Dornbirn corsaro al Palaonda, interrotta la serie positiva del Bolzano

(Comun. stampa HC Bolzano) – Il Dornbirn si conferma bestia nera. L’HCB Alto Adige Alperia cade davanti ai 2.652 del Palaonda dopo sei vittorie consecutive, al termine di un match lottato fino all’ultimo secondo. Stregata la porta di Hardy, che con una prova monumentale ha trascinato i Bulldogs alla vittoria. Poco cinici dal canto loro i Foxes, che nonostante la grossa mole di occasioni prodotta non sono riusciti a pungere a sufficienza. Sotto di 2 a 0, Egger e compagni hanno provato ad aprire la rimonta in avvio di terzo drittel con Nick Palmieri, ma il Dornbirn è poi riuscito, seppur a fatica, a respingere l’arrembaggio biancorosso.

Il Bolzano è adesso atteso da una settimana di fuoco: si riprende martedì sera sul ghiaccio di Graz, poi i 99ers saranno ospiti al Palaonda giovedì e nel weekend la truppa di Pokel sarà on-the-road, sabato a Fehervar e domenica a Lubiana.

La cronaca. Il Bolzano rischia subito grosso, con una doppia conclusione ravvicinata di Sarault parata da Melichercik e sbrogliata poi dalla difesa. I Foxes rispondono e vanno più volte vicino al vantaggio: prima con un wraparound di Bernard, poi con Kearney. Ci pensa poi Glira a salvare il risultato, salvando quasi sulla linea il tiro di Schmidt. Biancorossi poi sfortunati, con Seyour e Yogan che colpiscono due pali esterni. Hardy si deve immolare sulla potente conclusione di Bernard, liberato benissimo da Kearney. Tra le protese del pubblico a quattro minuti dalla prima sirena gli arbitri spediscono Root in panca puniti e in powerplay il Dornbirn passa: conclusione di Dustin Sylvester e deviazione vincente sotto porta di Arniel. Bolzano a un passo dal pareggio subito dopo, ma Glenn non sfrutta l’occasione davanti al portiere. Nel finale di frazione i padroni di casa in powerplay provano ad impattare il match, ma alla sirena il risultato è di 1 a 0 per i Bulldogs.

Avvio di seconda frazione a ritmi decisamente più bassi, poi minuto dopo minuto il Bolzano alza il baricentro alla ricerca del pareggio: in contropiede Reid non riesce a battere Hardy, che poco dopo si ripete con un miracolo su Palmieri. Biancorossi che hanno anche un powerplay a disposizione, ma subiscono invece la rete di Petrik, che su errore di Palmieri sulla blu parte in contropiede e infila il puck all’incrocio dei pali. Squadre negli spogliatoi per il secondo riposo con il punteggio sullo 0-2.

I Foxes spingono nel terzo drittel, sfiorano il gol con Yogan e Glenn, poi al 44:17 lo trovano: disco d’oro di Seymour per Palmieri, che si inventa un gran goal con un backhander all’incrocio dei pali. Melichercik tiene a galla il Bolzano con una grande parata su Dustin Sylvester, poi Frigo non sfrutta una grandissima occasione imbeccato da Yogan. Ancora Kearney e Yogan hanno sulla stecca il disco del 2 a 2, ma la guardia di Hardy non cade. La partita si scalda, il Bolzano preme forte il piede sull’acceleratore, una bellissima combinazione tra Palmieri, Oleksuk e Kearney si conclude con una gran parata di Hardy. L’assalto finale con il sesto uomo di movimento non sortisce gli effetti sperati e il Dornbirn si porta a casa i 3 punti.

HCB Alto Adige Alperia – Dornbirner EC 1 – 2 [0-1; 0-1; 1-0]

Reti: 15:45 James Arniel PP1 (0-1); 35:43 Nikolas Petrik SH1 (0-2); 44:17 Nick Palmieri (1-2)

Tags: