Il Fiemme si prende la testa. Rittner e Pergine punti d’oro

Come erano gli Anni’80 del calcio, con tutte le partite alla domenica pomeriggio alle ore 14.30, oggi nell’hockey si replica più o meno la medesima situazione. Gli orologi non sono sincronizzati al minuto, ma almeno si hanno ben cinque partite nel tardo pomeriggio. Infatti le sfide di oggi saranno in numero dispari in quanto Varese-Merano già si giocò a metà ottobre in anticipo, col risultato che ha visto, come già ampiamente scritto in questo spazio a suo tempo, la vittoria ai tiri di rigore delle Aquile altoatesine sui Mastini Varese, alla fine di una splendida partita.

I riflettori di oggi sono giocoforza puntati al palaghiaccio di Cavalese, dove l’Appiano è chiamato forse al primo vero “scontro a rischio” del suo attuale campionato, che sta conducendo meritatamente proprio appaiato al Fiemme, staccati 6 punti dalla prima inseguitrice (prima della giornata odierna). Gli altoatesini devono fare a meno dello squalificato David Ceresa. In un match equilibrato dall’inizio alla fine, le situazioni di superiorità numerica non vengono sfruttate a dovere (specie dagli ospiti), merito anche delle difese che proteggono bene la propria gabbia e allontanano l’eventuale minaccia avversaria. A metà secondo drittel il vantaggio dei gialloneri di casa, raggiunti però poco dopo dalla rete ospite. Nel terzo tempo arriva la rete vincente del Fiemme che vale il 2-1 con i tre punti che proiettano i gialloneri in vetta alla classifica in solitaria. L’Appiano ha provato nel secondo e terzo drittel a “forzare i tempi”, trovando però un avversario arcigno e meritevole dell’attuale primato raggiunto.

Trasferta insidiosa per il Feltre, che deve salire all’altopiano del Renon per sfidare il Rittner Buam, squadra tosta che ha dimostrato in queste prime otto giornate di saper giocare un buon hockey, nonostante i risultati siano stati poco premianti. Anche il Feltre, pur rimanendo all’ultimo posto in classifica, ha dimostrato di esser migliorato e le premesse per una bella sfida ci sono tutte. Il Feltre ha pagato le penalità subite, dando agio al gioco e al powerplay del Ritten, questa sera particolarmente efficace e capace di apportare tre reti alla squadra altoatesina. Il risultato finale è dunque di 5 a 2 per il Rittner Buam e ciò vale terza vittoria consecutiva per la squadra del coach Roberto Scelfo.

Alleghe – Milano è una partita di altri tempi, tra due società di blasone per l’hockey nazionale e sarà un bel banco di prova per entrambe. Approfittando dello scontro al vertice che costringe una delle due capoliste a lasciare qualche punto per strada, sul ghiaccio c’è una motivazione in più. Prevale il Milano 4 a 1 grazie ad un primo periodo in cui Petrov sigla due reti: una all’inizio e una poco dopo metà periodo, colpendo l’Alleghe nel momento in cui la squadra di casa stava cercando abbastanza intensamente il pareggio. Le civette hanno tirato maggiormente in porta, ma i meneghini si sono dimostrati cinici e concreti.

Reduce dalla vittoria raggiunta all’ultimo respiro nella sfida di Coppa Italia nel Girone Ovest, il Chiavenna sale a Caldaro con una spinta motivazionale maggiore che però non torna utile per battere una formazione che pare aver trovato un po’ più di continuità rispetto all’inizio. Facile la vittoria per i padroni di casa che legittimano i tre punti soprattutto nel secondo drittel con un parziale “taglia gambe” e con una buona percentuale realizzativa con l’uomo in più sul ghiaccio. Il terzo periodo arrotonda il bottino per gli altoatesini, fino al punteggio finale di 11 a 0. Importanti i tre punti presi dal Caldaro perchè consentono alla compagine altoatesina di recuperare posizioni in classifica e salire al terzo posto, in condivisione con il Milano.

Interessante anche il match che vede l’Ora impegnato sul ghiaccio “caldo” di Pergine, con i padroni di casa che devono trovare i tre punti per restare aggrappati al trenino dei playoff. Dopo un primo tempo equilibratissimo sono le linci ad andare al riposo in vantaggio grazie ad una splendida marcatura. I periodi successivi regalano ancora gioie ai tifosi di casa, grazie alla loro squadra che offre una buona prova di concretezza, dato che nonostante l’equilibrio di occasioni e tiri, sono ben cinque le reti messe a segno (5 a 0 il punteggio e tripletta di Xamin). L’Ora ha difettato nel powerplay non sfruttando a dovere le diverse situazioni potenzialmente interessanti.

 

RISULTATI 9a Giornata

VARESE-MERANO 4-5 (0:2 2:1 2:1 OT 0:0 dtr  0-1) giocata il 13.10.2016

FIEMME – APPIANO 2-1 (0:0 1:1 1:0)

RITTNER BUAM – FELTRE 5-2 (2:1 2:1 1:0)

ALLEGHE – MILANO 1-4 (0:2 1:1 0:1)

CALDARO – CHIAVENNA 11-0 (2:0 5:0 4:0)

PERGINE – ORA 5-0 (1:0 2:0 2:0)

 

CLASSIFICA: Fiemme 24, Appiano 21, Caldaro, Milano 17, Alleghe, Merano 15, Ora 14, Pergine 12, Rittner Buam 10, Como 8, Varese 5, Chiavenna 3, Feltre 1

Appiano, Caldaro, Chiavenna, Feltre, Merano, Pergine, Alleghe, Milano, Como 1 partita in meno

Tags: