” Salomon (M. Mazzacane)

(1-1) 24’13” Testori (Martini, Scopelliti)

(1-2) 34’39” De Val (Veggiato)

(1-3) 42’36” Lorenzi (Veggiato, Fontanive) PP1

(1-4) 52’20” De Val (Veggiato, De Toni) PP1

(2-4) 58’48” Privitera (Sorrenti, Principi) PP2