Allo Zurigo il match clou del 15° turno

Nel quarto turno infrasettimanale di LNA, al vertice della classifica lo Zurigo si aggiudica lo scontro diretto contro lo Zugo. In coda, importanti successi per Davos, Friborgo e Langnau. Giornata nera per le ticinesi, ancora sconfitte.

ambri-piotta_banner logoL’Ambrì Piotta esce con le ossa rotte dal confronto con il Berna: non solo per il punteggio sfavorevole, ma anche per gli infortuni subìti da Diego Kostner, Marc Gautschi e Sven Berger, nonostante, nel primo tempo, la gara sia  favorevole ai leventinesi, salvati dalla traversa sul tiro di Maxime Macenauer prima, e in goal con Thibaut Monnet abile a fruttare, nel finale di periodo, una disattenzione in fase d’impostazione di Ramon Untersander. Da metà gara gli Orsi giocano con un piglio diverso e raggiungono il pareggio con Ryan Latsch, l’attaccante concede il bis in apertura di terzo tempo. I biancoblù cedono alla distanza, i capitolini ne approfittano con il contropiede di Marco Müller finalizzato da Martin Ness e, a 2’50” dalla sirena, con il goal a porta vuota di Martin Plüss.

lugano2016_bannerIl Lugano non ha ancora trovato la cura al mal di trasferta (sette sconfitte in otto incontri) che affligge gli uomini di Doug Shedden. Come successo con lo Zugo, i sottocenerini tornano anche da Friborgo con cinque pere nel paniere, colpa di un approccio alla partita non adeguato che ha consentito ai burgundi di dominare la partita e trovare il vantaggio con Greg Mauldin. Sebbene Bürgler è il bianconero più pericoloso, ad andare ancora in goal è il Friborgo con Roman Cervenka. Gli ospiti accorciano con Gregory Hofmann, inoltre, poco dopo hanno a disposizione 5’ di superiorità (penalità partita comminata a Yannick Rathgeb per un fallo su Giovanni Morini) per trovare il pareggio che sfuma a causa di un power  play inefficace; gli uomini di Larry Huras prendono le distanze nel terzo tempo con Julien Sprunger e Marc Abplanalp, il palo impedisce a Cervenka di far dilagare i suoi che subiscono la rete di Linus Klasen. L’appuntamento con la quinta marcatura del Friborgo è rimandata al 59.51, a realizzarla è Mattias Ritola a porta vuota.
Il Friborgo incassa la terza vittoria consecutiva, tutte ai danni delle ticinesi, e risale al decimo posto, a quattro punti dall’ottavo posto.

LNA

Nella bassa classifica, serata positiva anche per il Langnau che trascina nella palude dei playout il Ginevra: dopo un primo tempo in sordina, la gara decolla al goal in mischia della Tigre Claudio Moggi, a cui risponde a stretto giro di posta Jonathan Mercier. I romandi raddoppiano con Romain Loeffel, ma per gli arbitri il goal è viziato dal fallo di bastone di Floran Douay. Dal goal non assegnato si passa a quello convalidato e realizzato da Raphael Kuonen che decide l’incontro.
Il Davos deve faticare, almeno per metà gara, per avere ragione del Biel: gara condizionata dalla serata negativa del portiere grigionese Gilles Senn che subisce le reti di Gaëtan Haas e Fabian Sutter, alle quali rimediano Perttu Lindgren e Robert Kousal. A pochi minuti dal secondo intervallo i davosiani sferrano un uno-due con Enzo Corvi e Mauro Jörg che stende i seelander, i quali, incapaci di riprendersi incassano il definitivo K.O. di Noah Schneeberger.

La vivace lotta che ha coinvolto le formazioni di bassa classifica non ha distolto l’attenzione sul match clou di giornata tra Zurigo e Zugo. In un primo tempo avaro di occasioni, i zurighesi Fabrice Herzog e Samuel Guerra  regalano due sussulti colpendo altrettanti pali. Nella frazione centrale gli svizzero centrali tengono in mano le redini del gioco, ma sono i Lions a segnare con Pius Suter in contropiede. I tori caricano nell’ultima frazione di gioco e trovano il pareggio con Santeri Alatalo. Senza più guizzi la gara si trascina fino ai rigori, quello decisivo è di Roman Wick e i Lions possono conservare il primo posto.
Il Losanna fortifica il terzo posto espugnando la Swiss Arena di Kloten al termine di una gara ricca di sorpassi e controssorpassi: apre per il Losanna Dustin Jeffrey, presto ripreso da Roman Schlagenhauf. Gli ex aviatori mettono la freccia, ma Denis Hollenstein sbaglia un rigore e li costringe a rientrare in corsia. A superare i vodesi ci pensa Vincent Praplan; il tempo di un amen ed Etienne Froidevaux impatta il punteggio. Drew Shore prova a far decollare il Kloten, ma Jonas Junland, in power play, zavorra i zurighesi a terra. Nella stessa situazione di gioco i padroni di casa tornano in vantaggio con il Top Scorer Denis Hollenstein: è il 54.28, ma c’è ancora spazio per il nuovo pareggio losannese di Joël Genazzi che manda le due squadre all’overtime, risolto, 43” dall’ingaggio dallo stesso difensore biancorosso.

pillole-lna-svizzera-640x320Il Kloten prolunga di un anno il contratto al portiere Luca Boltshauser , mentre lo Zugo estende l’accordo con l’attaccante Fabian Schnyder per tre anni.
Con un tweet, l’ex Biel, David Moss ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica.

 

 

Risultati LNA:
martedì 18 ottobre
Kloten   – Losanna  4-5 ot
Davos    – Biel     5-2
Ambrì    – Berna    1-4
Friborgo – Lugano   5-2
Zurigo   – Zugo     2-1 so
Langnau  – Ginevra  2-1

Classifica LNA (dopo 15 giornate)
1.Zurigo    32 punti*
2.Zugo      30
3.Losanna   28
4.Berna     25°
5.Kloten    24°
6.Biel      23
7.Davos     22
8.Lugano    21
9.Ginevra   19
10.Friborgo 17
11.Langnau  16*
12.Ambrì    16**
*=una partita in più
**=due partite in più
°=una partita in meno


Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.D.Hollenstein (Kloten)  19     (10+9)
2.M.Arcobello   (Berna)   19     (10+9)
3.T.Santala     (Kloten)  19     (7+12)
4.E.Robbie      (Biel)    18     (7+11)
5.L.Klasen      (Lugano)  18     (5+13)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.L.Flueler       (Zurigo)   92,9   1.78
2.T.Stephan       (Zugo)     91,5   2.32
3.C.Huet          (Losanna)  90,7   2.40
4.L.Genoni        (Berna)    92,7   2.41
5.I.Punnenovs     (Langnau)  92,2   2.42

Tags: ,