AHL: Ritten conferma la vetta, Vipiteno e Asiago risalgono

Dopo il turno infrasettimanale giocatosi mercoledì scorso, le squadre della AHL sono di nuovo sul ghiaccio per una nuova giornata di hockey da disputare tra Italia e Austria.

Prosegue il buon trend dell’Egna, che trova una nuova vittoria piuttosto rotonda ai danni dello Zell am See che esce sconfitto 4 a 0 dalla Wurth Arena; già il primo periodo di gioco incanala la sfida nella direzione voluta dalla squadra di casa, la quale, dopo un secondo parziale di reti inviolate, chiude il match nel terzo tempo.

Il Bregenzerwald sconfigge 6 a 4 il Gardena: gli italiani sono condannati da un primo periodo in cui ha subito un parziale di due reti per poi andare ancora sotto a inizio secondo drittel. Due marcature in powerplay e due addirittura con l’uomo in meno hanno consentito agli austriaci di trovare una vittoria mai in discussione, nonostante una prevalenza di tiri da parte degli ospiti e nonostante un terzo periodo ricco di reti.

L’Asiago regola 3 a 2 il Feldkirch con una rete per tempo, grazie anche ad un powerplay che si è dimostrato efficace e cinico. Per i padroni di casa la rete subita in apertura del terzo periodo non ha certo spento le speranze di rimonta degli austriaci, incapaci di risalire sul piano del punteggio, ma di trovare lo scatto di orgoglio e due reti a cavallo della metà periodo che hanno fatto “soffrire” gli italiani dell’altopiano.

Il powerplay si dimostra amico anche del Ritten: grazie a due reti in rapidissima successione a inizio del terzo drittel, realizzate in superiorità numerica, prende il largo dai padroni di casa del Salisburgo, i quali hanno però il merito di riuscire nel giro di poco ad accorciare le distanze, per poi però subire l’ultima rete a una manciata di secondi dall’ultima sirena, siglata dal Ritten in inferiorità numerica, per il 4 a 1 finale in favore degli altoatesini.

Botta e risposta continuo tra Valpusteria e Jesenice che prolungano l’incontro oltre l’ora regolamentare. Il Valpusteria si fa raggiungere per ben due volte dagli ospiti, ma la rete realizzata nell’overtime è definitiva e porta punti proprio ai padroni di casa, che chiudono 3 a 2.

Tre reti in powerplay e una in inferiorità numerica, con una tripletta di Verreault e una doppietta di Mair, consentono al Vipiteno di vincere a valanga sul Klagenfurt II per 8 a 2. Dopo lo svantaggio iniziale, gli altoatesini spostano l’inerzia della sfida dalla loro parte, trovando la rete con regolarità e in un terzo periodo di logica gestione, trovando ancora due marcature.

Passa in vantaggio il Fassa contro il Lustenau, ma poi gli stessi padroni di casa di Canazei sono costretti a rimontare in seguito alla doppia rete degli ospiti e trovano il pareggio proprio sulla seconda sirena. Il powerplay è protagonista nel terzo perodo in quanto regala il vantaggio e la vittoria finale al Lustenau per 5 a 2. 

 

RISULTATI

Egna – Zell am See 4-0 (2:0 0:0 2:0)

Bregenzerwald – Gherdeina 6-4 (2:0 1:1 3:3)

Feldkirch – Asiago 2-3 (0:1 0:1 2:1)

Salzburg 2 – Ritten 1-4 (0:1 0:0 1:3)

Valpusteria – Jesenice 3-2 dts (1:0 1:1 0:1 OT 1:0)

Vipiteno – Klagenfurt II 8-2 (3:1 3:0 2:1)

Fassa – Lustenau 2-5 (1:0 1:2 0:3)

Salzburg 2 – Cortina (domenica 30.10.2016)

CLASSIFICA

Rittner 36, Jesenice 30, Valpusteria 29, Lustenau 28, Feldkirch 27, Cortina 21, Egna 20, Salzburg 16, Zell am See 15, Zell am See 15, Kitzbuel 12, Gherdeina, Asiago 11, Klagenfurt II, Vipiteno 8, Bregenzerwald 7, Fassa 6

Tags: