Due giorni di intensità ed equilibrio. Il Bolzano ne vince due

Il week end di EBEL è stato intenso e vivo più che mai, con due turni a un giorno di distanza l’uno dall’altro in cui ha prevalso il 4 a 3 come risultato.

La 20a giornata è stata caratterizzata da alcune partite piuttosto “tirate”, incerte e capaci di fornire uno spettacolo decisamente piacevole, sensazione per altro che sarà ancor più pertinente per il turno successivo.

La linea Vallerand, Palmieri, Metropolit funziona alla grande nel Bolzano in quanto è stata cofirmataria delle due reti con cui i biancorossi hanno chiuso il primo tempo sul Klagenfurt. Una volta portatisi poi sul 3-0, gli ospiti hanno abbozzato una rimonta che però non si è concretizzata totalmente nel terzo tempo. Vincono i Foxes 3 a 2. Questa vittoria permette agli altoatesini di mantenere la quarta piazza dopo venti partite.

Tra Dornbirn e Salisburgo è andata in scena una partita per la cui soluzione si sono dovuti attendere i tempi supplementari: dopo un primo driittel a reti bianche e dopo un terzo tempo scintillante, alla fine hanno prevalso gli ospiti, raggiunti dalla rete del pareggio dalla squadra di casa a 25″ dalla sirena finale dei sessanta minuti regolamentari. Nell’overtime sono bastati circa 90″ per il Salisburgo per siglare la rete decisiva e vincente.

Tra Linz e Fehervar finisce 5 a 2. Tutto facile per gli austriaci del Linz che già nel primo tempo incanalano il match nella loro direzione. La prima rete ospite giunge soltanto nel terzo periodo, quando ormai la squadra di casa ha già preso il largo e ha tutto il tempo di controllare il match, il cui mattatore è stato Hofer, autore di una tripletta.

Vittoria importante quella dello Znojmo sul Graz, entrambe in lotta per un posto che vale i play off. Sotto di una rete al termine del primo terzo di gara, il secondo tempo è tutta di marca casalinga e il secco parziale di 4 a 0 abbatte gli austriaci, costretti a capitolare ancora una volta nel terzo tempo, decretando il 5 a 1 finale. Dopo 20 partite le due squadre sono appaiate proprio grazie a questa vittoria, che, per la compagine di casa, ha rappresentato l’aggancio momentaneo alla posizione.

Bastano 40 minuti al Vienna per regolare il Ljubljana. Nel testa coda di giornata gli austriaci della capitale vincono 5 a 2, subendo una reazione di orgoglio soltanto nel terzo parziale. Troppo ampio il divario tra le due squadre anche se gli sloveni hanno lottato degnamente sul ghiaccio.

Interessante la sfida disputata a Innsbruck tra i padroni di casa e il Villach. La differenza, peraltro lieve, è stata segnata nel secondo periodo, quando l’Innsbruck ha chiuso con un parziale di 2 a 0, rimontando così il minimo vantaggio ottenuto dal Villach al termine della prima frazione di gioco. a inizio terzo drittel ancora la rete dei padroni di casa ha probabilmente spezzato le speranze di rimonta degli ospiti abili comunque ad accorciare le distanze, senza però trovare il pareggio negli ultimi 6′ di gara. Il finale recita 4 a 3 a favore dell’Innsbruck.

 

Passando all’analisi della 21a giornata, disputatasi ieri, le considerazioni non mutano più di tanto rispetto a quelle di cui sopra, anzi vengono avvalorate da sfide ancor più in equilibrio, tranne che per il Bolzano, capace di vincere agevolmente e con distacco.

La partita che apre la domenica è Salisburgo-Innsbruck che si conclude con la vittoria dei primi per 4 a 3 al supplementare. Impegno più ostico del previsto dunque per coloro i quali si sono presentati capoclassifica prima del match. Proprio la vittoria al supplementare, ottenuta in doppia rimonta sugli avversari, costa al Salisburgo il mantenimento della testa della classifica.

Facile la vittoria 4-0 per il Bolzano, nonostante si sia presentato a Villach privo di due pedine fondamentali per lo scacchiere biancorosso. Il solco è scavato nella seconda frazione di gioco e ciò consente di controllare l’incontro nel terzo periodo, proteggendo anche la propria porta, che rimane inviolata fino alla fine. Grazie alla sconfitta dell”Innsbruck, i Foxes solidificano per ora il quarto posto.

Vince in rimonta 4 a 3 anche il Linz che in casa contro lo Znojmo incontra qualche difficoltà ed è costretto ad un terzo periodo particolarmente efficace per rimettere in piedi la sfida, sostenendo poi la difesa per gli ultimi attacchi degli ospiti. Tale successo consente agli austriaci di mantenere a distanza di classifica le speranze del Bolzano alla terza piazza del torneo.

Regna l’equilibrio per due tempi in Klagenfurt-Dornbirn, poi gli austriaci mettono il piede pesante sull’acceleratore e nell’ultima parte del match chiudono definitivamente la pratica, sbloccando quel 2 a 2 che ha caratterizzato i primi cinquanta minuti. Il tabellino segna 5 a 2 per il Klagenfurt e ciò consente alla formazione austriaca di agganciare il Villach.

Faticosissima vittoria 3 a 2 del Vienna sul ghiaccio del Fehervar. I padroni di casa non sanno gestire il doppio vantaggio accumulato nei primi 37′ di partita. Sul finire del secondo periodo, nello spazio di meno di due minuti, il Vienna perviene addirittura al pareggio, superando due volte il portiere di casa. La rimonta viene completata a meno di 5′ dal termine del match con una rete in powerplay che regala tre punti e primato in solitaria al Vienna.

Per una strana combinazione del calendario, Ljubljana e Graz si sono sfidati in anticipo sulla 31a giornata. Il fanalino di coda ha trovato, seppur dopo l’overtime, una vittoria importante sugli austriaci del Graz, più per il morale che per la classifica.

In sintesi una due giorni di hockey che ha confermato il buon livello della Ebel, offrendo uno spettacolo interessante ed equilibrato. Le squadre che navigano a metà classifica sono state in grado di creare non pochi grattacapi a quelle che precedono. Le prime tre sembrano potersi giocare le prime posizioni tra di loro, ma con questi ritmi imposti dal calendario, lasciar qualche punto per strada è un attimo. La parte centrale della classifica si presenta compatta e piuttosto corta e qui il discorso è ancor più accentuato e si fa presto a perdere o guadagnare anche due o tre posizioni. Di contro il fondo classifica appare ben delineato e per le ultime tre una eventuale rimonta profumerebbe di vera e propria impresa.

RISULTATI 20a Giornata

BOLZANO – KLAGENFURT 3-2 (2:0 1:2 0:0)

DORNBIRN – SALISBURGO 3-4 dtr (0:0 0:1 3:2 OT 0:1)

LINZ – FEHERVAR 5-2 (2:0 1:0 2:2)

ZNOJMO – GRAZ 5-1 (0:1 4:0 1:0)

LJUBLJANA – VIENNA 2-5 (0:2 0:3 2:0)

INNSBRUCK – VILLACH 4-3 (1:2 2:0 1:1)

 

RISULTATI 21a Giornata

SALISBURGO – INNSBRUCK 4-3 dts (1:1 0:2 2:0 OT 1:0)

FEHERVAR – VIENNA 2-3 (0:0 2:2 0:1)

KLAGENFURT – DORNBIRN 5-2 (1:1 1:1 3:0)

LINZ – ZNOJMO 4-3 (2:1 0:2 2:0)

VILLACH – BOLZANO 0-4 (0:1 0:3 0:0)

LJUBLJANA – GRAZ 3-2 dts (0:1 2:0 0:1 OT 1:0) anticipo 31a giornata

 

CLASSIFICA dopo la 21a giornata

Vienna 46, Salisburgo 45, Linz 44, Bolzano 38, Innsbruck 35, Graz 32, Znojmo 31, Klagenfurt, Villach 28, Dornbirn, Fehervar 20, Ljubljana 11

Tags: